E-R | BUR

n. 164 del 30.11.2010 (Parte Seconda)

XHTML preview

Cooperativa Sociale Il Timoniere – Valutazione negativa dei progetti di servizio civile nazionale ai sensi del prontuario allegato al D.P.C.M. 9 novembre 2009

 IL RESPONSABILE

(omissis)

determina: 

1 è escluso dalla valutazione di qualità il progetto di servizio civile nazionale denominato: “Umanita’ In-Dipendente” presentato dall’ente: Coop. Sociale Il Timoniere, per le seguenti motivazioni:

 - ai sensi del paragrafo 4.1, punto 7, del Prontuario approvato con DPCM 4 novembre 2009, in quanto il curriculum vitae del formatore di formazione specifica dott. Mauro Orioli è stato inviato in forma diversa da quella richiesta. Nei rapporti con la pubblica amministrazione, infatti, tutti gli stati, le qualità personali e i fatti non espressamente indicati nell’articolo 46 del DPR 445/00 sono comprovati dall’interessato mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di cui all’art. 47 del citato DPR, resa e sottoscritta in originale dall’interessato con l’osservanza delle modalità di cui all’articolo 38 dello stesso DPR. L’interessato, invece, ha inviato un curriculum vitae non adeguato, nella forma, per la dichiarazione in parola senza alcun riferimento alla normativa richiamata. Ne consegue che l’elaborato progettuale in esame resti privo del percorso di formazione specifica, venendo meno l’unico formatore allo scopo previsto, con l’esclusione del progetto dalla valutazione di merito anche ai sensi del paragrafo 4.1, punto 10, del Prontuario approvato con DPCM 4 novembre 2009;

 - ai sensi del paragrafo 4.2, lettera c) punto 5, del “Prontuario” approvato con DPCM 4 novembre 2009, in quanto la voce 33 della scheda progetto riguardante i contenuti della formazione generale dei volontari risulta incompleta. In particolare, alla voce 33 della scheda progetto non risultano elencati tutti i moduli previsti dalle Linee guida per la formazione generale dei volontari emanate con Determinazione Direttoriale del 4 aprile 2006. Specificamente risultano assenti i seguenti moduli:

- servizio civile nazionale, associazionismo e volontariato;

- presentazione dell’ente,

previsti dalle predette Linee guida approvate dall’Ufficio e alle quali non è possibile derogare, atteso che tutti i giovani in servizio civile devono avere la stessa formazione su tutto il territorio nazionale a garanzia dell’unitarietà del sistema nazionale del servizio civile;

 - ai sensi del paragrafo 4.2, lettera e), in quanto lo stesso progetto presenta evidenti incoerenze tra gli elementi che lo costituiscono, atteso che:

A) alla voce 15 viene richiesta la disponibilità ad una flessibilità oraria a fronte dell’orario “rigido” delle 30 ore settimanali riportato alla voce 13;

B) alle voci 29 e 30 viene evidenziata la partecipazione al percorso di formazione generale congiunto con altri enti e coordinato dal Co.Pr.E.S.C., mentre alla voce 32 tecniche e metodologie di realizzazione previste viene riportata anche la formazione a distanza non prevista dal percorso di cui sopra;

 L’assenza degli elementi indispensabili di cui sopra (formazione specifica, formazione generale e coerenza interna) non consente all’Ufficio di procedere ad una compiuta e completa valutazione del progetto in esame;

2 di inviare la presente determinazione all’ente interessato;

3 di pubblicare, per estratto, il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

4 di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al T.A.R. nei termini e nei modi previsti dalla legge 1034/71, come modificata dalla legge 205/00 o, in alternativa, è ammesso ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini e nei modi previsti dal DPR 1199/71, come modificato dalla legge 205/00.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it