E-R | BUR

n.387 del 27.11.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei giorni 13 e 14 ottobre 2014 nei territori delle province di Parma e Piacenza - Rettifica deliberazione 1073/2019 - OCDPC202/2014

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Visti:

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile";

- la legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni”, ed in particolare l'art. 19 “Riordino delle funzioni amministrative. Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile” che prevede, tra l’altro, la ridenominazione dell'Agenzia regionale di protezione civile in “Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- il Decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 “Codice della protezione civile”; 

Premesso che: 

- il 13 e 14 ottobre 2014 il territorio delle Province di Parma e Piacenza, è stato colpito da eccezionali avversità atmosferiche che hanno provocato numerosi fenomeni franosi, l'esondazione di corsi d'acqua ed estesi allagamenti con conseguenti danneggiamenti ad edifici pubblici e privati, alle opere di difesa idraulica, alle infrastrutture viarie ed alle attività produttive;

- detta situazione di emergenza per intensità ed estensione ha richiesto l’utilizzo di poteri straordinari tali per cui è stato dichiarato con Delibera del 30 ottobre 2014 dal Consiglio dei Ministri lo stato di emergenza e disposta dal Capo del Dipartimento di Protezione civile l’Ordinanza n. 202/2014;

Vista, in particolare, la Deliberazione di Giunta regionale n. 1073 del 1/7/2019 con la quale:

- si approva il Piano degli interventi per il superamento della situazione di criticità determinatasi a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche che nei giorni 13 e 14 ottobre 2014 hanno colpito il territorio delle province di Parma e Piacenza per € 1.349.404,97, comprensivo delle disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi e per la rendicontazione della spesa;

- si approva la tabella all’Allegato 1 parte integrante del provvedimento sopracitato relativa agli interventi in via di ultimazione, derivanti da Piani precedentemente approvati ed ammontanti a complessivi € € 467.259,13;

- si autorizza il Direttore dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, in qualità di soggetto responsabile ai sensi dell’art n. 1, comma 2, dell’OCDPC n. 308 del 30 dicembre 2015 al trasferimento delle risorse finanziarie giacenti sulla contabilità speciale 5862 sul Bilancio dell’Agenzia ammontante a complessivi € 1.816.664,10 di cui € 1.349.404,97 necessarie per l’attuazione del Piano degli interventi sopracitato e € 467.259,13 necessarie per il completamento degli interventi in via di ultimazione;

Dato atto che:

- nella tabella all’Allegato 1 della deliberazione n. 1073/2019 sopra citata, ai codici degli interventi 11342 e 11343 nella colonna “Ente attuatore” è stato riportato, per mero errore materiale, l’“ex Servizio Tecnico dei bacini affluenti Po ora Servizio Area Affluenti Po”, Servizio in capo all’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile;

- l’ente attuatore corretto, in attuazione del Piano dei primi interventi urgenti dell’Ordinanza di Protezione civile n.202/2014, relativamente agli interventi con codici 11342 e 11343, è AIPO anziché l’ex Servizio Tecnico dei bacini affluenti Po ora Servizio Area Affluenti Po; 

Ritenuto, pertanto, necessario rettificare la sopra citata Deliberazione n. 1073/2019 sostituendo la tabella all’Allegato 1 parte integrante e sostanziale della stessa, con la sua versione corretta, allegata quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; 

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- n. 1129/2017 con cui è stato rinnovato fino al 31 dicembre 2020 l’incarico di Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile al dott. Maurizio Mainetti, conferito con DGR. n. 1080/2012 e prorogato con DGR n. 2260/2015;

- n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001” con la quale è stato conferito fino al 30 giugno 2020 l’incarico di Direttore generale “Cura del territorio e dell’ambiente” al Dott. Paolo Ferrecchi;”

- n. 702 del 16 febbraio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe della stazione appaltante”;

Richiamate infine:

- il D.Lgs. n. 33/2013 «Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni» così come modificato e integrato dal D.lgs. n. 97/2016;

- la propria deliberazione n. 122/2019 “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021 e l’allegata Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. lgs. n.33/2013, in attuazione del Piano stesso;

- la propria deliberazione n. 468/2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale del 13 ottobre 2017, PG/2017/0660476 e PG/2017/0779385 del 21/12/2017, riguardanti le disposizioni attuative della sopracitata DGR n. 486/2017;

- la determinazione n. 700 del 28/2/2018 dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile “Recepimento della deliberazione di Giunta regionale n. 468/2017 recante ”Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- la D.D. n.2204 del 22/6/2018 “Modifiche all’assetto organizzativo dell’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la D.G.R. n. 979 del 25/6/2018 “Approvazione delle modifiche organizzative dell’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la D.D. n. 2238 del 26/6/2018 “Rinnovo incarichi dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la D.G.R. n. 1059 del 3/7/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell’ambito delle Direzioni generali, Agenzie ed Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’Anagrafe per la Stazione Appaltante (RASA)e del Responsabile della Protezione dei Dati (DPO)”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla “Difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna”;

A voti unanimi e palesi 

delibera:

per le ragioni espresse in parte narrativa che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. di approvare la tabella all’Allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, in cui si riporta ai codici degli interventi 11342 e 11343 l’ente attuatore corretto AIPO; 
  2. di sostituire integralmente la tabella all’Allegato 1 di cui alla propria Deliberazione n. 1073/2019 in premessa richiamata con la tabella all’Allegato 1 parte integrante del presente provvedimento; 
  3. di confermare in ogni altra sua parte la sopra citata propria Deliberazione n. 1073/2019; 
  4. di dare atto che la presente deliberazione è soggetta alle medesime pubblicazioni della propria Deliberazione n. 1073/2019; 
  5. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa; 
  6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e, altresì, nel sito web istituzionale della protezione civile regionale al seguente indirizzo: http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/piani-sicurezza-interventi-urgenti/ordinanze-piani-e-atti-correlati-dal-2008/eccezionali-eventi-atmosferici-del-13-e-14-ottobre-2014

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it