E-R | BUR

n. 76 del 09.06.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Aggiornamento degli elenchi dei soggetti selezionati e della relativa offerta formativa rivolta ai giovani - a.s. 2010/2011, di cui alla delibera di G.R. n. 1011/2009

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • la L.R. 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro”, ed in particolare l’art. 27;
  • la L. n. 53/2003 “Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale”;
  • il D. Lgs. n. 76/2005 “Definizione delle norme generali sul diritto-dovere all’istruzione e alla formazione, a norma dell’art. 2, comma 1, lettera c), della legge 28 marzo 2003, n. 53”, in particolare l’art. 1, comma 2 che ridefinisce come diritto all’istruzione e formazione, e correlativo dovere, l’obbligo scolastico e l’obbligo formativo così come definito dall’art. 68 della Legge n. 144/99;
  • il DLgs n. 226/2005 “Norme generali e livelli essenziali delle prestazioni relativi al secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione, a norma dell’articolo 2 della L. 28 marzo 2003, n. 53”;
  • la L. n. 296/2006 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2007)” in particolare l’art. 1 c. 622 che introduce l’innalzamento dell’obbligo di istruzione per almeno 10 anni a partire dall’anno scolastico 2007–2008, finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il 18° anno di età;
  • il D. Lgs n. 139/2007 ”Regolamento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione, ai sensi dell’articolo 1, comma 622, della legge 27 dicembre 2006 n. 296”, ed in particolare l’articolo 1, commi 1 e 3;
  • il DM 29/11/2007 “Percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale ai sensi dell’art. 1, comma 624, della Legge n. 296 del 27/12/2006”, con particolare riferimento ai criteri per l’accreditamento delle strutture formative che realizzano i percorsi di istruzione eformazione professionale, di cui all’art. 2;
  • la L. n. 133/2008 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n.112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria”, ed in particolare art. 64, comma 4bis;
  • il Quadro Strategico nazionale per il 2007/2013 previsto dall’art.27 del Regolamento generale CE 1983/2006 sui Fondi Strutturali, approvato con Decisione comunitaria C(2007)3329 del 13/07/2007;

Vista la L. n. 40/2007 e in particolare l’art. 13 “Disposizioni urgenti in materia di istruzione tecnico-professionale e di valorizzazione dell’autonomia scolastica”;

Visti i DPR di riordino ordinamentale dell’istruzione secondaria superiore, emanati dal Presidente della Repubblica in data 15 marzo 2010;

Richiamati inoltre i documenti di programmazione regionale:

  • la propria deliberazione n. 1783 del 11 novembre 2009 avente per oggetto “Approvazione di un accordo tra Regione e Province dell’Emilia-Romagna per il coordinamento della programmazione 2010 per il Sistema formativo e per il Lavoro (L.R. 12/03, L.R. 17/05)” di seguito Accordo Regione-Province 2010;
  • la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 117 del 16 maggio 2007 recante “Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per il lavoro 2007/2010 – (Proposta della Giunta regionale in data 16 aprile 2007 n. 503)”;
  • la propria deliberazione n. 1681 del 12 novembre 2007 avente per oggetto “Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna FSE Obiettivo 2 ‘Competitività regionale e occupazione’ 2007/2013 – Presa d’atto della decisione di approvazione della Commissione Europea ed individuazione dell’autorità di gestione e delle relative funzioni e degli organismi intermedi”;

Richiamati infine:

  • l’Accordo-quadro tra le Regioni, le Province Autonome, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (di seguito MIUR) e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (di seguito MLPS), approvato in Conferenza unificata il 19 giugno 2003 per realizzare, a partire dall’anno scolastico 2003/2004 e nelle more dell’emanazione dei decreti legislativi di cui alla citata legge 28 marzo 2003 n. 53, un’offerta formativa sperimentale di istruzione e formazione professionale;
  • il Protocollo d’intesa fra la Regione Emilia-Romagna, il MIUR e il MLPS siglato l’8 ottobre 2003 nel quale si specificano le modalità con le quali sul territorio dell’Emilia-Romagna sono attivati i percorsi integrati di istruzione e di formazione professionale per corrispondere e valorizzare le caratteristiche territoriali, nonché per l’integrazione delle risorse finanziarie e l’adeguamento degli strumenti operativi;
  • l’Accordo siglato in Conferenza Stato-Regioni il 5 ottobre 2006 sugli standard formativi minimi delle competenze tecnico-professionali dei percorsi triennali sperimentali;
  • l’Intesa siglata il 27 aprile 2010 fra la Direzione generale dell’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna e la Direzione generale dell’area Cultura, Formazione e lavoro della Regione Emilia-Romagna per l’attuazione dell’obbligo di istruzione in Emilia-Romagna nell’a.s. 2010-2011;
  • l’Accordo tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni, le Province Autonome di Trento e Bolzano, approvato in Conferenza Stato-Regioni il 5 febbraio 2009 per la definizione delle condizioni e delle fasi relative alla messa a regime del sistema di secondo ciclo di istruzione e formazione professionale;

Viste altresì le proprie deliberazioni con cui si sono selezionati i soggetti a partire dall’a.s. 2004/2005:

