E-R | BUR

n.255 del 10.08.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure e modalità di controllo della frequenza degli apprendisti per la liquidazione degli assegni formativi relativi all'apprendistato di cui all'art. 43 del D.Lgs. 81/2015 per lo svolgimento di attività stagionali - Anno 2016

IL RESPONSABILE

Viste le leggi regionali:

- n. 12 del 30 giugno 2003, “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” ed in particolare l’art. 13 “Finanziamento dei soggetti e delle attività” e ss.mm.ii.;

- n. 17 del 1^ agosto 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del Lavoro” e ss.mm.ii.;

- n. 5 del 30/06/2011, n. 5 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” e s.m.i;

- n. 9 del 30 maggio 2016 “Legge comunitaria regionale per il 2016” e in particolare l'art. 54 “Sistema di alternanza scuola-lavoro”;

Visti inoltre:

- il D.lgs. 15 giugno 2015, n. 81 “Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183. (15G00095)”;

- il D.Lgs. 14 settembre 2015, n.150 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183”;

- il Decreto Interministeriale 12 ottobre 2015 “Definizione degli standard formativi dell'apprendistato e criteri generali per la realizzazione dei percorsi di apprendistato, in attuazione dell'articolo 46, comma 1, del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81. (15A09396);

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 177/2003 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale” e ss.mm.;

- n.1298/2015 “Disposizioni per la programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro - Programmazione SIE 2014-2020”;

- n.970/2016 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla DGR n. 119 del 9 febbraio 2016 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della DGR 2046/2010 e per l'ambito dello spettacolo”;

- n. 963/2016 “Recepimento del Decreto Interministeriale 12/10/2015 e approvazione dello Schema di Protocollo d'intesa tra Regione Emilia-Romagna, Ufficio Scolastico Regionale, Università, Fondazioni ITS e Parti Sociali sulla "Disciplina di attuazione dell'apprendistato ai sensi del D.Lgs 81/2015 e del Decreto Interministeriale 12/10/2015" - Attuazione art. 54 della L.R. 9/2016”;

Tenuto conto dell'Allegato 2), parte integrante e sostanziale della propria sopracitata deliberazione n. 963/2016, che definisce le modalità e i requisiti di attuazione dell’apprendistato, di cui all’art. 43, comma 8 del D.Lgs 81/2015, per lo svolgimento di attività stagionali, in via sperimentale, per l'anno 2016;

Rilevata la necessità di rendere disponibile, in via sperimentale e per l’anno 2016, l’offerta di formazione dei contratti di apprendistato di cui all’art. 43 comma 8 del D.Lgs 81/2015 per lo svolgimento di attività stagionali;  

Vista la Deliberazione della Giunta regionale n. 1054/2016 “Approvazione invito a presentare candidature per l'ammissione al catalogo regionale dell'apprendistato di cui all'art. 43 del d.lgs 81/2015 per lo svolgimento di attività stagionali - anno 2016";

Tenuto conto che la suddetta deliberazione stabilisce che:

- l’offerta formativa sperimentale per l’anno 2016 è rivolta a giovani che abbiano compiuto 16 anni, assunti con contratto di apprendistato stagionale dal 22/06/2016;

- l’offerta formativa sarà finanziata con lo strumento dell’assegno formativo che sarà riconosciuto ai destinatari e verrà pagato in nome e per conto degli stessi ai Soggetti attuatori quale quota di iscrizione ai percorsi formativi individuali;

- gli assegni formativi, saranno finanziati con risorse nazionali assegnate annualmente alla Regione Emilia-Romagna dai Decreti Direttoriali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione generale per le politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione;

- con successivi propri provvedimenti i dirigenti regionali in relazione alla propria competenza provvederanno all'attribuzione dell'assegno formativo, all'assunzione della relativa obbligazione contabile ed alla sua liquidazione;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. mod., ed in particolare l’art. 26;

- la propria deliberazione n. 66 del 25 gennaio 2016 ”Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e del Programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2016 - 2018”;

Visto il D.Lgs. n. 118/2011 ad oggetto “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009 n.42” e ss.mm.ii.”;

Richiamate le seguenti Leggi regionali:

- n. 40/2001 recante "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n.4" per quanto applicabile;

- n. 43/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm;

- n. 22/2015 recante “Disposizioni collegate alla legge regionali di stabilità 2016”;

- n. 23/2015 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2016-2018 (legge di stabilità regionale 2016);

- n. 24/2015 recante “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2259 del 28/12/2015 recante "Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016 - 2018"  e ss.mm.;

- n. 700 del 16/5/2016 “Prima variazione generale al Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018 Variazioni al documento tecnico d’accompagnamento a al Bilancio finanziario gestionale”;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

- n.2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm;

- n.56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;

- n.270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

determina

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

1. di approvare, quale parte integrante, l'Allegato 1) “Apprendistato stagionale di primo livello - anno 2016 - art. 43, comma 8, D.Lgs n. 8172015 - Procedure e Modalità di controllo della frequenza degli apprendisti per la liquidazione degli assegni formativi (voucher);

2. di stabilire che le procedure che si approvano con il presente atto:

- si applicano, agli apprendisti che abbiano compiuto i 16 anni di età, assunti con contratto di apprendistato stagionale dal 22/06/2016;

- contengono le procedure e le modalità di controllo della frequenza degli apprendisti per la liquidazione degli assegni formativi, nonché precisazioni in merito alle modalità di gestione ed erogazione dei voucher di cui alla deliberazione n. 1054/2016;

- prevedono la facoltà per i soggetti attuatori di procedere alla vidima delle schede di registrazione delle presenze degli apprendisti che frequentano la formazione e definiscono la procedura da adottarsi da parte dei legali rappresentanti dei soggetti medesimi;

3. di pubblicare la presente determinazione, unitamente all’Allegato 1), parte integrante e sostanziale della stessa,nel Bollettino telematico della Regione Emilia-Romagna, nonché sul portale “Formazione e lavoro”, nella sezione tematica “Apprendistato”al seguente link: http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/

La Responsabile del Servizio

Marisa Bertacca

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it