E-R | BUR

n.73 del 12.03.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione elenco beneficiari incentivi per l'assunzione di disoccuppati/inoccupati anno 2013 di cui alla deliberazione di Giunta regionale 545/13. Primo provvedimento riguardante le domande pervenute dal 20/5/2013 al 30/9/2013 Province di Reggio Emilia, Modena e Ferarra. Stralcio per quanto riguarda la Provincia di Bologna. Assegnazione e concessione di finanziamento. Assunzione impegno di spesa

IL RESPONSABILE

Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 545 del 6/5/2013 avente ad oggetto “Disposizioni per l'attuazione nell'anno 2013 della misura di agevolazione finanziaria alle imprese ubicate nei comuni colpiti dal sisma 2012 per l'assunzione di disoccupati/inoccupati”, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna telematico (BURERT) il 20/5/2013; 

Dato atto che le domande di incentivo ai sensi della deliberazione di Giunta 545/13 di cui sopra potevano essere presentate alle Province a partire dal 20/5/2013, giorno della pubblicazione del bando nel BURERT come sopra indicato; 

Considerato che l’Allegato parte integrante della suddetta deliberazione 545/13, contiene le disposizioni che disciplinano l’accesso agli incentivi che possono essere richiesti dai datori di lavoro che hanno assunto disoccupati/inoccupati; 

Rilevato che il suddetto Allegato nella Parte III “Modalità di presentazione delle domande di incentivo e relative procedure amministrative. Monitoraggio e controllo” stabilisce che: 

  • le Province effettueranno l’istruttoria di ammissibilità e formeranno gli elenchi delle domande ammissibili e non ammissibili in base alla data di arrivo attestata dal protocollo in entrata;
  • le Province invieranno alla Regione Emilia-Romagna un primo elenco di domande ammissibili e non ammissibili che riguarderà le domande pervenute entro il 30/9/2013;
  • le Province sono tenute a verificare mediante il Sistema Informativo Lavoro dell’Emilia-Romagna (SILER) e altre banche dati la veridicità delle dichiarazioni presentate dalle imprese e altri soggetti per l’accesso agli incentivi e il permanere del possesso del requisito del mantenimento in organico e a fornire le risultanze alla Regione, anche ai fini dell’elaborazione dei report di monitoraggio semestrali; 

Vista altresì la determinazione del Direttore generale Cultura Formazione Lavoro n. 11707 del 23/9/2013 che: 

  • stabilisce i controlli che le Province devono effettuare ai fini dell’ammissibilità delle domande di incentivo;
  • prevede che le graduatorie approvate a seguito del controllo di conformità dell’avvenuta verifica formale ad opera delle Province siano trasmesse al Servizio “Gestione e Controllo delle attività realizzate nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro” per l’erogazione dei finanziamenti; 

Rilevato che, in base a quanto previsto dalla succitata determinazione 11707/13, le Province, con riferimento alle domande di incentivo loro pervenute dal 20/5/2013 al 30/9/2013: 

  • Reggio Emilia, Modena e Ferrara hanno effettuato le verifiche formali amministrative e la contestuale compilazione degli esiti del controllo nel software dedicato, in base alle Disposizioni contenute nella delibera 545/13, sul 100% delle domande, dichiarando ammissibili n. 58 domande, di cui hanno inviato al Servizio Lavoro gli elenchi, congiuntamente all’elenco delle domande non ammissibili, e tali domande sono state acquisite agli atti del Servizio medesimo;
  • Bologna ha espletato le procedure di cui sopra su parte delle domande che le sono pervenute dichiarando ammissibili n. 19 domande, di cui ha inviato al Servizio Lavoro l’elenco, congiuntamente all’elenco delle domande non ammissibili a tutt’oggi istruite, e tali domande sono state acquisite agli atti del Servizio medesimo;

Considerato che il Servizio Lavoro ha verificato la corretta e completa realizzazione dei controlli di ammissibilità e della relativa registrazione degli esiti effettuata dalle Province di cui sopra; 

Evidenziato che:

  • non è possibile ammettere a finanziamento le domande di incentivo prot. n. 85655 del 14/8/2013 dell’importo di Euro 10.500,00 di JACK SOFT SRL e prot. n. 97804 del 27/9/2013 dell’importo di Euro 10.500,00 di MODENA SPIRITS SRL dichiarate ammissibili dalla Provincia di Modena a causa delle dimissioni dei lavoratori a cui le domande fanno riferimento;
  • la dimissione relativa a Jack Soft Srl è avvenuta in data precedente alla dichiarazione di ammissibilità della Provincia di Modena e ha quindi richiesto il provvedimento di rettifica dell’ammissibilità in non ammissibilità da parte della Provincia medesima;
  • la dimissione relativa a Modena Spirits Srl è avvenuta in data successiva alla dichiarazione di ammissibilità della Provincia di Modena, senza che sia maturato alcun diritto all’incentivo, in base a quanto stabilito nella Parte I “Condizioni per il mantenimento del diritto agli incentivi ai soggetti beneficiari” dell’Allegato parte integrante della deliberazione 545/13; 

