E-R | BUR

n.6 del 09.01.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. CE 1234/2007 - Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo - Approvazione Programma Operativo 2014 con valenza di Avviso pubblico Misura 7 "Investimenti" - Area sisma

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, del 22 ottobre 2007, recante organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM), come modificato dal Regolamento (CE) n. 491/2009 del Consiglio, del 25 maggio 2009;

- il Regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione, del 28 giugno 2008, recante modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo, in ordine ai programmi di sostegno, agli scambi con i paesi terzi, al potenziale produttivo e ai controlli nel settore vitivinicolo;

- il Regolamento (CE) n. 568/2012 della Commissione, del 28 giugno 2012 che modifica il Regolamento (CE) n. 555/2008 per quanto riguarda la presentazione dei programmi di sostegno nel settore vitivinicolo;

- il Programma Nazionale di Sostegno nel settore del vino, predisposto sulla base dell’accordo intervenuto in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano in data 20 marzo 2008, inviato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali alla Commissione Europea il 30 giugno 2008 e successive modifiche ed integrazioni;

- il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n. 1831 del 4 marzo 2011 recante “Disposizioni nazionali di attuazione dei Regolamenti (CE) n. 1234
/2007 del Consiglio e (CE) n. 555/2008 della Commissione per quanto riguarda l’applicazione della Misura degli Investimenti”, come da ultimo modificato dal Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n. 294 del 10 ottobre 2012;

Visto inoltre il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;

Visto il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (PSR) della Regione Emilia-Romagna nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione C(2012) 9650 del 13 dicembre 2012 (Versione 8) - della quale si è preso atto con deliberazione n. 2021 del 28 dicembre 2012 - quale risultante dalle modificazioni proposte con deliberazioni n. 1395 del 27 settembre 2012 e dal negoziato condotto con i Servizi della Commissione della Direzione generale Agricoltura, Economia ittica, Attività faunistico venatorie;

Rilevato che il PSR è stato oggetto di successive modifiche (Versione 9), approvate con deliberazione n. 1036 del 23 luglio 2013;

Preso atto che il citato Decreto n. 1831/2011, come da ultimo modificato dal Decreto n. 294/2012 prevede:

- la concessione di un sostegno per investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trasformazione, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa;

- l’adozione da parte delle Regioni delle determinazioni per applicare la Misura Investimenti, ivi compresa l’individuazione di eventuali ulteriori condizioni di ammissibilità e/o di esclusione dal contributo, nonché specifici criteri di priorità;

Atteso:

- che le operazioni individuate e riportate nel citato Decreto Ministeriale n. 1831/2011, come modificato dal Decreto Ministeriale n. 294/2012, sono redatte in coerenza con i criteri di demarcazione e complementarietà definiti nella II parte del PSR - versione 8 - Capitolo 10. “Informazioni sulla complementarietà con le Misure finanziate dagli altri strumenti della Politica Agricola Comune, attraverso la Politica di Coesione nonché dallo strumento comunitario di sostegno della pesca”;

- che con la predetta modifica al PSR (versione 9) si è inoltre stabilito che, a partire dal 1° luglio 2013 e fino al termine della programmazione, il Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo, intervenga per tutte le tipologie di intervento previste nell’ambito della Misura 121 e che, di conseguenza, nell’ambito del PSR la suddetta Misura non verrà attivata a favore del settore vitivinicolo;

Visto il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n. 3525 del 21 maggio 2013 recante “Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo - Ripartizione della dotazione finanziaria relativa all’anno 2014” che ha ripartito tra le Regioni, relativamente all’anno 2014, la dotazione finanziaria per l’attuazione della Misura Investimenti, assegnando alla Regione Emilia-Romagna la somma di Euro 3.782.607,00;

Visto altresì l’art. 5 “Aiuti di Stato per il rilancio del settore agricolo ed agroindustriale nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012” della L.R. n. 9 del 25 luglio 2013 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2011, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013 e del Bilancio pluriennale 2013-2015. Primo provvedimento generale di variazione” che prevede:

- al comma 2 che, per finalità di rilancio del settore agricolo ed agroindustriale nelle zone colpite dal sisma di cui all’art. 14 del D.L. 74/2012, la Regione è autorizzata ad attivare aiuti di Stato aggiuntivi sulla Misura “Investimenti” in favore delle imprese di trasformazione e commercializzazione prevista dal Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo con le stesse modalità e condizioni previsti dal Programma Nazionale stesso;

