E-R | BUR

n.251 del 11.08.2021 (Parte Seconda)

XHTML preview

Bando 2021 per la concessione di contributi ai Comuni di pianura per interventi di forestazione urbana approvato con la delibera di Giunta regionale n. 645/2021; riapertura dei termini di presentazione delle domande. Rettifica per mero errore materiale della delibera di Giunta regionale n. 645/2021

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la propria deliberazione n. 645 del 3 maggio 2021, recante “Approvazione bando 2021 per la concessione di contributi ai Comuni di pianura per interventi di forestazione urbana”;

Considerato che le risorse disponibili per l’attuazione dell’iniziativa in oggetto sono pari a Euro 1.625.000,00, allocate al capitolo 38356 “Interventi per l’attuazione Piano d’Azione ambientale per un futuro sostenibile: contributi a Comuni e Unioni di Comuni per la realizzazione di opere ed interventi di risanamento ambientale - progetto 4,5 milioni di alberi (art. 99, L.R. 21 aprile 1999, n. 3)”, del bilancio finanziario gestionale 2021-2023, anno di previsione 2021, approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 2004 del 28 dicembre 2020, che presenta la necessaria disponibilità;

Dato atto che, in conseguenza da quanto emerso dall’istruttoria, in corso di perfezionamento da parte delle competenti strutture tecniche regionali, effettuata sulle domande inviate dai Comuni, pervenute entro il termine del 1° luglio 2021, ed ammesse a finanziamento, rimangono a disposizione risorse residue sul Bando 2021 in riferimento alla disponibilità complessiva allocata sui capitoli di spesa del bilancio regionale per l’anno 2021;

Ritenuto pertanto opportuno al fine di utilizzare completamente le risorse disponibili per l’attuazione del programma regionale:

- riaprire i termini stabiliti dalla sopra menzionata propria deliberazione n. 645/2021 del Bando 2021 per la concessione di contributi ai Comuni di pianura per la realizzazione di interventi di forestazione urbana nell’ambito del progetto “Quattro milioni e mezzo di alberi in più. Piantiamo un albero per ogni abitante dell’Emilia-Romagna”;

- stabilire che le domande di contributo dovranno essere presentate con le medesime condizioni e modalità di cui alla propria deliberazione n. 645/2021, fatta eccezione per l’art. 5.a del Bando “Domanda” che viene sostituito come di seguito:

“Le domande per la concessione del contributo devono essere presentate alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna, via Aldo Moro 30, 40127 Bologna, tramite PEC alla casella di posta elettronica segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it entro 40 giorni dalla pubblicazione del presente atto sul BURERT”;

Considerato che per mero errore materiale il punto 5 del dispositivo della sopra menzionata propria deliberazione n. 645/2021 riporta quanto segue:

5. di dare atto che il Responsabile del Servizio Aree protette, Foreste e Sviluppo della montagna provvederà, con successivi atti:

- alla concessione delle risorse a favore dei Comuni di pianura per l’attuazione degli interventi di forestazione urbana, previa approvazione dei Piani di coltura e conservazione da parte del Direttore generale Cura del Territorio e Ambiente e istruttoria delle domande candidate utilizzando il format allegato 2), parte integrante e sostanziale del presente atto;

- alla liquidazione dei contributi e alla richiesta di emissione dei relativi titoli di pagamento, alla concessione di eventuali proroghe dei termini di realizzazione degli interventi, alla revoca dei contributi e al recupero di somme eventualmente erogate, nonché a tutti gli altri provvedimenti previsti dalla normativa vigente che si rendessero necessari per la gestione del Bando citato;

e che la corretta formulazione del testo è invece la seguente:

5. di dare atto che il Responsabile del Servizio Aree protette, Foreste e Sviluppo della montagna provvederà, con successivi atti:

- alla concessione delle risorse a favore dei Comuni di pianura per l’attuazione degli interventi di forestazione urbana, previa istruttoria delle domande candidate utilizzando il format allegato 2), parte integrante e sostanziale del presente atto;

- alla liquidazione dei contributi, previa approvazione dei Piani di coltura e conservazione da parte del Direttore generale Cura del Territorio e Ambiente, alla richiesta di emissione dei relativi titoli di pagamento, alla concessione di eventuali proroghe dei termini di realizzazione degli interventi, alla revoca dei contributi e al recupero di somme eventualmente erogate, nonché a tutti gli altri provvedimenti previsti dalla normativa vigente che si rendessero necessari per la gestione del Bando citato;

