E-R | BUR

n.263 del 13.08.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Consorzio Casalasco del Pomodoro Soc. Agr. Coop. – Pubblicazione per estratto della decisione in merito alla procedura di verifica di assoggettabilità a VIA (screening) e del rilascio del relativo atto di aggiornamento dell’AIA per l’aumento della capacità produttiva installata presso lo stabilimento in comune di Fontanellato (categoria IPPC principale 6.4/b e categoria IPCC per attività ausiliaria 1.1 dell’All. VIII, parte II, D.lgs.152/06 e smi)

L’Autorità Competente Provincia di Parma comunica la decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale (screening) inerente il progetto di aumento della capacità produttiva presso l’esistente sito produttivo Consorzio Casalasco del Pomodoro Soc. Agr. Coop. di Fontanellato e di aver emesso il relativo atto di aggiornamento di AIA.

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: Comune di Fontanellato

e delle seguenti province: Provincia di Parma

Ai sensi del Titolo II della L.R. 9/99 e s.m.i. e del D.Lgs 152/06 e s.m.i., Parte II, Titolo III, l’Autorità Competente Provincia di Parma con deliberazione della Giunta provinciale n. 310 del 24/07/2014 (immediatamente eseguibile) ha assunto la seguente decisione: per quanto di competenza, salvo diritti di terzi, di escludere, ai sensi dell’art. 10 commi 1 e 2 della L.R. 9/99 e smi, dalla successiva fase di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il progetto di aumento della capacità produttiva presso l’esistente stabilimento Consorzio Casalasco del Pomodoro Soc. Agr.Coop. sito in comune di Fontanellato in Via Ghiara n.25 presentato dalla medesima Società, a condizione che sia realizzato secondo gli elaborati depositati e che siano rispettate le seguenti prescrizioni oltre a quelle contenute nei pareri espressi dagli Enti ed esplicitati quali verbali o note specifiche allegati alla DGP:

1. dovranno essere recepite tutte le adeguate eventuali autorizzazioni costruttive e gestionali e nulla osta di merito per le operazioni di cantiere e per l’esercizio dell’impianto, nel rispetto della vigente normativa di settore e delle disposizioni dettate dal PTCP; In particolare andranno recepiti i pareri delle Soprintendenze Archeologica e Paesaggistica, nonché il titolo abilitativo per la fase costruttiva;

2. la data di inizio dei lavori dovrà essere comunicata preventivamente a tutti i partecipanti la Conferenza dei Servizi.

L’Autorità Competente ha inoltre disposto:

  • di obbligare, ai sensi del comma 4 dell’art. 10 della L.R. 9/99 e s.m.i., i proponenti a conformare il progetto alle prescrizioni di cui sopra. Le stesse prescrizioni sono vincolanti per gli Enti/le ditte competenti al rilascio di intese, concessioni, autorizzazioni, licenze, pareri, nulla osta, assensi comunque denominati, necessari per la realizzazione del progetto in base alla vigente normativa
  • di inviare copia della delibera, a cura del Servizio Ambiente, a tutti gli Enti/Organi facenti parte della Conferenza di Servizi e al Proponente
  • di pubblicare l’atto di aggiornamento di AIA sul portale IPPC della Regione Emilia-Romagna
  • di pubblicare la decisione, per estratto, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 9/99 e s.m.i. sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e sul sito web dell’Autorità Competente Provincia di Parma.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it