E-R | BUR

n. 79 del 16.06.2010 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di Dirigente Ingegnere Elettronico presso il Servizio Patrimonio ed Attività Tecniche dell’Istituto Ortopedico Rizzoli in Bologna

1) Premessa

In attuazione della deliberazione n. 273 del 31/5/2010 è indetto Concorso Pubblico per titoli ed esami per l’assunzione a tempo indeterminato di n. 1 Dirigente Ingegnere Elettronico presso il Servizio Patrimonio ed Attività Tecniche dell’Istituto Ortopedico Rizzoli.

Ruolo: Professionale - Profilo professionale: Dirigente Ingegnere Elettronico.

Lo stato giuridico ed economico inerente al posto oggetto del presente bando è regolato e stabilito dalle norme legislative contrattuali vigenti.

In applicazione dell’art. 7, punto 1), del D.Lgs. 3/2/1993, n. 29, è garantita parità e pari opportunità tra donne e uomini per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

2) Requisiti di ammissione al concorso

Possono partecipare al concorso coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, ovvero di un Paese dell’Unione Europea. Sono richiamate le disposizioni di cui all’art. 11 del D.P.R. n. 761/79 e all’art. 2, 1° comma punto 1) del DPR n. 487/1994;

b) idoneità fisica all’impiego. L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego verrà effettuato a cura dell’Istituzione Scientifica, prima dell’immissione in servizio.

c) diploma di laurea in Ingegneria Elettronica conseguita ai sensi del vecchio ordinamento ovvero laurea specialistica in Ingegneria Elettronica (32/S) ovvero lauree magistrali in Ingegneria Elettronica (LM 29);

d) abilitazione all’esercizio professionale;

e) anzianità di cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità prestato in enti del S.S.N. nella posizione funzionale di settimo, ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni.

Ai sensi del D.Lgs. n. 165 del 30/3/2001, art.26 comma 1, l’ammissione è altresì consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative con rapporto di lavoro libero-professionale o di attività coordinata e continuativa presso enti o pubbliche Amministrazioni, ovvero attività documentate presso studi professionali privati, società, istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per il profilo professionale a concorso, nel settore di attività oggetto del concorso, in Italia o all’estero;

f) iscrizione all’Albo dell’Ordine professionale. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione al bando, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.

Tutti i requisiti di ammissione, devono essere posseduti alla data di scadenza del bando.

Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della Legge 15.05.1997 n. 127, la partecipazione alle selezioni indette da pubbliche amministrazioni non è soggetta a limiti di età.

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni.

3) Domanda di ammissione

La domanda, datata e firmata, con la precisa indicazione del concorso pubblico al quale l’aspirante intende partecipare, redatta secondo l’allegato schema (allegato 1), deve essere rivolta al Direttore generale dell’Istituto Ortopedico Rizzoli ed essere presentata o spedita nei modi e nei termini previsti al successivo punto 5).

Nella domanda gli aspiranti devono  dichiarare:

a) cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza, recapito telefonico;

b) il possesso della cittadinanza italiana, o equivalente;

c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalla liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non avere riportato condanne penali, nonché eventuali procedimenti penali pendenti;

e) i titoli di studio posseduti e gli altri requisiti specifici di ammissione richiesti.

f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

g) i servizi prestati come dipendente presso pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non avere mai prestato servizio presso pubbliche Amministrazioni;

h) l’indirizzo presso il quale dovrà essere fatta ogni necessaria comunicazione, se diverso da quello di residenza.

Per l’applicazione delle preferenze, delle precedenze e delle riserve di posti, previste dalle vigenti disposizioni, i candidati aventi titolo dovranno dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni utili di cui siano in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.

I beneficiari della Legge 104/1992 debbono specificare nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, l’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento delle prove in relazione al proprio handicap, nonché la necessità dei tempi aggiuntivi.

Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445 del 28.12.2000 non è richiesta l’autenticazione della firma in calce alla domanda.

La mancata sottoscrizione della domanda o l’omessa indicazione anche di una sola delle sopraindicate dichiarazioni o dei requisiti richiesti per l’ammissione, determina l’esclusione dalla selezione.

Qualora la domanda di partecipazione al concorso non venga presentata personalmente dal candidato, ma venga consegnata per mezzo di altra persona o inviata tramite Servizio postale, il candidato deve allegare la copia fotostatica di un documento di identità valido, ai sensi del D.P.R. 445/00.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento della selezione, verranno trattati nel rispetto del D.Lgs.196/03. La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi quelli sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande e all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure di selezione.

4) Documentazione da allegare alla domanda

Alla domanda di partecipazione al concorso i candidati devono allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare ai fini della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale datato e firmato.

Il curriculum, per poter essere valutato, deve essere datato e sottoscritto sotto forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e prodotte per esteso. Dovranno inoltre essere riepilogate in un apposito elenco dettagliato.

Alla domanda dovrà essere allegato un elenco datato e firmato di tutti i documenti, dei titoli e delle dichiarazioni sostitutive presentate in triplice copia.

I titoli, comprese le pubblicazioni, devono essere prodotti in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero autocertificati ai sensi del D.P.R. 445/00.

Il candidato può ricorrere a dichiarazioni sostitutive nei seguenti casi:

a) dichiarazione sostitutiva di certificazione (art.46 D.P.R. 445/2000) in luogo di tutte quelle certificazioni rilasciate dall’Autorità competente, ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’Albo professionale, titoli di studio, specializzazione, abilitazione, ecc.;

b) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art.47 D.P.R. 445/2000) per tutti gli stati, qualità personali e fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato e non espressamente indicati nel succitato elenco dell’art. 46, ad esempio: attività di servizio, borse di studio, incarichi libero professionali, docenze, conformità agli originali delle fotocopie, partecipazione a corsi di aggiornamento, ecc.

Non saranno prese in considerazione le dichiarazioni sostitutive non formalmente regolari, ovvero non conformi alle caratteristiche richieste nel presente bando.

Saranno altresì ricompresi fra i titoli di carriera con riferimento ai servizi valutabili ai sensi del D.P.R. 483/97, i periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma prestati presso le Forze Armate e nell’Arma dei Carabinieri. Detto servizio dovrà essere documentato esclusivamente mediante copia del foglio matricolare.

Il candidato potrà omettere la presentazione della documentazione eventualmente già depositata presso questa Amministrazione per la partecipazione ad altri procedimenti concorsuali, dietro precisa indicazione del concorso presso il quale si trovi allegata.

La documentazione presentata potrà essere ritirata personalmente o da un incaricato munito di delega, previo riconoscimento tramite documento d’identità valido, dopo 60 giorni dalla data di pubblicazione della graduatoria sul B.U.R.

La restituzione dei documenti presentati potrà avvenire anche prima della scadenza del suddetto termine per il candidato non presentatosi alle prove d’esame ovvero per chi, prima dell’insediamento della Commissione Esaminatrice, dichiari espressamente di rinunciare alla partecipazione al concorso.

5) Modalità e termini di presentazione della domanda

La domanda e la documentazione ad essa allegata devono essere inoltrate direttamente o a mezzo del servizio postale al seguente indirizzo: istituto Ortopedico Rizzoli, Servizio Gestione Risorse umane e Relazioni sindacali, Settore Reclutamento e Verifiche Dirigenti, Concorso pubblico Dirigente Ingegnere Elettronico – Via di Barbiano, 1/10 – 40136 Bologna.

La domanda deve pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 del 30° giorno successivo a quello di pubblicazione dell’estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato alla stessa ora del giorno successivo non festivo.