- al comma 3 che, per la realizzazione degli interventi di cui al comma 2, è autorizzata per l’esercizio 2013 una spesa di Euro 5.000.000,00 sul Capitolo 18371 “Trasferimento all'Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna per il pagamento degli aiuti di Stato sulla Misura 'Investimenti' del Programma Nazionale di Sostegno del settore vitivinicolo nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012. Interventi in capitale (Regg. CE 1234/2007, 479/2008 e 555/2008)” afferente alla Unità Previsionale di Base 1.3.1.3.6469 “Interventi a sostegno delle aziende agricole”;

- al comma 4 che all'erogazione degli aiuti spettanti ai beneficiari degli aiuti di cui al comma 2 provvede l'Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna di cui alla L.R. 21/2001 in qualità di Organismo pagatore della Misura "Investimenti" del Programma Nazionale di Sostegno del settore vitivinicolo;

Preso atto che con deliberazione n. 1119 del 2 agosto 2013 è stato approvato il primo Programma Operativo per la concessione di aiuti a valere sulla Misura “Investimenti” inclusa nel Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo per investimenti in aree escluse dal sisma, a valere sulle risorse nazionali;

Atteso che con nota con protocollo n. PG.2013.0223889 del 17/9/2013 si è provveduto a comunicare al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali l’integrazione finanziaria di € 5.000.000,00 alla dotazione regionale prevista dal Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo per l’anno 2014, approvato con Decreto Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n. 3525 del 21 maggio 2013;

Rilevato che in esito al completamento dell’istruttoria sull’avviso pubblico di cui alla deliberazione n. 1119/2013 residuano 797.675,84 Euro che possono essere destinati ad analoghi interventi dell’area sisma;

Ritenuto pertanto di procedere con la presente deliberazione all’approvazione del secondo Programma Operativo - con contestuale funzione di Avviso pubblico - per la concessione di aiuti a valere sulla Misura “Investimenti” inclusa nel Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo per investimenti nelle aree colpite dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, a valere sulle risorse nazionali e regionali, nella formulazione allegata al presente atto quale parte integrante e sostanziale;

Considerato infine che l’intervento in oggetto rientra a tutti gli effetti fra quelli previsti dall’articolo 2, lettera l) della L.R. n. 15 del 30 maggio 1997 in quanto - ai fini della massima efficacia della scelta programmatoria - occorre prevedere una gestione diretta a livello regionale;

Ritenuto, infine, necessario per semplificare la fase gestionale, prevedere che eventuali specifiche disposizioni tecniche ad integrazione e/o chiarimento di quanto indicato nel Programma Operativo oggetto della presente deliberazione ed eventuali modifiche ai tempi fissati per il procedimento amministrativo possano essere assunte con determinazione del Direttore generale Agricoltura, Economia ittica, Attività faunistico-venatorie;

Visti:

- il DLgs 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la propria deliberazione n. 1621 dell’11 novembre 2013 recante “Indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal DLgs 14 marzo 2013, n. 33”;

Richiamate infine:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

- la deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adeguamenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento ed aggiornamento della delibera n. 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione n. 1950 del 13 dicembre 2010 recante “Revisioni della struttura organizzativa della Direzione generale Attività produttive, Commercio e Turismo e della Direzione generale Agricoltura”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore Agricoltura Tiberio Rabboni;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2) di approvare - nella formulazione di cui all’Allegato 1 al presente atto - il Programma Operativo della Misura 7 Investimenti, Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo, per investimenti in aree colpite da sisma del 20 e 29 maggio 2012, a valere sulle risorse nazionali di cui al Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n. 3525 del 21 maggio 2013 e regionali previste all’art. 5 “Aiuti di Stato per il rilancio del settore agricolo ed agroindustriale nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012” della L.R. n. 9 del 25 luglio 2013 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2011, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013 e del Bilancio pluriennale 2013-2015. Primo provvedimento generale di variazione”;

3) di dare atto che la gestione del Programma di cui al precedente punto 2) è di competenza diretta del’Amministrazione regionale in quanto l’intervento rientra, a tutti gli effetti, fra quelli previsti dall’articolo 2, lettera l) della L.R. n. 15 del 30 maggio 1997;

4) di stabilire che eventuali specifiche disposizioni tecniche ad integrazione e/o chiarimento di quanto indicato nel Programma Operativo di cui al punto 2) ed eventuali modifiche ai tempi fissati per il procedimento amministrativo siano disposte con determinazione del Direttore generale Agricoltura, Economia ittica, Attività faunistico-venatorie;

5) di dare atto che - secondo quanto previsto dal DLgs 14 marzo 2013, n. 33 e sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione della Giunta regionale n. 1621/2013 - il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

6) di disporre infine la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando mandato al Servizio Aiuti alle imprese di provvedere all’invio dello stesso al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ad Agea e ad Agrea, ai sensi di quanto disposto dal Decreto Ministeriale n. 1831 del 4 marzo 2011.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it