E-R | BUR

n.21 del 01.02.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

P.S.R. 2007/2013 - Misura 124 "cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo, alimentare e forestale". Determinazioni in ordine al finanziamento della graduatoria approvata con determinazione dirigenziale 8772/11

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio Europeo, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche;

- il Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio Europeo sul finanziamento della politica agricola comune;

- la Decisione n. 144/2006 del Consiglio Europeo relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (programmazione 2007-2013);

- il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione Europea, che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005;

- il Regolamento (CE) n. 1975/2006 della Commissione Europea, che reca disposizioni di applicazione al predetto Regolamento (CE) n. 1698/2005 relativamente all’attuazione delle procedure di controllo;

- il Regolamento (CE) n. 883/2006 della Commissione Europea applicativo del Regolamento (CE) n. 1290/2005 concernente la tenuta dei conti degli organismi pagatori, le dichiarazioni di spesa e di entrata e le condizioni di rimborso delle spese nell’ambito del FEAGA e del FEASR e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) n. 65/2011 della Commissione Europea sulle modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1698/2005 per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale, che abroga il Regolamento (CE) n. 1975/2006;

- le linee guida sull’ammissibilità delle spese relative allo Sviluppo rurale e ad interventi analoghi del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;

- il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (PSR) della Regione Emilia-Romagna – Versione 6, nella formulazione allegata quale parte integrante alla deliberazione n. 1122 del 27 luglio 2011, risultante dalle modificazioni proposte dalla Regione Emilia-Romagna con deliberazione n. 569 del 27 aprile 2011 ed approvate con Comunicazione Ref. Ares (2011)816091 della Commissione Europea del 27 luglio 2011;

- la deliberazione n. 2172 del 27 dicembre 2010 recante “Reg. (CE) 1698/2005 - Programma di Sviluppo rurale 2007/2013 - Asse 1. Approvazione Programma Operativo con valenza di avviso pubblico della Misura 124 “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo, alimentare e forestale”” ed in particolare l’Allegato 1 nel quale sono stati fissati i criteri di presentazione, istruttoria, selezione, approvazione e finanziamento dei progetti a valere sulle risorse finanziarie previste per la Misura 124;

Richiamata la determinazione del Responsabile del Servizio Ricerca, Innovazione e Promozione del sistema agroalimentare n. 8772 del 15 luglio 2011 con la quale sono stati approvati gli esiti del procedimento istruttorio e la graduatoria delle iniziative ammesse a contributo, con riferimento al suddetto Programma Operativo;

Rilevato che i progetti risultati ammissibili ed inseriti nella suddetta graduatoria di merito sono in totale 84 per un importo complessivo di contributi richiesti pari ad Euro 12.794.947,35, a fronte di una disponibilità di risorse mobilitata nel predetto Programma Operativo di 3,5 Meuro che ha permesso il finanziamento di 22 iniziative;

Dato atto:

- che la dotazione finanziaria attribuita alla Misura 124 - quale risulta dal capitolo 7. Parte II della versione 6 del PSR sopra richiamato ammonta in termini di spesa pubblica complessivamente ad Euro 13.246.013,00;

- che il suddetto importo risulta impegnato per Euro 4.793.754,00 a valere sull’avviso pubblico di cui alla deliberazione n. 672 del 18 maggio 2008, che ha posto in attuazione la Misura 124 in “approccio di filiera” e per Euro 3.459.876,05 a valere sull’avviso pubblico di cui alla predetta deliberazione n. 2172/2010, che ha posto in attuazione la Misura 124 in “approccio singolo”;

- che Euro 1.000.000,00 sono destinati ad attivare la Misura medesima nell’ambito del Programma di filiera Lattiero - Caseario di prossima approvazione;

Rilevato che le risorse residuali libere rispetto al totale assegnato alla Misura 124 dal PSR 2007-2013 - tenuto conto delle somme già impegnate e programmate - ammontano complessivamente ad Euro 3.992.382,95;

Ritenuto, in considerazione dell’elevato numero di istanze inevase e della qualità dei progetti presentati, di destinare totalmente il suddetto importo allo scorrimento della graduatoria approvata con la citata determinazione dirigenziale 8772/11, anche in considerazione del fatto che tutte le domande ammesse sull’“approccio di filiera” sono state integralmente soddisfatte;

