E-R | BUR

n.73 del 12.03.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifica art. 2 dello Statuto comunale

Con delibera consiliare n. 90 del 23/12/2013, esecutiva ai sensi di legge, il Consiglio comunale di Quattro Castella (RE) ha approvato modifiche all’articolo 2 dello Statuto comunale, riformulandolo come segue:

 Articolo 2 - Finalità

  1. Il Comune di Quattro Castella fonda la propria azione sui principi di libertà, di uguaglianza, di solidarietà e di giustizia sanciti dalla Costituzione della Repubblica e concorre, coordinando la propria attività con lo Stato, con la Regione, la Provincia ed i Comuni, a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che ne limitano la realizzazione.
  2. Promuove, riconoscendo appieno le leggi dello Stato, la tutela della vita umana e della sua dignità dal concepimento alla morte. Promuove la tutela della persona e della famiglia, la valorizzazione sociale, della maternità e della paternità, assicurando sostegno alla corresponsabilità dei genitori nell'impegno di cura e di educazione dei figli, anche tramite i servizi sociali ed educativi.
  3. Nell'ambito delle proprie competenze, si impegna a superare ogni tipo di discriminazione razziale, religiosa, politica e nei confronti dei disabili ed in particolare quelle di fatto esistenti tra i sessi, determinando a tal proposito, con concrete azioni positive, condizioni di pari opportunità nel lavoro, promuovendo ogni possibile iniziativa finalizzata a conseguire parità di dignità tra uomo e donna e la piena promozione della persona, nonché garantendo una equilibrata presenza dei generi nella Giunta Comunale, negli organi collegiali non elettivi e degli enti, aziende ed istituzioni dipendenti dal Comune .
  4. Il Comune di Quattro Castella assume la partecipazione all’ attività politica ed amministrativa, l'accesso agli atti e ai documenti, l'informazione, la programmazione, la consultazione dei cittadini, nelle sedi e nei modi previsti da questo Statuto e dai regolamenti, come metodo per garantire l'imparzialità e la tra­sparenza delle proprie azioni.
  5. Il Comune concorre a garantire nell'ambito delle sue compe­tenze, il diritto alla salute psico-fisica, predispone strumenti idonei a renderlo effettivo, favorendo una efficace prevenzione anche tramite l'organizzazione del servizio comunale di protezione civile; assicura la tutela della salubrità e della sicurezza dell'ambiente e del posto di lavoro, della maternità e della infanzia.
  6. Il Comune opera per l'attuazione di un efficace servizio di assistenza sociale, con speciale riferimento agli anziani, ai minori,agli immigrati, agli inabili e portatori di handicap, ai tossicodipendenti, anche favorendo e sostenendole libere forme associative e gli organismi di volontariato.
  7. Opera per promuovere la cultura della pace mediante opportune iniziative di educazione, di cooperazione e di informazione.
  8. Il Comune di Quattro Castella garantisce la tutela e lo svi­luppo delle risorse culturali e ambientali, valorizzando le bellezze storico-naturalistiche e del paesaggio del proprio territorio.
  9. Promuove, ai fini turistici e culturali, anche mediante la collaborazione con altre comunità locali ed istituzioni culturali, la conoscenza delle terre e delle tradizioni matildiche.
  10. A tal fine organizza ed incentiva società, organismi, asso­ciazioni, anche a partecipazione privata, che si pongono, tra le proprie finalità, la valorizzazione delle località matildiche, mediante la tutela, la conservazione ed il recupero di beni monu­mentali ed ambientali e mediante iniziative di carattere culturale e di promozione turistica.
  11. Il Comune attiva e partecipa a forme di collaborazione e cooperazione con gli altri soggetti del sistema delle autonomie, per l'esercizio associato di funzioni e servizi sovra e pluricomunali, anche al fine di conseguire più elevati livelli di efficienza ed efficacia nella gestione.
  12. Promuove e partecipa alla realizzazione di accordi con gli Enti Locali vicini e con i quali ha in comune tradizioni storiche e culturali nonché vocazioni territoriali, economiche e sociali omogenee.
  13. Il Comune promuove la funzione sociale dell'iniziativa economica pubblica e privata finalizzata all'accrescimento del benessere della comunità e alla piena occupazione dei lavoratori.
  14. Il Comune opera per favorire i processi di integrazione politico - istituzionale della Comunità Europea, anche tramite forme di cooperazione, di scambi e di gemellaggi con Enti territoriali italiani, di altri Paesi e con organizzazioni europee ed internazionali.
  15. Il Comune rivendica, proclama e promuove i principi di autonomia e di autodeterminazione riconosciuti e sanciti dalla Costituzione della Repubblica, condivide il principio sancito con l’atto di Helsinki in base al quale gli Stati devono rispettare l’uguaglianza dei diritti dei popoli ed il loro diritto all’autodeterminazione operando in ogni momento in conformità ai fini ed ai principi dello Statuto delle Nazioni Unite. Tutti i popoli hanno sempre diritto, in piena libertà, di stabilire il loro regime politico interno e di perseguire il loro progresso economico, sociale e culturale.
  16. Riconosce il Diritto umano all’acqua, ossia l’accesso all’acqua, come diritto universale, indivisibile, inalienabile di ogni essere umano. Riconosce altresì lo status dell’acqua come bene comune pubblico, garantito a tutti i cittadini rispettando, criteri di solidarietà sociale e sostenibilità ambientale a dispetto della sua rilevanza economica.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it