Ritenuto pertanto opportuno, per quanto sopra riportato, rettificare il punto 5 della sopracitata propria deliberazione n. 645 del 3 maggio 2021;

che tale modifica sarà da intendersi applicata anche alle domande di contributo pervenute in seguito alla pubblicazione del bando di cui alla propria deliberazione n. 645/2021;

Visti:

- la L.R. n. 12 del 29 dicembre 2020 “Disposizioni per la formazione del Bilancio di previsione 2021-2023 (Legge di Stabilità regionale 2021)”;

- la L.R. n. 13 del 29 dicembre 2020 “Bilancio di previsione Regione Emilia–Romagna 2021-2023”;

- la propria deliberazione n. 2004 del 28 dicembre 2020, avente ad oggetto “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- la L.R. 15/11/2001, n. 40, “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna. Abrogazione delle LL.RR. n. 31/77 e n. 4/72” per quanto applicabile;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n.4 recante “Linee guida in materia di tracciabilità dei flussi finanziari ex art.3, legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche”;

- il D.lgs. 14/03/2013 n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- la determinazione dirigenziale n. 19063 del 24/11/2017 “Provvedimento di nomina del Responsabile del procedimento ai sensi degli articoli 5 e ss. della L. 241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della L.R. 32/1993;

- la determinazione dirigenziale n. 12377 del 16/07/2020, “Conferimento incarico di Responsabile del Servizio Aree protette, foreste e sviluppo della montagna”;

- la determinazione dirigenziale n. 23238 del 30 dicembre 2020 “Proroga incarichi dirigenziali presso la Direzione generale Cura del territorio e dell’ambiente”;

Richiamate infine le proprie deliberazioni:

- n. 468 del 10/04/2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28/12/2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28/12/2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta Regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 771 del 24/05/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'Ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021” con cui, tra le altre cose, vengono conferiti gli incarichi di Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), e di Responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA);

- n. 111 del 28/01/2021 recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2021-2023”;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore all’Ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile, Irene Priolo e dell’Assessore alla Montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità, Barbara Lori

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di aprire nuovamente i termini stabiliti dalla propria deliberazione n. 645/2021 per la presentazione delle domande di accesso ai contributi per la realizzazione di interventi di forestazione urbana nell’ambito del progetto “Quattro milioni e mezzo di alberi in più. Piantiamo un albero per ogni abitante dell’Emilia-Romagna”;

2. di stabilire che le domande di contributo dovranno essere presentate con le medesime condizioni e modalità di cui alla propria deliberazione n. 645/2021, fatta eccezione per l’art. 5.a del Bando “Domanda” che viene sostituito come di seguito riportato:

Le domande per la concessione del contributo devono essere presentate alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna, via Aldo Moro 30, 40127 Bologna, tramite PEC alla casella di posta elettronica segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it entro 40 giorni dalla pubblicazione del presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

3. di modificare, per le motivazioni riportate in premessa, il punto 5 del dispositivo della propria deliberazione n. 645 del 3 maggio 2021, come segue:

5.di dare atto che il Responsabile del Servizio Aree protette, Foreste e Sviluppo della montagna provvederà, con successivi atti:

- alla concessione delle risorse a favore dei Comuni di pianura per l’attuazione degli interventi di forestazione urbana, previa istruttoria delle domande candidate utilizzando il format allegato 2), parte integrante e sostanziale del presente atto;

- alla liquidazione dei contributi, previa approvazione dei Piani di coltura e conservazione da parte del Direttore generale Cura del Territorio e Ambiente, alla richiesta di emissione dei relativi titoli di pagamento, alla concessione di eventuali proroghe dei termini di realizzazione degli interventi, alla revoca dei contributi e al recupero di somme eventualmente erogate, nonché a tutti gli altri provvedimenti previsti dalla normativa vigente che si rendessero necessari per la gestione del Bando citato;

4. di stabilire inoltre che la modifica di cui al punto 3) del dispositivo del presente atto sarà da intendersi applicata anche alle domande di contributo pervenute in seguito alla pubblicazione del bando di cui alla propria deliberazione n. 645/2021;

5. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità e trasparenza, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

6. di pubblicare il presente provvedimento nel sito ER-Ambiente della Regione Emilia-Romagna;

7. di pubblicare la seguente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it