E-R | BUR

n.239 del 30.07.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Individuazione di ulteriore fattispecie di studio odontoiatrico - modifica ed integrazione dell'Allegato II della DGR 2520/2004

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Premesso che: 

- con propria deliberazione n. 327 del 23 febbraio 2004 avente ad oggetto: “Applicazione della L.R. n. 34/98 in materia di autorizzazione e di accreditamento istituzionale delle strutture sanitarie e dei professionisti alla luce dell’evoluzione del quadro normativo nazionale. Revoca di precedenti provvedimenti” si è, tra l’altro, provveduto a dare attuazione alla norma di cui al secondo comma dell’articolo 8 ter del D.Lgs n. 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni in materia di autorizzazione all'esercizio di attività sanitarie anche “per gli studi odontoiatrici, medici e di altre professioni sanitarie ove attrezzati per erogare prestazioni di chirurgia ambulatoriale, ovvero procedure diagnostiche e terapeutiche di particolare complessità o che comportino un rischio per la sicurezza del paziente”;

- con successiva propria deliberazione n. 2520/04 avente ad oggetto: “Autorizzazione all'esercizio degli studi odontoiatrici singoli o associati. Modifiche ed integrazioni alle DGR n. 327/04 e n. 1099/04” si è provveduto ad estrapolare dalla citata deliberazione n. 327/04, riguardante la generalità delle strutture sanitarie soggette ad autorizzazione, le tematiche specifiche concernenti l’autorizzazione degli studi odontoiatrici, raccogliendole in un unico provvedimento di carattere ricognitivo che, tenendo conto della peculiarità della categoria degli studi stessi, consenta una sistematizzazione chiara ed esaustiva dei requisiti necessari per l’esercizio e del relativo iter amministrativo;

- con il medesimo provvedimento all’allegato 1) sono indicati i “Requisiti generali e specifici per l’autorizzazione dell’attività da parte degli studi odontoiatrici singoli o associati” e all’allegato 2) “Problematiche relative all’autorizzazione all’esercizio degli studi odontoiatrici”, sono definite le tipologie di studio odontoiatrico e di ambulatorio odontoiatrico;

Verificata la necessità di modificare ed integrare il solo allegato 2) della citata DGR 2520/04, con l’introduzione di un ulteriore fattispecie di studio odontoiatrico, in cui oltre al professionista titolare dello studio odontoiatrico possano operare uno o più odontoiatri, senza il vincolo dell’associazione, alle condizioni indicate di seguito:

- l’odontoiatra titolare dello studio e delle relative autorizzazioni assume su di sé la responsabilità tecnico-organizzativa dello studio;

- la responsabilità professionale resta in capo ai singoli professionisti;

- l’odontoiatra titolare dell’autorizzazione e l’altro o gli altri odontoiatri che operano nel medesimo studio, devono inviare comunicazione congiunta al Sindaco e all’Azienda USL, Dipartimento di Sanità Pubblica, affinché gli Enti possano programmare eventuali attività di valutazione e di controllo. Detta comunicazione deve indicare gli estremi dell’autorizzazione (titolare dell’autorizzazione atto/i del Comune di… n… del…) ed allegare le procedure operative concordate e sottoscritte dagli odontoiatri attivi nello studio con evidenza della responsabilità tecnico-organizzativa dell’odontoiatra titolare dell’autorizzazione dello studio, al fine di assicurare il rispetto dei requisiti dettati dalla citata DGR 2520/04;

- l’odontoiatra titolare delle studio deve predisporre opportune modalità di comunicazione agli utenti dichiarando il proprio nominativo in quanto titolare delle relative autorizzazioni ed i nominativi dell’altro/altri odontoiatri che operano nel medesimo studio;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e successive modifiche; 

Richiamate le proprie deliberazioni n. 1057 del 24/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006, n. 1377 del 20/9/2010, n. 1222 del 4/8/2011, n. 1511 del 24/10/2011 e n. 725 del 4 giugno 2012; 

Richiamata inoltre la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera: 

1. di modificare ed integrare, come esposto in premessa, l’allegato n. 2 della propria deliberazione n. 2520/04, prevedendo che nello studio odontoiatrico possano operare uno o più odontoiatri, senza il vincolo dell’associazione, alle condizioni indicate di seguito:

- l’odontoiatra titolare dello studio e delle relative autorizzazioni assume su di sé la responsabilità tecnico-organizzativa dello studio;

- la responsabilità professionale resta in capo ai singoli professionisti;

- l’odontoiatra titolare dell’autorizzazione e l’altro o gli altri odontoiatri che operano nel medesimo studio, devono inviare comunicazione congiunta al Sindaco e all’Azienda USL, Dipartimento di Sanità Pubblica, affinché gli Enti possano programmare eventuali attività di valutazione e di controllo. Detta comunicazione deve indicare gli estremi dell’autorizzazione (titolare dell’autorizzazione atto/i del Comune di… n… del…) ed allegare le procedure operative concordate e sottoscritte dagli odontoiatri attivi nello studio con evidenza della responsabilità tecnico-organizzativa dell’odontoiatra titolare dell’autorizzazione dello studio, al fine di assicurare il rispetto dei requisiti dettati dalla citata DGR 2520/04;

- l’odontoiatra titolare delle studio deve predisporre opportune modalità di comunicazione agli utenti dichiarando il proprio nominativo in quanto titolare delle relative autorizzazioni ed i nominativi dell’altro/altri odontoiatri che operano nel medesimo studio; 

2. di confermare tutti gli altri punti della citata DGR 2520/04; 

3. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it