E-R | BUR

n.263 del 04.10.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di verifica di assoggettabilità (screening) relativa alla modifica e potenziamento dell'impianto sito in comune di Gragnano Trebbiense (PC) Via Pilastro, 2. Proponente: Molino Dallagiovanna GRV Srl. (Titolo II della L.R. 9/99)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

1. di fare proprio il parere contenuto nella Relazione istruttoria redatta dalla Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell'ARPAE di Piacenza, inviata alla Regione Emilia-Romagna con nota prot.PGPC 10276/2017 del 23/8/2017 (acquisita dalla Regione Emilia-Romagna al prot.n. PG/2017/581131 del 23/8/2017), la quale costituisce l'Allegato 1 alla presente deliberazione e ne è parte integrante e sostanziale;

2. di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. n. 9 del 1999, dalla procedura di V.I.A., l'intervento proposto dalla ditta Molino Dallagiovanna GRV S.r.l. (P. Iva 00112590336), relativo al progetto funzionale all'incremento della produttività da 150 a circa 300 t/giorno di grano lavorato e alla costruzione di n. 3 nuovi manufatti adiacenti, di un nuovo capannone metallico destinato a magazzino automatico, ed alla costruzione di una batteria di 4 silos metallici allineati, in quanto non comporterà impatti negativi e significativi sull'ambiente, a condizione che vengano rispettate le seguenti prescrizioni:

a) al termine degli interventi previsti e a seguito della messa in esercizio dei nuovi impianti, dovrà essere effettuato il collaudo acustico atto a confermare le conclusioni assunte nella Valutazione Previsionale di Impatto Acustico;

b) al fine di non incrementare l’attuale flusso di massa autorizzato, in sede di aggiornamento dell’AUA, conseguente al presente procedimento di screening, la Ditta dovrà proporre la riduzione dei limiti previsti per il materiale particellare relativamente alle emissioni da E1 ad E13;

c) i rifiuti generati dalla fase di cantiere ed in particolare quelli discendenti da opere di demolizione dovranno essere conferiti a centri autorizzati; 

3. di determinare le spese per l'istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 1638,32 (milleseicentotrentotto/32), ai sensi dell'art. 28 della L.R. n. 9 del 1999 e della deliberazione della Giunta Regionale 15/7/2001, n. 1238, importo correttamente versato all'Arpae all'avvio del procedimento;

4. di trasmettere la presente delibera alla Ditta proponente, alla Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell'Arpae di Piacenza, al Suap del Comune di Gragnano Trebbiense, al Comune di Gragnano Trebbiense, alla Provincia di Piacenza, al Consorzio di Bonifica di Piacenza, al Comando dei Vigili del Fuoco di Piacenza e all'AUSL di Piacenza Dipartimento di Sanità Pubblica;

5. di pubblicare per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della L.R. n. 9 del 1999, il presente partito di deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

6. di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, sempre ai sensi dell'art. 10, comma 3, della L.R. n. 9 del 1999, il presente provvedimento di verifica (screening).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it