E-R | BUR

n. 113 del 04.07.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione di programma di interventi per il miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi in Emilia-Romagna e di disposizioni per l'assegnazione di contributi in c/capitale ai Comuni (L.R. 47/88 e successive modificazioni)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate:

- la L.R. 23 novembre 1988, n. 47 recante "Norme per le minoranze nomadi in Emilia-Romagna", così come modifi­cata dalla L.R. 34/93, dalla L.R. 37/94 e dalla L.R. 2/03;

- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali";

Visti gli artt. 4, 5 e 7 della citata L.R. 47/88 secondo i quali i Comuni singoli o associati realizzano aree destinate alla popolazione nomade;

Visto inoltre l'art. 15 commi 1 e 2 della L.R. 47/88 così come modificato dall'art. 3 commi 1 e 2 della L.R. 34/93 e dall’art. 64 della L.R. 2/03 che prevede che la Regione eroghi ai Comuni singoli o associati contributi fino al 90% della spesa riconosciuta ammissibile per la realizzazione delle aree sosta e delle aree di transito e per le infrastrutture;

Visto l'art. 15 comma 2 della L.R. 47/88 così come modificato dall'art. 3 comma 2 della L.R. 34/93 che prevede da parte della Giunta regionale, sentite le Province e i Comuni interessati, l'elaborazione di un programma per la realizzazione di aree di sosta per la popolazione nomade e dato atto che detto programma è contenuto nell’Allegato A)"Programma di interventi per il miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi in Emilia-Romagna", parte integrante e sostanziale del presente atto;

Ritenuto pertanto necessario provvedere all’assegnazione di contributi ai Comuni singoli o associati per la realizzazione di detto Programma;

Rilevata la disponibilità nel bilancio regionale 2012 di Euro 1.090.000,00 sul Capitolo 57680 “Contributi in conto capitale a comuni per l'acquisto e la realizzazione di infrastrutture volte alla creazione di aree di sosta e di transito per le minoranze nomadi (L.R. 23 novembre 1988, n.47 e L.R. 6 settembre 1993, n.34)” afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21060;

Rilevato che il Piano Sociale e Sanitario 2008–2010 (come definito nella deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 175 del 22 maggio 2008) ha riconosciuto alle Conferenze Territoriali Sociali e Sanitarie (CTSS) il ruolo di coordinamento e raccordo tra il livello regionale e quello distrettuale, in particolare nell’assicurare il coordinamento del processo di definizione delle priorità degli interventi in conto capitale finanziabili ai sensi dell’art. 48 della L.R. 2/03;

Stabilito quindi, in analogia con il processo di cui all’art. 48 della L.R. 2/2003, di inserire le CTSS nel percorso tecnico-amministrativo per l’assegnazione delle risorse ai Comuni e per la realizzazione del Programma oggetto del presente atto, riconoscendo loro nel processo una importante funzione di coordinamento e di definizione delle priorità territoriali in coerenza con quanto riportato nel precedente punto;

Dato atto che la Cabina di regia regionale per le politiche sanitarie e sociali si è espressa sulle modalità di assegnazione delle risorse ai Comuni nelle sedute del 7 luglio 2011, 29 luglio 2011, 23 gennaio 2012 e 20 marzo 2012, come risulta dai verbali agli atti;

Preso atto della ricognizione effettuata con nota dell’Assessorato alle politiche sociali prot.PG/2011/195520 dell’8 agosto 2011 con la quale le CTSS hanno individuato i Comuni sedi di campi nomadi interessati ad usufruire di finanziamento regionale a fronte del programma d’interventi oggetto del presente atto;

Visti i criteri relativi alla realizzazione delle aree-sosta, delle aree di transito e delle aree-sosta a destinazione particolare individuati agli artt. 4, 5 e 7 della citata L.R. 47/88, nonché deliberazione di Giunta regionale n. 3356 del 19 settembre 1995 in attuazione dell’art. 5 bis della stessa L.R. 47/88;