Ritenuto, altresì, in funzione di un efficace utilizzo delle predette disponibilità, di stabilire, ad integrazione di quanto disposto al punto 13. “Utilizzo della graduatoria” dell’Allegato 1 alla deliberazione 2172/10, che le imprese i cui progetti, in relazione allo scorrimento, risultino collocati in posizione utile per l’accesso agli aiuti debbano esprimere entro 15 giorni - calcolati dalla data di ricevimento della formale comunicazione - la volontà di realizzare l’intervento, pena la decadenza dalla possibilità di usufruire del contributo pubblico;

Dato atto, infine, secondo quanto disposto al citato punto 13. dell’Allegato 1 alla deliberazione 2172/10:

- che alla concessione dei contributi spettanti ai singoli soggetti posizionati utilmente ai fini dell’accesso agli aiuti ed alla fissazione di eventuali prescrizioni tecniche, funzionali alla regolare esecuzione dei progetti, vi provvederà il dirigente competente con specifici atti, esperiti favorevolmente i necessari controlli sulle dichiarazioni rese in sede di domanda di aiuto;

- che esclusivamente ai suddetti atti dirigenziali è riconosciuta natura formale e sostanziale di provvedimento concessorio a favore dei soggetti beneficiari;

- che qualora le risorse disponibili non fossero sufficienti a coprire integralmente il contributo spettante all’iniziativa collocata nella posizione immediatamente successiva all’ultimo progetto finanziato della citata graduatoria, il contributo sarà corrisposto nella misura ridotta corrispondente all’importo rimasto disponibile e previa accettazione del soggetto interessato;

Richiamate:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, quarto comma;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 in data 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07.” e successive modifiche;

- la deliberazione 1950 del 13 dicembre 2010 con la quale è stato modificato l’assetto delle Direzioni generali “Attività produttive, commercio e turismo” e “Agricoltura”;

dato atto del parere allegato;

su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni;

a voti unanimi e palesi

delibera:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono pertanto parte integrante del presente dispositivo;

2) disporre che la dotazione residua pari ad Euro 3.992.382,95 delle risorse pubbliche complessivamente assegnate al PSR 2007-2013 della Regione Emilia-Romagna, per la Misura 124, sia destinata integralmente allo scorrimento della graduatoria approvata con determinazione dirigenziale 8772/11;

3) di integrare il punto 13 “Utilizzo della graduatoria” dell’Allegato 1 alla deliberazione 2172/10, stabilendo che le imprese, i cui progetti, in relazione allo scorrimento, risultino posizionati utilmente ai fini dell’accesso agli aiuti debbano esprimere entro 15 giorni calcolati dalla data di ricevimento della formale comunicazione, la volontà di realizzare l’intervento, pena la decadenza dalla possibilità di usufruire dei contributi pubblici;

4) di dare atto:

  • che i progetti saranno finanziati, subordinatamente al completamento dei controlli amministrativi sulle dichiarazioni rese nelle domande di aiuto, nell’ordine della graduatoria approvata con determinazione 8772/11 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili;
  • che eventuali economie derivanti da revoche disposte dall’Amministrazione e/o da rinunce di singoli beneficiari saranno riutilizzate nell’ambito della graduatoria medesima;
  • che alla concessione dei contributi spettanti ai singoli soggetti posizionati utilmente ai fini dell’accesso agli aiuti ed alla fissazione di eventuali prescrizioni tecniche, funzionali alla regolare esecuzione dei progetti, vi provvederà il dirigente competente con specifici atti, esperiti favorevolmente i necessari controlli sulle dichiarazioni rese in sede di domanda di aiuto;
  • che esclusivamente ai suddetti atti dirigenziali è riconosciuta natura formale e sostanziale di provvedimento concessorio a favore dei soggetti beneficiari;
  • che qualora le risorse disponibili non fossero sufficienti a coprire integralmente il contributo spettante all’iniziativa collocata nella posizione immediatamente successiva all’ultimo progetto finanziato della citata graduatoria, il contributo sarà corrisposto nella misura ridotta corrispondente all’importo rimasto disponibile e previa accettazione del soggetto interessato;

5) di dare atto inoltre che per quanto non espressamente disposto dal presente provvedimento si rinvia a quanto previsto nell’Allegato 1 alla deliberazione 2172/10;

6) di disporre infine la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it