Le domande si considerano prodotte in tempo utile, anche se spedite tramite il Servizio postale. A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante. Non potranno comunque essere accettate le domande che, malgrado siano state spedite entro il termine di scadenza del bando, pervengano a questa Amministrazione oltre il 15° giorno dopo la scadenza stessa.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; la eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni derivante da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

6) Commissione esaminatrice

La Commissione esaminatrice sarà composta in conformità a quanto previsto dall’art. 63 del R.O.

7) Prove d’esame

Le prove di esame ai sensi dell’art. 64 del R.O. sono le seguenti:

a) prova scritta: relazione su argomenti scientifici relativi alle materie inerenti al profilo messo a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti le materie stesse;

b) prova pratica: esame o parere scritto su di un progetto o impianto.

c) prova orale: colloquio nelle materie delle prove scritte.

Il superamento delle prove, scritta e pratica, è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 17/24.

Il superamento della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20.

8) Convocazione dei candidati ammessi al concorso e prove d’esame

I candidati ammessi al concorso saranno avvisati, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento o tramite telegramma, del luogo e della data della prima prova, almeno 15 giorni prima della data della prova stessa.

Il calendario delle successive prove sarà comunicato nel rispetto dei termini previsti dall’art. 7 del R.O.

9) Graduatoria finale

La graduatoria dei candidati idonei, formulata dalla commissione esaminatrice, previo riconoscimento della sua regolarità sarà approvata con atto formale dal Direttore Generale che procederà altresì alla nomina dei vincitori.

Tutte le riserve, le preferenze e le precedenze stabilite dalle vigenti disposizioni di legge saranno osservate purché alla domanda di ammissione al concorso siano uniti i necessari documenti probatori come indicato al punto 3).

La graduatoria del concorso è pubblicata nel B.U.R. e rimane efficace per tutto il termine stabilito dalle vigenti disposizioni di legge dalla data di pubblicazione. Potrà essere utilizzata altresì per il conferimento, secondo l’ordine della stessa, di eventuali incarichi o supplenze per la copertura di posti della medesima posizione funzionale e disciplina.

10) Candidati utilmente classificati

Il candidato utilmente classificato sarà invitato a stipulare apposito contratto individuale di lavoro ai sensi del vigente C.C.N.L. e dovrà perfezionare, entro i termini fissati, le prescrizioni stabilite dall’Amministrazione, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione alla presente selezione.

Decadrà dalla graduatoria il concorrente che abbia conseguito il conferimento mediante la presentazione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

11) Disposizioni varie

L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o annullare il bando, in relazione all’esistenza di ragioni di pubblico interesse concreto ed attuale.

La partecipazione al presente procedimento presuppone l’integrale conoscenza da parte dei concorrenti delle norme e delle disposizioni di legge inerenti le pubbliche selezioni, delle forme e prescrizioni relative ai documenti ed atti da presentare e comporta, implicitamente, la piena accettazione di tutte le condizioni alle quali la nomina deve intendersi soggetta, delle norme di legge vigenti in materia, delle norme regolamentari dell’Istituzione Scientifica.

Per quanto non previsto dal presente bando si fa riferimento alla vigente normativa regolamentare dell’Ente che ha recepito con deliberazione n. 580 del 12.06.98 le disposizioni di cui al D.P.R. 483 del 10.12.1997.

Presentazione delle domande

Istituto Ortopedico Rizzoli - Servizio Gestione Risorse Umane e Relazioni Sindacali - Settore Reclutamento e Verifiche Dirigenti - Via di Barbiano, 1/10 – 40136 Bologna – Tel. 051/6366556.

Orario:

  • dal lunedì al venerdì: dalle ore 10.00 alle 13.30
  • dal lunedì al giovedì: dalle ore 14.00 alle 15.00 previo appuntamento
  • il giorno di scadenza:dalle ore 9.00 alle 12.00

e-mail:concorsi.dirigenti@ior.it - http://www.ior.it.

Il Direttore del Servizio G.R.U.

Luca Lelli

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it