E-R | BUR

n.266 del 03.12.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Disposizioni relative alla rendicontazione della spesa ed alla erogazione delle somme spettanti per gli interventi provvisionali e di messa in sicurezza urgenti di cui alle ordinanze commissariali n. 18/2012, 20/2012, 27/2012, 37/2012, 47/2012, 55/2012 e 71/2012. Ricognizione degli interventi e delle disposizioni procedurali ivi previste, come integrate e modificate dalla presente ordinanza

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L.n. 74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/2012

Il Presidente

VISTI:

- la delibera del Consiglio dei Ministri del 22 maggio 2012, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza, per la durata di 60 giorni ovvero fino al 21 luglio 2012, in conseguenza dell’evento sismico del 20 maggio 2012 che ha colpito il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova;

- la delibera del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza per la durata di 60 giorni ovvero fino al 29 luglio 2012 in conseguenza dell’evento sismico del 29 di maggio 2012 che ha colpito, oltre alle province sopra indicate, la province di Reggio Emilia e Rovigo;

VISTO il decreto legge 6 giugno 2012, n. 74 “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122 del 1 agosto 2012, con il quale lo stato di emergenza dichiarato con le richiamate delibere del Consiglio dei Ministri del 22 e del 30 maggio 2012 è stato prorogato fino al 31 maggio 2013 e i Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto sono stati nominati Commissari delegati per la ricostruzione, l’assistenza alle popolazioni e la ripresa economica nei territori dei comuni colpiti;

VISTO in particolare l’art. 2, comma 1, del decreto legge n. 74/2012 che ha istituito il Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012, le cui risorse sono assegnate su apposite contabilità speciali intestate ai Commissari delegati ai sensi del comma 6 di tale articolo;

RICHIAMATE le proprie ordinanze n. 18 del 3/8/2012, n. 20 del 7/8/2012, n. 27 del 23/8/2012, n. 37 del 10/9/2012, n. 47 del 25/9/2012, n. 55 del 10/10/2012 e n. 71 del 13/11/2012, con le quali sono state autorizzate - a valere sulle risorse rivenienti dal Fondo per la ricostruzione e nei limiti delle somme assegnate allo scrivente in qualità di Commissario delegato - le spese finalizzate agli interventi provvisionali e di messa in sicurezza urgenti da eseguirsi a cura dei soggetti attuatori indicati in corrispondenza di ciascuno degli interventi elencati nelle tabelle rispettivamente allegate alle ordinanze medesime;

DATO ATTO che con le ordinanze richiamate:

- sono state fornite indicazioni e disposizioni procedurali per la realizzazione degli interventi;

- per taluni degli interventi autorizzati si è reso necessario, per le ragioni ivi indicate, procedere ad annullamento degli stessi, alla relativa rimodulazione finanziaria o alla individuazione di un soggetto attuatore diverso da quello originariamente individuato;

- si è provveduto a rinviare ad un successivo provvedimento commissariale la definizione delle procedure per la rendicontazione e la liquidazione delle somme spettanti ai soggetti attuatori nei limiti degli importi autorizzati in corrispondenza di ciascuno degli interventi specificati nelle suddette tabelle

VISTE:

- l’Ordinanza Commissariale n. 18 del 3 agosto 2012, nella quale sono stati autorizzati gli interventi con numero progressivo: 

 - 24 “Cerchiatura e chiusura delle lesioni sui muri del campanile della Chiesa di San Michele Arcangelo di Novi sito in via Achille Grandi n. 42 con la tecnica delle cuciture armate. Tale intervento consente il rientro della popolazione in 2 alloggi, la riapertura di via Grandi e l'accessibilità al cimitero.”

- 76 “Messa in sicurezza Campanile della Chiesa di Santa Caterina di Alessandria di Rovereto sulla Secchia. Cerchiatura del campanile e cucitura armata delle lesioni sui muri del campanile”

- l’Ordinanza Commissariale n. 71 del 13 novembre 2012, nella quale sono stati autorizzati gli interventi con numero progressivo: 

 - 46 “Intervento provvisionale urgente sul Castello dei Pico della Mirandola mediante puntellamento, sbadacchiatura e centinatura dell'ala sud-est (prospicente piazza Marconi angolo piazza Cositutente) e tirantatura dell'ala ad ovest (prospicente i viali di circonvallazione), a salvaguardia della pubblica incolumità.”

