E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Variazione accreditamento delle attività ambulatoriali della Casa di cura privata accreditata Prof. Fogliani di Modena

IL DIRETTORE

Visto l’art. 8 quater del D.Lgs. 502/1992 e successive modificazioni, ai sensi del quale l’accreditamento istituzionale è rilasciato dalla regione alle strutture autorizzate, pubbliche o private e ai professionisti che ne facciano richiesta, subordinatamente alla loro rispondenza ai requisiti ulteriori di qualificazione, alla loro funzionalità rispetto agli indirizzi di programmazione regionale e alla verifica positiva dell’attività svolta e dei risultati raggiunti;

Richiamati:

la legge regionale n. 34 del 12 ottobre 1998: “Norme in materia di autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie pubbliche e private, in attuazione del DPR 14 gennaio 1997” e successive modificazioni, da ultima l.r. n. 4/2008, che all’art. 9:

  • pone in capo al Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali e per l’Integrazione la competenza di procedere alla variazione dell’accreditamento con propria determinazione;
  • la propria determinazione n.15368/2010, con la quale è stato concesso l’accreditamento alla Struttura “Prof. Fogliani” con sede legale in Modena, via Lana, n.1;
  • la deliberazione n. 327 del 23 febbraio 2004, e successive modificazioni e integrazioni, con la quale la Giunta regionale ha tra l’altro approvato i requisiti generali per l’accreditamento delle strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna ed i requisiti specifici per alcune tipologie di strutture;

Richiamate altresì le deliberazioni di Giunta regionale:

- n. 53/2013 “Indicazioni operative per la gestione dei rapporti con le strutture sanitarie in materia di accreditamento”;

- n. 624/2013 “Indirizzi di programmazione regionale per il biennio 2013-2014 in attuazione della DGR 53/2013 in materia di accreditamento delle strutture sanitarie”;

- n. 865/2014 “Modifica deliberazioni 53/13 e 624/13 e ulteriori precisazioni in materia di accreditamento delle strutture sanitarie”;

- n. 1311/2014 recante "Indicazioni in materia di accreditamento delle strutture sanitarie pubbliche e private";

- n. 1314/2015 “Indirizzi di programmazione regionale in attuazione della DGR 53/2013 in materia di accreditamento delle strutture sanitarie”;

- n. 1604/2015 “Recepimento Intesa, ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra Governo, le Regioni e le Province Autonome in materia di adempimenti relativi all’accreditamento delle strutture sanitarie. Indicazioni operative alle strutture sanitarie accreditate”.

Vista la nota pervenuta a questa amministrazione in data 11/1/2017, P.G. 2017/11202, conservata agli atti del Servizio Assistenza Ospedaliera, con la quale il legale rappresentante della Struttura “Prof Fogliani”, con sede legale in Modena, via Lana, n.1, chiede l’ampliamento dell’accreditamento dell’attività ambulatoriale;

Preso atto che la struttura è stata autorizzata al funzionamento con provvedimento del Comune di Modena prot. n.151432/X.01.03 del 18/10/2016;

Tenuto conto delle risultanze delle verifiche documentali effettuate dalla Agenzia Sanitaria e sociale regionale;

Vista la relazione motivata realizzata dall'Agenzia Sanitaria e sociale regionale, protocollo della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare NP/2017/2774 del 9/2/2017, conservata agli atti del Servizio Assistenza Ospedaliera;

Richiamati inoltre 

- il D.Lgs. n. 159/2011 ed in particolare il libro II recante “Nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia”, e ss.mm.ii;

- il D.Lgs. n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- le delibere di Giunta regionale n. 66/2016 e n. 89/2017;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta del Responsabile del Servizio Assistenza Ospedaliera;

determina:

1) di concedere alla Struttura “Prof Fogliani”, con sede legale in Modena, via Lana, n.1, l’ampliamento dell’accreditamento dell’attività ambulatoriale (limitatamente alle visite specialistiche) per le seguenti branche specialistiche:

  • Neurochirurgia
  • Chirurgia vascolare
  • Chirurgia plastica

2) di dare atto che l’accreditamento di cui al presente provvedimento, ai sensi del comma 2 dell'art. 8 quater sopracitato, non costituisce vincolo per le aziende e gli enti del servizio sanitario nazionale a corrispondere la remunerazione delle prestazioni erogate, al di fuori degli accordi contrattuali di cui all’art. 8 quinquies del medesimo decreto legislativo;

3) di mantenere inalterate le disposizioni contenute nelle determinazioni di accreditamento citate in premessa, dando atto che la scadenza dell’accreditamento ai sensi della DGR 1604/2015 è stata definita al 31/7/2018;

4) di dare atto che, in caso di sussistenza di cause di decadenza nei controlli antimafia attualmente in corso, l’accreditamento già concesso verrà revocato; 

5) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna; 

6) di dare atto che, ai sensi del D.Lgs. n. 33/2013, si provvederà agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it