E-R | BUR

n.162 del 04.06.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 31 maggio 2002, n. 9 s.m.s. - Decreto di piena attuazione della delega al Comune di Cattolica (RN) delle funzioni amministrative in materia di demanio marittimo e di zone del mare territoriale

IL PRESIDENTE

Viste:

- la Legge regionale 31 maggio 2002, n. 9 recante "Disciplina delle funzioni amministrative in materia di demanio marittimo e di zone del mare territoriale" e successive modifiche;

- la delibera del Consiglio regionale 6 marzo 2003, n. 468 recante "Direttive per l'esercizio delle funzioni amministrative in materia di demanio marittimo e di zone del mare territoriale ai sensi dell'art. 2 co. 2 della L.R. 9/02";

- la delibera della Giunta regionale 17 marzo 2003, n. 436 recante "Modalità di trasferimento dei registri delle concessioni esistenti rinnovate e delle domande di concessione in istruttoria ai sensi dell'art. 10, comma 3 della L.R. 9/02";

- la determinazione del Direttore generale Attività produttive, Commercio, Turismo 20 marzo 2003, n. 3093 e successive modificazioni recante "Nomina, composizione e modalità di funzionamento della Commissione di cui al paragrafo 6.1.3 del Capo VI della delibera consiliare n. 468 del 6/3/2003";

- la determinazione del Direttore generale Attività produttive, Commercio, Turismo 24 gennaio 2007, n. 594 recante “Rinnovo composizione e modalità di funzionamento della Commissione di valutazione della conformità dei Piani dell’Arenile dei Comuni costieri in conformità al paragrafo 6.1.3 Capo VI delle direttive contenute nella delibera consiliare n. 468 del 6/3/2003”.

- la determinazione del Direttore generale alle Attività produttive, Commercio, Turismo del 17 luglio 2009 n. 7899 con cui si è provveduto alla modifica della composizione ed alla modalità di funzionamento della Commissione di cui sopra;

- la delibera di Giunta n. 1950 del 13 dicembre 2010 “Revisioni della struttura organizzativa della Direzione generale Attività produttive, Commercio e Turismo e della Direzione generale Agricoltura”;

Premesso che:

- l'art. 10, comma 3 della L.R. 31 maggio 2002, n. 9 prevede che il conferimento ai Comuni delle funzioni di cui all'art. 3, comma 3, lett. a) ovvero il rilascio, il rinnovo, la modificazione e la revoca delle concessioni demaniali marittime a finalità turistico-ricreative, nonché le connesse funzioni di vigilanza di cui all'art. 7 della legge, acquista efficacia previo adeguamento dei Piani dell'arenile comunali alle Direttive, con il trasferimento dei registri delle concessioni esistenti rinnovate e delle domande di concessione poste in istruttoria. A tal fine la Giunta regionale adotta una deliberazione contenente le modalità del suddetto trasferimento e, in esecuzione di detta deliberazione, il Presidente della Giunta regionale adotta appositi atti di attuazione del trasferimento e di attribuzione delle funzioni;

- il Capo VI, paragrafo 6.1.3 della deliberazione del Consiglio regionale 468/03, prevede che il Piano dell'arenile adottato dal Consiglio comunale sia trasmesso alla Regione ai fini della valutazione in ordine alla conformità dello stesso alle Direttive ai fini della tutela degli interessi del pubblico demanio marittimo e che il relativo parere vincolante è reso dalla Giunta regionale sentita una apposita Commissione nominata con atto del Direttore generale Attività produttive, Commercio, Turismo;

- il Capo VI, paragrafo 6.1.5 della sopra richiamata deliberazione consiliare prevede che copia dei Piani approvati e delle varianti deve essere trasmessa alla Regione entro i successivi trenta giorni dall'adozione;

Vista la delibera di Consiglio comunale n. 14 dell'8/4/2013 di adozione del Piano dell’Arenile del Comune di Cattolica che in adempimento alla delibera di Consiglio regionale n. 468/03 è stata trasmessa in atti il 4/6/2013 PG 136060;

Visto che la Commissione citata ha sospeso i termini per l’esame per il parere di conformità vincolante di cui alla D.C.R. 468/03 in data 19/6/2013 con nota PG 149162 con richiesta di integrazione documentale;

Preso atto che il Comune con note del 25/11/2013 prot. 36437 in atti il 2/12/2013 con PG 298926 e del 15/1/2014 prot. 1362 in atti il 17/1/2014 con PG 11906 ha trasmesso agli atti della Commissione la documentazione richiesta emendata dalle osservazioni dei privati;

Constatato che:

- il suddetto Piano è stato adottato e trasmesso alla Regione Emilia-Romagna in conformità a quanto previsto dal Capo VI 6.1.1, 6.1.2 e 6.1.3 delle Direttive regionali di cui ala delibera di Consiglio regionale 468/2003;

- il Piano Vigente disciplina gli ambiti demaniali marittimi dell'intero territorio comunale destinati ad attività turistico-ricreative;

Visto il verbale della seduta della Commissione di cui sopra riunitasi in data 4 febbraio 2014, conservato agli atti del Servizio Commercio Turismo e Qualità aree turistiche;

Vista la delibera di Giunta regionale n. 294 del 10/3/2014 che ratifica il verbale della suddetta Commissione che ha espresso il previsto parere vincolante a tutela degli interessi del pubblico demanio marittimo sul Piano dell'arenile del Comune di Cattolica alla D.C.R. n. 468/2003 con prescrizioni;

Dato atto che il Comune di Cattolica (RN) ha ritrasmesso nei termini il Piano dell’Arenile adottato con delibera Consiglio Comunale n. 21 del 31/3/2014 e assunto al P.G.172428 del 28/4/2014 in cui vengo recepite le prescrizioni della D.G.R. n. 294/2014 afferente l’istruttoria della seduta sopra citata di commissione di conformità del 4/2/2014;

Ritenuto pertanto di dover procedere ai sensi di quanto disposto dall'art. 10, comma 3 della L.R. 9/02 e s.m.;

Dato atto dell'istruttoria svolta, per quanto di competenza, dal Servizio Commercio Turismo e Qualità aree turistiche, sulla base della documentazione acquisita agli atti del Servizio stesso;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore al Turismo e Commercio;

decreta:

Per le motivazioni di cui alla premessa e qui integralmente richiamate:

1. di attribuire al Comune di Cattolica (RN) le funzioni amministrative di cui all'art. 3, comma 3, lett. a), nonché le connesse funzioni di vigilanza di cui all'art. 7 della L.R. 9/02, come previsto dal comma 3 dell'art. 10 della L.R. 9/02;

2. di pubblicare il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it