E-R | BUR

n. 119 del 15.09.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

FEP 2007/2013 - Asse 2, Misura 2.3 "Investimenti nei settori della trasformazione e della commercializzazione", ulteriori progetti ammessi a contributo di cui alla propria determinazione n. 13881/2009 e contestuale assunzione d'impegno

IL RESPONSABILE

richiamata la propria determinazione n. 13881 del 31/12/2009 esecutiva ai sensi di legge, avente per oggetto “FEP 2007/2013 - Asse 2, Misura 2.3 “Investimenti nei settori della trasformazione e della commercializzazione” - Bando annualità 2009 - Approvazione graduatoria e contestuale impegno di spesa”, il cui testo è qui integralmente richiamato;

Dato atto che la citata determina n° 13881/2009, al punto 9) del dispositivo, prevede che “qualora si rendessero disponibili ulteriori risorse, si procederà per scorrimento con successivi atti, al finanziamento degli altri progetti della graduatoria di cui all’Allegato B)”;

Considerato che per l’esercizio finanziario in corso le disponibilità sui capitoli 78400 (Mezzi UE), 78402 (Mezzi Statali) e 78404 (Quota Regionale), consentono di procedere allo scorrimento della graduatoria contenuta nell’allegato B) della più volte citata determinazione 13881/2009, rendendo possibile il finanziamento dei progetti enumerati dal n. 6 al n. 12 del citato Allegato B) ed elencati nell’Allegato 1) “Elenco degli ulteriori progetti ammessi a contributo Asse 2 FEP 2007/2013 - Misura 2.3 “Investimenti nei settori della trasformazione e della commercializzazione”– Bando Annualità 2009, parte integrante del presente atto;

Dato atto che il soggetto beneficiario del progetto al n. 6 dell’Allegato 1), parte integrante del presente provvedimento, identificato con il codice 05/TR/09 “Mare S.r.l, Via Portogallo, 7 – 47900 Rimini”, ha cambiato la forma giuridica. Pertanto, da S.r.l. si è trasformata in S.p.a;

Dato atto che in applicazione a quanto previsto dal Reg. CE 1198/2006 allegato II “Intensità dell’aiuto”- Gruppo 4 ed in conformità a quanto stabilito dalla Delibera CIPE del 23/11/2007 n. 124, “definizione dei criteri di cofinanziamento nazionale per gli interventi del Fondo Europeo per la Pesca (FEP), di cui al Reg. CE n. 1198/2006, per il periodo di programmazione 2007/2013” la percentuale del contributo pubblico, per singolo intervento, risulta suddivisa come segue:

  •  Quota FEP, pari al 50% del contributo concesso;
  •  Quota Fondo di Rotazione, pari al 40% del contributo concesso;
  •  Quota Regionale, pari al 10% del contributo concesso;

Dato atto altresì che per finanziare i progetti di cui all’Allegato 1), parte integrante del presente provvedimento nella misura massima del 40% degli investimenti ammessi, per complessivi €.1.972.886,00, sono disponibili risorse iscritte nel Bilancio per l’esercizio finanziario 2010 sui seguenti capitoli di spesa:

  • 78400 “Contributi in Conto Capitale a imprese private singole e associate per investimenti in Acquacoltura, Pesca nelle Acque interne, Trasformazione e Commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’Acquacoltura – Programma Operativo Fep 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792 - Mezzi ue.” - U.P.B. 1.4.2.3.14386;
  • 78402 “Contributi in Conto Capitale a imprese private singole e associate per investimenti in Acquacoltura, Pesca nelle Acque interne, Trasformazione e Commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’Acquacoltura – Programma Operativo Fep 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792; L. 16 Aprile 1987, n. 183) - Mezzi statali” - U.P.B. 1.4.2.3.14388;
  • 78404 “Contributi in Conto Capitale a imprese private singole e associate per investimenti in Acquacoltura, Pesca nelle Acque interne, Trasformazione e Commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’Acquacoltura – Programma Operativo Fep 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792 -Quota regionale” - U.P.B. 1.4.2.3.14384;

Viste le LL.RR.:

  • 15 novembre 2001 n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione della L.R. 7 luglio 1977 n. 31 e della L.R. 27 marzo n. 4” ed in particolare gli artt. 47 e 49;
  • n. 24 del 22/12/2009 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’art. 40 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale 2010-2012”;
  • n. 25 del 22/12/2009 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale 2010-2012”;
  • n. 7 del 23/07/2010 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale 2010-2012. Primo provvedimento generale di variazione”;
  • n. 8 del 23/07/2010 “Assestamento del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale 2010-2012 a norma dell’articolo 30 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento generale di variazione n. 43 del 26 novembre 2001, e successive modificazioni”;
  • n. 43 del 26 novembre 2001 e successive modificazioni;