  • n. 2049 del 20 ottobre 2003 “Approvazioni modalità di selezione dei soggetti attuatori dell’offerta formativa rivolta ai ragazzi in obbligo formativo a partire dall’anno 2004-2005 (L.R. 12/03 artt. 13 e 27)”;
  • n. 105 del 26 giugno 2004 “Adozione elenco candidature dei soggetti selezionati per offerta di percorsi integrati nell’istruzione e percorsi nella formazione professionale per l’obbligo formativo dall’anno scolastico 2004-2005. Assegnazione alle Province”;
  • n. 784 del 29 maggio 2007 “Aggiornamento degli elenchi delle candidature dei soggetti selezionati per l’offerta di percorsi nella FP e di percorsi integrati nell’istruzione per l’assolvimento del diritto/dovere all’istruzione e alla formazione per l’anno 2006-07. Allegati alla DGR 213/07”;
  • n. 1645 del 5 novembre 2007 recante “Offerta formativa 2008/2009 rivolta ai giovani in attuazione dell’accordo quadro conferenza unificata 19 giugno 2003. Assegnazione alle province delle risorse per i percorsi integrati nell’istruzione anno scolastico 2007/2008 e relativo impegno”;
  • n. 897 del 16 giugno 2008 “Integrazione alle deliberazioni n. 177/2003 e n. 266/2005 in merito alle regole per l’accreditamento degli organismi di F.P., in attuazione dell’art. 2 del D.M. 29/11/2007 ‘Percorsi sperimentali di istruzione e F.P. ai sensi dell’art. 1,comma 624, della legge 27/12/2006,n. 296’;
  • n. 2110 del 9 dicembre 2008 “Proroga degli elenchi dei soggetti selezionati e della relativa offerta formativa rivolta ai giovani di cui alle delibere di G.R. n.784/2007 e n.1645/2007 – a.s. 2009/2010”;
  • n. 302 del 23 marzo 2009 “Aggiornamento degli elenchi dei soggetti selezionati e della relativa offerta formativa rivolta ai giovani- a.s. 2009/2010 di cui alla Delibera di G.R. 2110/2008” e successive modifiche e integrazioni (n. 1011/2009 di rettifica per mero errore materiale);

Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

  • n. 909 del 29 giugno 2009 “Adeguamento degli standard formativi delle qualifiche acquisibili nei percorsi di formazione professionale nell’ambito del diritto/dovere all’istruzione e alla formazione di cui al D.M. 139/2007”;
  • n. 1136 del 27 luglio 2009 “ Accreditamento per l’obbligo di istruzione nella formazione professionale – riapertura dei termini per la presentazione delle domande”;
  • n. 1689 del 2 novembre 2009 “Approvazione dell’elenco degli organismi accreditati per l’obbligo di istruzione nella formazione professionale, in esito alla DGR n.1136/2009”;
  • n. 105 del 1 febbraio 2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta Regionale 11/02/2008, n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta Regionale 14/02/2005, n. 265”;
  • n. 220 del 8 febbraio 2010 “Aggiornamento dell’elenco degli organismi accreditati, di cui alla DGR n. 1009/2009, con la quale si è approvato l’elenco completo degli organismi accreditati”;

Tenuto conto che:

  • nel citato Accordo approvato in Conferenza Stato-Regioni il 5 febbraio 2009, sono state adottate le 19 figure professionali e i relativi standard formativi minimi delle competenze tecnico professionali, riferimento nazionale per i percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale di cui all’accordo quadro del 19 giugno 2003;
  • la citata delibera 302/2009, come modificata dalla citata delibera 1011/2009 ha approvato i soggetti e l’offerta formativa inerente i percorsi integrati nell’istruzione ed i percorsi a completamento nella formazione professionale - anno scolastico 2009/2010”;
  • la citata delibera 909/2009 ha adeguato gli standard formativi e finanziari necessari per l’attuazione del diritto/dovere e per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione nei percorsi formativi a completamento nella Formazione Professionale; ha inoltre individuato le qualifiche del repertorio regionale correlate alle 19 figure nazionali di cui al citato accordo del 5 febbraio 2009;
  • con l’avvio del riformato secondo ciclo dell’istruzione occorrerà concludere i trienni integrati iniziati nell’a. S. 2009-2010 e già approvati e prevedere l’offerta formativa biennale a completamento nella Formazione Professionale, secondo le stesse modalità e gli stessi standard già definiti per l’a.s. 2009-2010;

Dato atto che la DGR 1689/2009 ha definito l’elenco degli organismi e delle relative sedi operative, accreditati per l’obbligo di istruzione nella formazione professionale, secondo quanto disposto dalla propria deliberazione 1136/2009 e con riferimento ai requisiti generali di cui al DM 29 novembre 2007;

Preso atto degli aggiornamenti e integrazioni intervenute con la DGR 220/2010 con la quale si è approvato l’elenco completo degli organismi accreditati;

Preso atto altresì delle comunicazioni e atti amministrativi pervenuti dalle Amministrazioni Provinciali e tenuti agli atti del Servizio Formazione Professionale;

Considerata la necessità di confermare, per l’anno 2010-2011, le candidature per i percorsi biennali a completamento dell’offerta triennale di istruzione e formazione,rivolti ai giovani dai 15 ai 18 anni nel segmento della formazione professionale come da allegato parte integrante della presente deliberazione, nelle more che si perfezioni il quadro normativo nazionale relativo all’istruzione secondaria superiore e al sistema di Istruzione e Formazione Professionale Regionale;

Sentite la Conferenza Regionale per il sistema formativo in data 19 marzo 2010 e la Commissione Regionale Tripartita e il Comitato di Coordinamento Istituzionale in data 21 maggio 2010;

Vista la legge regionale n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

  • n. 1057/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • n. 1150/2006 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1.8.2006)”;
  • n. 1663/2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;
  • n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

  1. di confermare per l’anno 2010-2011, le candidature per i percorsi biennali a completamento dell’offerta triennale di istruzione e formazione,rivolti ai giovani dai 15 ai 18 anni nel segmento della formazione professionale come da allegato parte integrante della presente deliberazione;
  2. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it