E-R | BUR

n.163 del 21.05.2020 (Parte Seconda)

XHTML preview

Adattamento posti di lavoro in favore di persone con disabilità: chiusura anticipata dell'avviso pubblico approvato con determinazione n. 1342 del 19/12/2018 e contestuale approvazione dell'avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo, anche in risposta alla emergenza sanitaria COVID-19 - Fondo Regionale Disabili - in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 2290 del 22 novembre 2019 e a seguito della deliberazione di Giunta regionale n. 333 del 14 aprile 2020

IL DIRETTORE

Visti:

- la Legge 12 marzo 1999, n. 68 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili" e ss.mm.ii.;

- la Legge 29 marzo 1985, n. 113: "Aggiornamento della disciplina del collocamento al lavoro e del rapporto di lavoro dei centralinisti non vedenti" e ss.mm.ii;

- il Regolamento di esecuzione per l’attuazione della Legge n. 68/99, emanato con Decreto del Presidente della Repubblica 10 ottobre 2000, n. 333;

- il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 150 "Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183" e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 151 "Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183" e ss.mm.ii.;

- la legge 27 del 24 aprile 2020 di conversione del D.L. 17 marzo 2020, n. 18 recante “Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie lavoratori e imprese connesso all’emergenza epidemiologica da COVID-19”,

Viste inoltre:

- la Direttiva 2000/78/CE del Consiglio del 27 novembre 2000 che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, ed in particolare l’articolo 5 “Soluzioni ragionevoli per i disabili”;

- la Legge 3 marzo 2009, n. 18 “Ratifica ed esecuzione della convenzione delle nazioni unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a new York il 13 dicembre 2006 e istituzione dell’osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità”;

Viste le Leggi Regionali:

- n. 12 del 30 giugno 2003, “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii.;

- n. 17 del 1 agosto 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del Lavoro” e ss.mm.ii.;

- n. 13 del 30 luglio 2015, "Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni" e ss.mm.ii.;

Vista la Deliberazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 75 del 21 giugno 2016 “Approvazione del "Programma triennale delle politiche formative e per il lavoro – (Proposta della Giunta regionale in data 12 maggio 2016, n. 646)”;

Richiamato, in particolare, l’art.31 della L.R.n.13/2019 che al comma 1 stabilisce che “Il Programma triennale delle politiche formative e per il lavoro, in attuazione dell'articolo 44, comma 1, della Legge regionale n. 12 del 2003, è prorogato fino all'approvazione del nuovo programma da parte dell'Assemblea legislativa”;

Viste le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 412/2015 “Approvazione nuovo regime di aiuti all’occupazione a seguito del Regolamento (CE) n. 651/2014”;

- n. 512 del 9 aprile 2018 “Approvazione Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche e di difesa del suolo della Regione Emilia-Romagna come previsto dall’art. 33 della L.R. n. 18/2016”;

- n. 485 del 5 aprile 2018 “Approvazione PIANO 2018 per la programmazione annuale delle risorse Fondo Regionale Disabili e delle prime procedure di attuazione”;

- n. 1978 del 19/11/2018, con la quale è stato approvato il “Piano delle attivita’ Fondo Regionale Disabili 2018 - Adattamento postazioni di lavoro a favore di persone con disabilità: approvazione criteri e modalità per l’erogazione dei contributi e trasferimento risorse all’Agenzia Regionale per il lavoro” ed in particolare l’allegato 1) che definisce “Criteri e modalità per l’erogazione dei contributi finalizzati all’adattamento dei posti di lavoro” e il punto 4 del dispositivo che dispone il trasferimento della somma pari a Euro 225.750,00 all’Agenzia regionale per il Lavoro, per l’attuazione delle procedure necessarie a realizzare quanto previsto al punto 4, lettera c.2 “Adattamento dei posti di lavoro” del Piano 2018 di cui alla deliberazione n. 485/2018 citata;

- n. 426 del 25 marzo 2019 “Programmazione ANNO 2019 delle risorse Fondo Regionale persone con Disabilità: approvazione del programma annuale, degli interventi pluriennali per la transizione scuola-lavoro e delle prime procedure di attuazione”;

- n. 2290 del 22 novembre 2019 avente ad oggetto: “Adattamento postazioni di lavoro a favore di persone con disabilita': trasferimento risorse all'Agenzia regionale per il lavoro in attuazione della propria deliberazione n. 426/2019 - Programma delle attivita' Fondo Regionale Disabili 2019” con la quale sono state trasferite risorse pari a € 225.750,00;

- n. 333 del 14 aprile 2020 “Programmazione ANNO 2020 delle risorse Fondo Regionale persone con Disabilità. Approvazione del programma annuale” con la quale è stato previsto il sostegno dei costi di interventi sui luoghi di lavoro legati all’emergenza Covid-19;

Dato atto che l'Agenzia Regionale per il Lavoro, ai sensi delle disposizioni sopra citate, ha assunto, a partire dal 1 agosto 2016, le competenze relative alla gestione dei Centri per l’Impiego anche relativamente alle procedure espletate dagli Uffici del Collocamento mirato per le persone disabili e le altre categorie protette.