- 52 “Interventi provvisionali urgenti di puntellamento della Chiesa Madonna della neve di Quarantoli a salvaguardia della pubblica incolumità”

VISTE, le richieste di cambio di Ente Attuatore degli interventi, identificati ai punti precedenti con numero progressivo 24 e 76 dell’Ordinanza Commissariale n. 18 del 3 agosto 2012, e con numero progressivo 46 e 52 dell’Ordinanza Commissariale n. 71 del 13 novembre 2012, inoltrate d’intesa tra soggetto attuatore uscente e soggetto attuatore subentrante, trattenute agli atti dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile;

RITENUTO, pertanto di procedere al cambio di Ente Attuatore degli interventi in parola come ratificato nell’allegato documento “Disposizioni relative alla rendicontazione della spesa ed alla erogazione delle somme spettanti per gli interventi provvisionali e di messa in sicurezza urgenti di cui alle ordinanze commissariali n. 18/2012, n. 20/2012, n. 27/2012, n. 37/2012, n. 47/2012, n. 55/2012 e n. 71/2012. Ricognizione degli interventi e delle disposizioni procedurali ivi previste, e relative integrazioni e modificazioni”, parte integrante e sostanziale della presente ordinanza;

RITENUTO, di procedere alla definizione delle procedure per la rendicontazione e la liquidazione delle somme spettanti ai soggetti attuatori;

RITENUTO, altresì, di procedere, per esigenze di semplificazione del quadro procedurale, oltre che ad una ricognizione di tutti gli interventi e relativi oneri finanziari autorizzati con le proprie richiamate ordinanze n. 18/2012, n. 20/2012, n. 27/2012, n. 37/2012, n. 47/2012, n. 55/2012 e n. 71/2012, ad una ricognizione delle indicazioni e disposizioni procedurali ivi già previste, con le integrazioni e modificazioni valutate nel frattempo necessarie, come da allegato, parte integrante e sostanziale del presente atto, quale documento unitario ed organico di riferimento per i soggetti attuatori; 

EVIDENZIATO che il presente atto va trasmesso alla Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna ai fini del controllo preventivo di legittimità previsto dalla legge n. 20/1994;

VISTI:

- la legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del Servizio nazionale di protezione civile”;

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- il decreto legge 15 maggio 2012, n. 59 “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2012, n. 100;

- il decreto legge 6 giugno 2012, n. 74 “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122 del 1 agosto 2012;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile";

DISPONE

1. di approvare l’allegato documento, recante “Disposizioni relative alla rendicontazione della spesa ed alla erogazione delle somme spettanti per gli interventi provvisionali e di messa in sicurezza urgenti di cui alle ordinanze commissariali n. 18/2012, n. 20/2012, n. 27/2012, n. 37/2012, n. 47/2012, n. 55/2012 e n. 71/2012. Ricognizione degli interventi e delle disposizioni procedurali ivi previste, e relative integrazioni e modificazioni”, parte integrante e sostanziale della presente ordinanza;

2. di ratificare, per le ragioni espresse in premessa, il cambio degli Enti Attuatori degli interventi identificati con numero progressivo 24 e 76 dell’Ordinanza Commissariale n. 18 del 3 agosto 2012, e con numero progressivo 46 e 52 dell’Ordinanza Commissariale n. 71 del 13 novembre 2012, come rappresentato nell’allegato di cui al punto precedente della presente ordinanza;

3. di inviare la presente ordinanza alla Corte dei Conti per il controllo preventivo di legittimità ai sensi della legge n. 20/1994;

4. di pubblicare la presente ordinanza nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT);

5. di pubblicare l’allegato documento di cui al precedente punto 1 e la presente ordinanza nei siti internet della Regione Emilia-Romagna e dell’Agenzia regionale di Protezione Civile.

Bologna, 23 novembre 2012

Il Commissario Delegato

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it