Evidenziato altresì che non è possibile ammettere a finanziamento la domanda prot. n. 104818 del 10/7/2013 dell’importo di Euro 12.000,00 di Gemtec Srl, già dichiarata ammissibile dalla Provincia di Bologna, in ragione della dichiarazione di rinuncia all’incentivo pervenuta da parte dell’impresa e acquisita agli atti del Servizio Lavoro; 

Richiamato il D.L. 6 luglio 2012 n. 95 “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini” convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012 n. 135, ed in particolare l’art. 4, comma 6: «A decorrere dal 1° gennaio 2013 le pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001possono acquisire a titolo oneroso servizi di qualsiasi tipo, anche in base a convenzioni, da enti di diritto privato di cui agli articoli da 13 a 42 del codice civile esclusivamente in base a procedure previste dalla normativa nazionale in conformità con la disciplina comunitaria.

Gli enti di diritto privato di cui agli articoli da 13 a 42 del codice civile, che forniscono servizi a favore dell’amministrazione stessa, anche a titolo gratuito, non possono ricevere contributi a carico delle finanze pubbliche. Sono escluse le fondazioni istituite con lo scopo di promuovere lo sviluppo tecnologico e l’alta formazione tecnologica e gli enti e le associazioni operanti nel campo dei servizi socio assistenziali e dei beni ed attività culturali, dell’istruzione e della formazione, le associazioni di promozione sociale di cui alla legge 7

dicembre 2000, n. 383, gli enti di volontariato di cui alla legge 11agosto 1991, n. 266, le organizzazioni non governative di cui alla legge 26 febbraio 1987, n. 49, le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381, le associazioni sportive dilettantistiche di

cui all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, nonché le associazioni rappresentative, di coordinamento o di supporto degli enti territoriali e locali»; 

Evidenziato che, ai sensi del suddetto art. 4 comma 6 sulla base delle verifiche effettuate dalla Provincia di Ferrara la Fondazione di cui all’Allegato 2 della presente determina è esclusa dall’applicazione dell’art. 4, comma 6 del D.L. 95/2012 in quanto rientrante nelle categorie di esclusione sopra citate; 

Ritenuto opportuno adottare per quanto riguarda le domande di incentivo pervenute alle Province dal 20/5/2013 al 30/9/2013 e dalle stesse dichiarate ammissibili un primo provvedimento di ammissione a finanziamento; 

Evidenziato altresì che le Province di Reggio Emilia, Modena e Ferrara e la Regione Emilia-Romagna per quanto riguarda la Provincia di Bologna hanno acquisito i documenti unici di regolarità contributiva (DURC) e che tali documenti sono in corso di validità; 

Dato atto quindi che, in ragione di quanto più sopra specificato, il quadro delle domande pervenute alle Province dal 20/5/2013 al 30/9/2013 ammesse a finanziamento è il seguente: 

Provincia

Numero

Importo incentivi in €

Reggio Emilia

 2

21.000,00

Modena

36

393.000,00

Bologna

18

164.500,00 

Ferrara

18

176.000,00

Totale

74

754.500,00

Dato atto altresì che le risorse messe a disposizione sul Bilancio regionale per l’esercizio 2014 per l’erogazione degli incentivi di cui alla succitata deliberazione 545/13 rientrano nell’ambito della disponibilità complessiva del Programma operativo regionale Fondo sociale europeo (POR FSE) 2007/2013 Asse 2 Occupabilità riprogrammato;

Viste le Leggi Regionali:

– 40/01 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo1972, n. 4”;

– 43/01 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm;

– 28/13 "Legge finanziaria regionale adottata, a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 e del Bilancio pluriennale 2014 - 2016”;

– 29/2013 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2014 e del Bilancio pluriennale 2014 - 2016"; 

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all’art. 47, comma 2,della L.R. 40/01 e che pertanto gli impegni di spesa possano essere assunti con il presente atto; 

Visti: 

– il DLgs 6 settembre 2011, n. 159 ed in particolare l’art. 83, comma 3, lett. e);

– la Legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e ss.mm;

– la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante“ Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art.3 della L. 13 agosto 2010, n. 136”;

– l'art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica Amministrazione”; 

Dato atto che il Codice Unico di Progetto (CUP) assegnato dalla competente struttura ministeriale per i progetti di Investimento pubblico oggetto del presente provvedimento è indicato negli elenchi di cui agli Allegati 1 e 2 a fianco di ciascun beneficiario; 

Richiamate infine le deliberazioni della Giunta regionale: 

– 1057/06 "Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali";

– 1663/06 "Modifiche all'assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";