Considerato che la convenzione ONU, ratificata dall’Italia con la sopra citata Legge 18/2009, considera quale accomodamento ragionevole “le modifiche e gli adattamenti necessari ed appropriati che non impongano un carico sproporzionato o eccessivo, ove ve ne sia necessità in casi particolari, per assicurare alle persone con disabilità il godimento e l’esercizio, su base di eguaglianza con gli altri, di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali” (art. 2);

Richiamata inoltre la propria determinazione n. 1342 del 19/12/2018 e successive proroghe, con la quale, in attuazione della citata deliberazione di Giunta regionale n. 1978 del 19/11/2018, è stato approvato l'Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo per adattamento posti di lavoro a favore di persone con disabilità, con termine di presentazione delle istanze prorogato al 31 luglio 2020 (propria Determinazione n. 608 del 25/03/2020), mediante il quale sono stati finanziati gli interventi pervenuti nel corso del 2019 e fino alla data della presente determinazione, maturando un residuo ancora disponibile pari a € 77.938,39 di risorse afferenti il Fondo Regionale per le persone con Disabilità.

Ritenuto pertanto opportuno, in considerazione dell’attuale emergenza sanitaria a causa del Covid-19 e della necessità di offrire ai potenziali beneficiari la possibilità di realizzare fin da subito interventi di messa in sicurezza dei luoghi di lavoro in favore di lavoratori disabili, di provvedere:

- alla chiusura anticipata dell’Avviso pubblico di cui alla propria richiamata determinazione n. 1342 del 19/12/2018;

- alla contestuale apertura di un nuovo “Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo per adattamento posti di lavoro anche in riposta alla emergenza sanitaria Covid-19 a favore di persone con disabilita’ – Fondo Regionale Disabili - anno 2020” con procedura di presentazione just in time, quale allegato A) e relativa modulistica, parte integrante e sostanziale del presente atto, in attuazione della Delibera di Giunta regionale n. 2290 del 22 novembre 2019 e sulla base dell’opportunità e degli ulteriori criteri offerti dalla deliberazione di Giunta regionale n. 333 del 14 aprile 2020 fermi restando i criteri già previsti dalla Deliberazione di Giunta regionale n. 1978 del 19 novembre 2018, che permangono tuttora vigenti;

- a stabilire che la modulistica allegata alla presente determinazione viene resa disponibile sulle pagine web dell’Agenzie regionale per il lavoro alla voce “Avvisi e bandi” e verrà costantemente aggiornata, per eventuali modifiche non sostanziali, senza necessità di procedere con ulteriori atti formali ma solamente attraverso la pubblicazione sul sito web istituzionale;

- a stabilire che la dotazione finanziaria residua del bando di cui alla propria determinazione n. 1342 del 19/12/2018, pari a € 77.938,39, confluisca interamente nel nuovo bando approvato con il presente provvedimento e che eventuali economie relative a mancata rendicontazione o rinuncia sul precedente bando confluiscano nel presente nuovo bando.

Dato atto pertanto che le risorse pubbliche disponibili, da destinare alla realizzazione degli interventi afferenti al presente nuovo Avviso, di cui al Fondo regionale per l'occupazione delle persone con disabilità, Art. 19 della Legge Regionale n.17/2015, ammontano complessivamente a € 303.688,39 derivanti dalle seguenti fonti di finanziamento:

e che tale dotazione finanziaria potrà essere eventualmente incrementata dalle eventuali economie relative alla mancata rendicontazione o rinuncia sul precedente bando approvato con propria determinazione dirigenziale n. 1342/2018 e dalle risorse che verranno trasferite all’Agenzia regionale per il lavoro in esecuzione della Programmazione regionale per l’anno 2020, approvata con la citata determinazione di Giunta regionale n. 333 del 14 aprile 2020.

Ritenuto inoltre di stabilire che l'attuazione gestionale, in termini amministrativo - contabili delle attività progettuali che saranno oggetto operativo del bando approvato con il presente provvedimento verranno realizzate ponendo a base di riferimento i principi e postulati che disciplinano le disposizioni previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii..

