E-R | BUR

n.205 del 07.07.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

FEAMP 2014-2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 - Approvazione avviso pubblico di attuazione della Misura 1.33 par.1 lett. D) "Arresto temporaneo dell'attività di pesca"- Emergenza COVID-19 - annualità 2021 - Proroga del termine di presentazione delle domande

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio come da ultimo modificato con i Regolamenti (UE) n. 460/2020 del 30/3/2020 e n. 558/2020 e n. 560/2020 del 23/4/2020;

Visti:

- il “Programma operativo FEAMP ITALIA 2014-2020” (PO FEAMP), CCI 2014 IT14MFOP001, approvato dalla Commissione con Decisione di Esecuzione n. C (2015) 8452 del 25 novembre 2015, modificato da ultimo con nota Ares (2020)7530301 dell’11/12/2020 che identifica, tra l'altro, le Regioni quali Organismi intermedi (O.I.) delegati all'attuazione di parte del Programma stesso;

- l’Accordo Multiregionale per l'attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEAMP nell'ambito del PO FEAMP 2014-2020, sul quale è stata sancita l’intesa tra il Mipaaf, le Regioni e le Province autonome protocollo n. 15286 del 20 settembre 2016, in particolare l’allegato 2 che riporta le Misure di competenza esclusiva degli O.I. nonché l'elenco delle Misure a gestione condivisa tra O.I. e Autorità di Gestione (AdG), così come modificato dall’intesa del 6 agosto 2020, repertorio atti 139;

- il Decreto Ministeriale n. 9053167 del 13 agosto 2020 relativo alla riprogrammazione del P.O. FEAMP 2014-2020 ai sensi dell’art. 78, comma 3-novies, del Decreto-Legge n. 18/2020 convertito con modificazioni dalla Legge n. 27/2020;

Viste, inoltre, le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 833 del 6 giugno 2016, recante "Reg. (UE) n. 1303/2013 e Reg. (UE) n. 508/2014. Presa d'atto del Programma Operativo FEAMP ITALIA 2014-2020 e delle disposizioni attuative emanate dall'Autorità di Gestione. Designazione del Referente dell'Organismo intermedio dell'Autorità di Gestione e disposizioni collegate";

- n. 2326 del 22 novembre 2019, avente per oggetto “Aggiornamento Manuale delle Procedure e dei Controlli della Regione Emilia-Romagna in qualità di Organismo Intermedio per le misure delegate in attuazione del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la pesca (FEAMP) 2014/2020”;

- n. 780 del 24 maggio 2021, recante: “FEAMP 2014-2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 - Approvazione Avviso pubblico di attuazione della Misura 1.33 par.1 lett. d) “Arresto temporaneo dell'attività di pesca” - Emergenza Covid-19 - Annualità 2021”

Dato atto che il sopracitato Avviso pubblico al paragrafo 8, fissa il termine di scadenza per la presentazione delle domande al 28/6/2021;

Considerato:

- che alla data odierna sono pervenute due sole domande;

- che le Associazioni più rappresentative del comparto, con specifica nota acquisita gli atti del Servizio al protocollo n. 11/06/2021.0582025., hanno congiuntamente richiesto una proroga dei termini di presentazione della domanda di “…almeno trenta giorni…”;

- che l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 ancora oggi comporta l’adozione di pratiche di contingentamento degli accessi che stanno rallentando l’attività dei potenziali beneficiari della misura, impegnati nella ripresa delle attività commerciali e nell’adempimento degli oneri fiscali in scadenza;

Valutato che, nonostante il differimento del termine richiesto condizioni la programmazione delle attività inerenti l’attuazione del programma si ritiene tuttavia opportuno agevolare la partecipazione di tutti i potenziali soggetti interessati;

Ritenuto, pertanto, di concedere una proroga, fissando il 12/7/2021, quale termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo relative alla misura 1.33 par 1 lett. d) “Arresto temporaneo dell'attività di pesca” - emergenza COVID-19;

Dato atto che la citata Deliberazione n. 780/2021 al punto 3) del dispositivo stabilisce che il Responsabile del Servizio Attività faunistico-venatorie e pesca, in qualità di Referente dell’O.I. Regione Emilia-Romagna dell’Autorità di Gestione, possa disporre “…le eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di contributo…”;

Ritenuto, altresì, in forza della citata proroga, prevedere che il termine ultimo per la presentazione dei quesiti al Servizio Attività faunistico venatorie e pesca sia fissato al 29/6/2021;

Richiamati, in ordine agli obblighi di trasparenza

- il D.lgs. n. 33 del 14 marzo 2013, “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 111 del 28 gennaio 2021, recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023” e in particolare l'allegato D), recante “Direttiva di indirizzi interpretativi 2021-2023;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii., ed in particolare l'art. 37 comma 4;

Richiamate, inoltre, le deliberazioni di Giunta Regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008, "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modificazioni, per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017, “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28 dicembre 2020 recante “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28 dicembre 2020 recante “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della L.R. n. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 3 del 5 gennaio 2021 avente ad oggetto “Proroga della nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e nomina del Responsabile per la transizione digitale regionale”;

- n. 771 del 24 maggio 2021 recante “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Richiamata inoltre la determinazione n. 10333 del 31 maggio 2021 recante “Conferimento di incarichi dirigenziali e proroga di incarichi dirigenziali ad interim nell’ambito della Direzione Generale dell’Agricoltura, Caccia e Pesca”

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

1) di fissare al 12 luglio 2021, il termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo relative alla misura 1.33 par 1 lett. d) Arresto temporaneo dell'attività di pesca” - emergenza COVID-19;

2) di fissare, altresì, al 29 giugno 2021 il termine ultimo per la presentazione dei quesiti al Servizio Attività faunistico venatorie e pesca;

3) di confermare ogni altra disposizione riportata nella deliberazione di Giunta regionale n. 780/2021;

4) di disporre che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

5) di stabilire che il presente provvedimento sia pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, e che si provvederà a darne la più ampia diffusione anche mediante la pubblicazione sul portale E-R Agricoltura, Caccia e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it