E-R | BUR

n.139 del 17.05.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di VIA relativa al progetto denominato “Impianto idroelettrico Ramiola”

Arpae Parma per conto dell'Autorità competente Regione Emilia-Romagna avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale n. 9 del 1999, dell’art. 122 del Dlgs.387/2003, del RD 1755/33, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l’effettuazione della procedura di VIA, per il rilascio della concessione di derivazione della risorsa idrica, di occupazione di aree del demanio idrico e dell’ Autorizzazione Unica Energetica del progetto relativi al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione del progetto: Impianto idroelettrico Ramiola;
  • Proponente: Consorzio ARISTON S.c.r.l.;
  • Localizzato nella Provincia di: Parma;
  • Localizzato in Comune di: Medesano.

L’istruttoria della procedura in oggetto sarà effettuata dalla Arpae di Parma in applicazione della LR n. 13 del 2015 di riordino istituzionale.

Il progetto appartiene alla seguente tipologia progettuale di cui agli Allegati A e B alla LR 9/1999: B.2.12.

Il progetto prevede la realizzazione di un impianto idroelettrico in sinistra idraulica del Fiume Taro in Comune di Medesano, in corrispondenza dell’opera di presa del Canale del Duca sulla traversa posta a valle del ponte di Via Solferino fra Fornovo di Taro e Ramiola. L’impianto sarà di tipo puntuale con prelievo immediatamente a monte della traversa e restituzione subito a valle della stessa. L’opera si inserisce all’interno del manufatto di presa esistente garantendo la priorità di prelievo al canale consorziale.

I dati caratteristici dell’impianto sono i seguenti: portata massima turbinabile: 10 m3/s, portata media: 5,9 m3/s, salto medio 3,20 m, potenza nominale 187 kW, produzione attesa annua: 1.280.000 kWh circa, turbina kaplan biregolante ad asse verticale con installazione in cassa spirale.

Il SIA e il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale WEB Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8, Bologna;
  • Provincia di Parma;
  • Comune di Medesano.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna o al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni devono essere presentate anche ad Arpae Parma al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoopr@cert.arpa.emr.it o all’indirizzo postale P.zza della Pace, 1 43121 Parma.

Ai sensi della L.R. 9/1999, e secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale conclusione positiva della presente procedura di VIA comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni e atti di assenso:

  • Procedura di Autorizzazione Unica Dlgs 29/12/2003, n. 387;
  • Procedura espropriativa LR 19/12/2002, n. 37;
  • Procedura di Autorizzazione alla costruzione ed esercizio di linee elettriche LR 22/02/1993, n. 10;
  • Procedura di concessione di derivazione di acque pubbliche RR 20/11/2001, n. 41.

Ai sensi dell’art. 18 della LR 9/99, nell’ambito della procedura di VIA, Arpae Parma indice e convoca una Conferenza di Servizi per l’acquisizione degli atti necessari alla realizzazione del progetto che si svolge secondo le modalità stabilite dalle disposizioni della L 241/90 come modificata dal Dlgs 127/16.

Avvisa inoltre che:

Ai sensi dell’art. 11 della LR 19 dicembre 2002, n. 37 può costituire apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sulle aree interessate dai progetti e dichiarazione di pubblica utilità dell’opera derivante dall'approvazione del progetto definitivo, ai sensi degli artt. 15 e 16 della LR 19 dicembre 2002, n. 37.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it