Precisato che le domande già presentate a valere sull’Avviso di cui alla determinazione n. 1342 del 19/12/2018 e successive proroghe, oggetto di chiusura anticipata ai sensi della presente determinazione, conservano la loro efficacia a valere sull’Avviso oggetto di contestuale approvazione di cui della presente determinazione. L'istruttoria di tali domande seguirà l'ordine cronologico di presentazione e verrà, pertanto, svolta prioritariamente rispetto all'istruttoria delle domande presentate a decorrere dalla data di pubblicazione nel BURERT della presente determinazione. Anche eventuali domande presentate tra la data di adozione del presente atto e la data della sua pubblicazione nel BURERT, a valere sul precedente Avviso, conservano la loro efficacia a valere sul nuovo Avviso pubblico. È facoltà dei datori di lavoro interessati integrare le domande già presentate tramite nuove o ulteriori schede progetto con particolare riferimento a quelle riferite agli interventi legati all’emergenza Covid-19 quali la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro e/o l’acquisizione di tecnologie per facilitare il lavoro a distanza.

Dato atto inoltre che l’istruttoria e la valutazione delle domande che perverranno a seguito dell’attivazione del predetto Avviso pubblico, sarà eseguita da un nucleo di validazione – nominato con proprio successivo atto - composto da personale dell’Agenzia Regionale per il Lavoro competente per materia, con il supporto tecnico di ANPAL Servizi S.p.A. ed eventualmente di ART ER s. cons. p.a.;

Ritenuto altresì di rimandare a successivi provvedimenti,

- del Responsabile del Procedimento: l’approvazione degli esiti delle istruttorie di ammissibilità formale e di merito, di norma entro 45 giorni dalla presentazione della richiesta, salvo che la complessità e/o la numerosità dei progetti presentati non richiedano tempi più lunghi;

- del Dirigente Responsabile del Servizio competente, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa contabile anche secondaria vigente: l'assunzione degli impegni di spesa per gli interventi realizzati, nonché alla liquidazione dei contributi concessi e la richiesta di emissione dei relativi titoli di pagamento, secondo le modalità previste nel bando stesso;

Richiamati altresì:

- il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.”;

- il “Piano triennale di prevenzione corruzione e della trasparenza – PTPC 2020/2022 dell'Agenzia regionale per il lavoro – ARL”, approvato con propria determinazione del Direttore n. 157 del 30/1/2020”;

Richiamate le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 1620 del 29 ottobre 1015 di approvazione dello Statuto dell'Agenzia Regionale per il Lavoro e ss. mm.;

- n. 79 del 29/1/2016, con la quale la dott.ssa Paola Cicognani è stata nominata quale Direttore dell'Agenzia regionale per il lavoro;

Richiamate inoltre le proprie determinazioni:

- n. 622 del 31/3/2020 “Approvazione del Programma di Attività dell'Agenzia regionale per il lavoro per l'anno 2020”;

- n. 72 del 24 gennaio 2017 “Declaratoria della posizione dirigenziale del Servizio Integrativo Politiche del lavoro. Modifiche ed integrazioni”;

- n. 599 dell’8 giugno 2017 “Conferimento alla Dr.ssa Fabrizia Monti dell’incarico di dirigente del Servizio integrativo Politiche del lavoro dell’Agenzia regionale per il lavoro dell’Emilia-Romagna”;

- n. 170 del 20/2/2018 “Delega di funzioni al responsabile del servizio integrativo Politiche del lavoro in attuazione dell'art. 7 c. 4 dello statuto e dell'art. 10 c. 3 del regolamento di organizzazione”;

Ritenuto opportuno individuare la Dr.ssa Fabrizia Monti, responsabile del Servizio Integrativo Politiche del lavoro quale Responsabile del procedimento per quanto attiene l’attività di istruttoria delle domande di contributo per adattamento posti di lavoro a favore di persone con disabilità per l’ammissibilità delle richieste di contributo;