– 2416/08 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”ss.mm;

– 1377/10 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali” così come rettificata dalla delibera n.1950/2010;

– 1222/11 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziali (decorrenza 1/8/2011)”;

– 1642/11 “Riorganizzazione funzionale di un servizio della Direzione Generale Cultura, Formazione e Lavoro e modifica all’autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l’Agenzia sanitaria e sociale regionale”;

– 221/12 “Aggiornamento alla denominazione e alla declaratoria di un Servizio della Direzione Generale Cultura, Formazione e Lavoro”;

Visto il DLgs 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni”, nonché la deliberazione di Giunta n. 1621 del 11 novembre 2013 e n. 68 del 27 gennaio 2014;

Dato atto dei pareri allegati; 

determina: 

1) di approvare, per le motivazioni esposte in premessa e che qui si intendono integralmente riportate, l’elenco dei beneficiari di incentivi per l’assunzione di disoccupati/inoccupati anno 2013, corrispondenti a n. 74 domande pervenute alle Province di Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara dal 20/5/2013 al 30/9/2013 dalle stesse dichiarate ammissibili, il cui elenco è contenuto negli Allegati 1 e 2, parti integranti della presente determina;

2) di ammettere a finanziamento per un importo complessivo di Euro 754.500,00 le domande corrispondenti ai  beneficiari contenuti negli Allegati 1 e 2 parti integranti della presente determinazione, secondo il riparto ivi indicato; 

3) di impegnare la somma complessiva di Euro 754.500,00 come segue: 

  • quanto a Euro 321.036,00, riferiti ai beneficiari di cui all’Allegato 1, registrata al numero di impegno 483 sul capitolo 75531 “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma operativo 2007-2013 - contributo CE sul FSE (REG. CE 1083 del 11 luglio 2006; Dec. C(2007) 5327 del 26 ottobre 2007)” - UPB.1.6.4.2.25264;
  • quanto a Euro 422.964,00, riferiti ai beneficiari di cui all’Allegato 1, registrata al numero di impegno 484 sul capitolo 75543 “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma operativo 2007- 2013 (L. 16 aprile 1987, n. 183; delibera CIPE del 15 giugno 2007 n. 36; Dec. C(2007) 5327 del 26 ottobre 2007) - Mezzi statali” - UPB. 1.6.4.2.25265;
  • quanto a Euro 4.530,75, riferiti ai beneficiari di cui all’Allegato 2, registrata al numero di impegno 485 sul capitolo 75529 “Assegnazione agli enti di formazione, istituzioni e associazioni senza fine di lucro per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. Programma operativo 2007-2013 - Contributo CE sul FSE (Reg. CE 1083 dell’11 luglio2006; Dec C(2007) 5327 del 26 ottobre 2007)” - UPB1.6.4.2.25264;
  • quanto a Euro 5.969,25, riferiti ai beneficiari di cui all’Allegato 2, registrata al numero di impegno 486 sul capitolo 75541 “Assegnazione agli enti di formazione, istituzioni e associazioni senza fine di lucro per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. Programma operativo 2007-2013 - (L. 16 aprile 1987, n.183; Delibera CIPE del 15 giugno 2007, n.36; DEC C(2007) 5327 del 26 ottobre 2007) - Mezzi statali” - UPB 1.6.4.2.25265;

del Bilancio per l’esercizio finanziario 2014 dotato della necessaria disponibilità;

4) di dare atto che il Codice Unico di Progetto (CUP) assegnato dalla competente struttura ministeriale per i progetti di investimento pubblico oggetto del presente provvedimento è indicato nell’ elenco di cui agli Allegati 1 e 2 parti integranti della presente determina, a fianco di ciascun beneficiario;

5) di dare atto che il Responsabile del Servizio “Gestione e controllo delle attività realizzate nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro” provvederà con propria determinazione alla liquidazione, ai sensi dell’art. 51, comma 3 della L.R. 40/01 e della deliberazione di Giunta 2416/08 e ss.mm, in un’unica soluzione ai beneficiari degli incentivi di cui agli Allegati 1 e 2 per la somma complessiva di Euro 754.500,00 di cui al precedente punto 2), al ricevimento da parte dei beneficiari di apposita garanzia fideiussoria - redatta secondo lo schema di cui al D.M. 22 aprile 1997 - per l’importo pari al valore complessivo degli incentivi loro concessi e relativamente al periodo di riferimento; 

6) di stabilire che le eventuali rideterminazioni e le revoche degli incentivi per i beneficiari di cui al precedente punto 2) saranno adottate con appositi provvedimenti del dirigente competente; 

7) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT); 

8) di dare atto infine che secondo quanto previsto dal DLgs 14 marzo 2013, n. 33 e sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti di cui alle deliberazioni 1621/13 e 68/14, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati. 

Il Responsabile del Servizio

Paola Cicognani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it