Dato atto che sono stati attivati gli accertamenti di cui alla legge n. 55 del 19 marzo 1990 “Nuove disposizioni per la prevenzione della delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazioni di pericolosità sociale” e successive modifiche, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 1 del D.P.R. n. 252/98 e che di tale acquisizione si darà atto al momento della liquidazione;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all’art. 47 comma 2, della L.R. n. 40/2001 e che pertanto gli impegni di spesa per gli importi indicati ai punti della parte dispositiva possono essere assunti con il presente provvedimento;

Richiamate le deliberazioni:

  • n. 1057 del 24 luglio 2006, “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale: Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • n. 1663 del 27 novembre 2006, “modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;
  • n. 2416 del 29 dicembre 2008, concernente “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e s.m.;
  • n. 1173 del 17 luglio 2009 recante “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale” 

Dato atto dei pareri allegati. 

determina: 

Per quanto esposto in premessa che qui si intende integralmente richiamato:

1. di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, l’Allegato 1), “Elenco degli ulteriori progetti ammessi a contributo FEP 2007/2013 - ASSE 2 - MISURA 2.3 “Investimenti nei settori della trasformazione e della commercializzazione”– Bando Annualità 2009;

2. di determinare nella misura massima del 40% dell’investimento ammesso la percentuale del contributo da concedere ai progetti di cui all’allegato 1);

3. di concedere ai soggetti di cui all’Allegato 1), parte integrante del presente provvedimento e subordinatamente all’avvenuta verifica del rispetto dei vincoli posto dalla L. 55/90 e succ. mod., contributi in conto capitale per gli importi riportati a fianco di ciascuno, per complessivi € 789.154,40 suddiviso nelle percentuali esplicitate in premessa a fronte di una spesa ammessa di € 1.972.886,00;

4. di imputare la somma complessiva di €.789.154,40 ripartita nel seguente modo:

  • quanto ad €.394.577,20 registrata al n. 2472 di impegno sul Capitolo n. 78400 “Contributi in Conto Capitale a imprese private singole e associate per investimenti in Acquacoltura, Pesca nelle Acque interne, Trasformazione e Commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’Acquacoltura – Programma Operativo Fep 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792 - Mezzi ue.” - U.P.B. 1.4.2.3.14386;
  • quanto ad €.315.661,76 registrata al n. 2473 di impegno sul capitolo n. 78402 “Contributi in Conto Capitale a imprese private singole e associate per investimenti in Acquacoltura, Pesca nelle Acque interne, Trasformazione e Commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’Acquacoltura – Programma Operativo Fep 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; L. 16 APRILE 1987, N.183) - Mezzi Statali” – U.P.B. 1.4.2.3.14388;
  • quanto ad €.78.915,44 registrata al n. 2474 di impegno sul capitolo n. 78404 “Contributi in Conto Capitale a imprese private singole e associate per investimenti in Acquacoltura, Pesca nelle Acque interne, Trasformazione e Commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’Acquacoltura – Programma Operativo Fep 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792 - Quota Regionale” – U.P.B. 1.4.2.3.14384;

a carico del bilancio per l’esercizio 2010 che presenta la necessaria disponibilità;

5. di dare atto che in conformità a quanto previsto dalla citata determinazione n. 2156/2009 (Bando), il Dirigente competente, ai sensi dell’articolo 51 e 52 della Legge Regionale n. 40/01, nonché della delibera n. 2416/2008 ss.mm., provvederà, con propri atti formali alla liquidazione dei contributi concessi ed alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento, secondo le modalità e nel rispetto dei termini previsti al punto 15) della più volte citata determinazione n. 2156/2009 (Bando) nonché nel rispetto del DPR n. 252/98;

6. di dare atto che qualora si rendessero disponibili ulteriori risorse, si procederà per scorrimento con successivi atti, al finanziamento degli altri progetti della graduatoria di cui all’Allegato B) della determinazione 13881/2009 e non rientranti nell’Allegato 1), parte integrante del presente provvedimento;

7. di dare atto che, i beneficiari di cui all’Allegato 1), parte integrante del presente provvedimento sono tenuti a rispettare i Vincoli di alienabilità e destinazione d’uso e gli obblighi, di cui ai punti 16) e 17) del bando  ed in particolare:

  1. non possono vendere o cedere, né distrarre dalla destinazione d’uso prevista dal progetto di investimento, i beni oggetto di finanziamento, nei cinque anni successivi decorrenti dalla data di accertamento amministrativo finale (sopralluogo) effettuato dall’Amministrazione concedente a conclusione dell’intervento;
  2. in caso di vendita, permuta, cessione o distrazione dalla destinazione d’uso, sono obbligati a darne comunicazione all’Amministrazione concedente ed alla restituzione del contributo erogato, maggiorato degli interessi legali;
  3.  in caso di sostituzioni dovute a causa di forza maggiore, sono obbligati comunque a dare comunicazione all’Amministrazione concedente;

8. di dare atto, infine, che per quanto non espressamente previsto dal presente atto si rimanda alla citata determinazione n. 2156/2009 (Bando);

9. di prevedere la pubblicazione del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Il Responsabile del Servizio 

Aldo Tasselli

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it