Dato atto che né la sottoscritta né il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

per le motivazioni esposte in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. la chiusura anticipata dell’Avviso pubblico approvato con propria determinazione n. 1342 del 19/12/2018 e successive proroghe decorrente dalla data di pubblicazione nel BURERT del presente atto;
  2. di approvare, stante quanto indicato nelle premesse e che qui si intende integralmente riportato, un nuovo “Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo per adattamento posti di lavoro anche in riposta alla emergenza sanitaria Covid-19 a favore di persone con disabilita’ – Fondo Regionale Disabili - Anno 2020” con procedura di presentazione just in time, quale allegato A) e relativa modulistica, parte integrante e sostanziale del presente atto, che sarà avviato dalla data di pubblicazione della presente determinazione nel BURERT e che terminerà il 31 dicembre 2020, alle ore 12.00;
  3. di autorizzare il Responsabile del procedimento ad apportare eventuali modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie od opportune nella modulistica allegata all’Avviso pubblico di cui al punto precedente;
  4. di stabilire che la modulistica allegata alla presente determinazione viene resa disponibile sulle pagine web dell’Agenzie regionale per il lavoro alla voce “Avvisi e bandi” e verrà costantemente aggiornata, per eventuali modifiche non sostanziali, senza necessità di procedere con ulteriori atti formali ma solamente attraverso la pubblicazione sul sito web istituzionale;
  5. di stabilire che la dotazione finanziaria residua del bando oggetto di chiusura anticipata come da punto 1, pari a € 77.938,39, confluisca interamente nel nuovo Avviso approvato con il presente provvedimento e che eventuali economie relative a mancata rendicontazione o rinuncia sul precedente bando confluiscano nel presente nuovo Avviso;
  6. di dare atto che le risorse finanziarie necessarie all'attuazione del presente provvedimento, pari a complessivi Euro € 303.688,39 come meglio specificato nelle premesse, trovano copertura finanziaria per € 77.938,39 nelle risorse di cui al punto 5 della presente determinazione e per € 225.750,00 nelle risorse derivanti dal Piano delle attività del Fondo Regionale Disabili anno 2019 di cui alla DGR n.426/2019, assegnate all’Agenzia regionale per il lavoro con Delibera di Giunta regionale n. 2290 del 22 novembre 2019 in sua attuazione. Le risorse, disponibili integralmente per l’esercizio 2020, saranno gestite proceduralmente nel rispetto dei principi e postulati che disciplinano le disposizioni previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii;
  7. di precisare che tale dotazione finanziaria potrà essere eventualmente incrementata dalle eventuali economie relative alla mancata rendicontazione o rinuncia sul bando chiuso anticipatamente come da punto 1 e dalle risorse che verranno trasferite all’Agenzia regionale per il lavoro in esecuzione della Programmazione regionale per l’anno 2020, approvata con la determinazione di Giunta regionale n. 333 del 14 aprile 2020;
  8. di individuare la Dr.ssa Fabrizia Monti, responsabile del Servizio Integrativo Politiche del lavoro quale Responsabile del procedimento per quanto attiene l’attività di istruttoria delle domande di contributo per adattamento posti di lavoro a favore di persone con disabilità per l’ammissibilità delle richieste di contributo la quale procederà all’approvazione degli esiti di norma entro 45 giorni dalla presentazione della richiesta, salvo che la complessità e/o la numerosità dei progetti presentati non richiedano tempi più lunghi;
  9. di stabilire, altresì, che il Dirigente Responsabile del Servizio competente, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa contabile anche secondaria vigente, procederà con successivi provvedimenti all'assunzione degli impegni di spesa per gli interventi realizzati a valere sull’Avviso pubblico di cui al punto 2 che precede, nonché alla liquidazione dei contributi concessi, secondo le modalità previste nel bando stesso sulla base di quanto precisato nelle premesse del presente atto;
  10. di precisare che le domande già presentate a valere sull’Avviso di cui alla determinazione n. 1342 del 19/12/2018 e successive proroghe, oggetto di chiusura anticipata come da punto 1 del dispositivo, conservano la loro efficacia a valere sull’Avviso oggetto di contestuale approvazione di cui alla presente determinazione. L'istruttoria di tali domande seguirà l'ordine cronologico di presentazione e verrà, pertanto, svolta prioritariamente rispetto all'istruttoria delle domande presentate a decorrere dalla data di pubblicazione nel BURERT della presente determinazione. Anche eventuali domande presentate tra la data di adozione del presente atto e la data della sua pubblicazione nel BURERT, a valere sul precedente Avviso, conservano la loro efficacia a valere sul presente. È facoltà dei datori di lavoro interessati integrare le domande già presentate tramite nuove o ulteriori schede progetto con particolare riferimento a quelle riferite agli interventi legati all’emergenza Covid-19 quali la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro e/o l’acquisizione di tecnologie per facilitare il lavoro a distanza.
  11. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione secondo quanto previsto dall’articolo 26, comma 1, del D. Lgs. n. 33/2013.
  12. di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e sul sito: https://www.agenzialavoro.emr.it/normativa/bandi-e-avvisi

Il Direttore

Paola Cicognani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it