Considerato, in particolare, che tali Linee di indirizzo dovranno essere applicate tenendo conto degli aggiornamenti normativi, successivamente emanati, con particolare riferimento ai seguenti aspetti tecnico-progettuali:

- requisiti urbanistici, strutturali ed edilizi,

- accessibilità e fruibilità dei servizi da parte delle persone disabili,

- sicurezza antincendio,

- sicurezza degli impianti e delle attrezzature,

- gestione dei rifiuti e risparmio energetico,

- disposizioni specifiche individuate dal competente “Regolamento Comunale di Igiene”;

Considerato inoltre che gli interventi destinati alle aree-sosta, alle aree di transito e alle aree-sosta a destinazione particolare dovranno altresì recepire le disposizioni in materia di requisiti igienico-sanitari eventualmente impartite dalle Aziende USL competenti per territorio e dai Regolamenti comunali di igiene;

Ritenuto necessario approvare quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:

- il “Programma di interventi per il miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi in Emilia-Romagna”, Allegato A);

- le “Disposizioni tecniche e procedurali per l’assegnazione di contributi in conto capitale per la realizzazione del Programma di interventi per il miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi in Emilia-Romagna”, Allegato B);

- il “Fac simile per la presentazione delle domande di ammissione ai contributi da parte dei Comuni”, Allegato C);

Preso atto della determinazione n. 5470 del 26/4/2012 con la quale il Direttore generale Sanità e Politiche sociali ha costituito un gruppo tecnico che supporti il percorso tecnico e amministrativo per l’assegnazione, ai sensi dell’art. 15 della L.R. 47/88, di contributi in conto capitale ai Comuni per la realizzazione di interventi di miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi;

Richiamate:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle LL.RR. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni e integrazioni;

- la L.R. 22 dicembre 2011 n. 21 "Legge finanziaria regionale adottata a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2012 e del Bilancio pluriennale 2012-2014";

- la L.R. 22 dicembre 2011 n. 22 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012-2014";

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 1057 del 24/7/2006, n. 1150 del 31/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006, n. 1173 del 27/7/2009 e n. 1377 del 20/9/2010;

- n. 2416 del 29/12/2008, avente ad oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07" e successive modifiche.

Dato atto del parere allegato al presente provvedimento;

Su proposta dell'Assessore alla Promozione delle Politiche sociali e di integrazione per l’immigrazione. Volontariato, Associazionismo e Terzo settore, Teresa Marzocchi

A voti unanimi e palesi,

delibera:

1. per i motivi indicati in premessa, di approvare quale parte integrante e sostanziale del presente atto i seguenti allegati:

a) Allegato A) "Programma di interventi per il miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi in Emilia-Romagna", predisposto ai sensi dell'art. 15 comma 2 della L.R. 47/88;

b) Allegato B) “Disposizioni tecniche e procedurali per l’assegnazione di contributi in conto capitale per la realizzazione del Programma di interventi per il miglioramento delle condizioni di vita nei campi nomadi in Emilia-Romagna” che definisce i termini, le modalità e le procedure per la presentazione da parte dei Comuni delle domande di ammissione ai contributi per la realizzazione degli interventi e per l’assegnazione delle risorse;

c) Allegato C) “Fac simile per la presentazione delle domande di ammissione ai contributi da parte dei Comuni”;

2. di fissare in 60 giorni dalla data di pubblicazione della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna il termine perentorio entro il quale i Comuni dovranno presentare la domanda di ammissione a contributo, secondo le disposizioni contenute nell’Allegato B);

3. di stabilire che alla realizzazione di detto Programma si destina la somma di Euro 1.090.000,00 disponibile sul Capitolo 57680 “Contributi in c/capitale a Comuni per l'acquisto e la realizzazione di infrastrutture volte alla creazione di aree di sosta e di transito per le minoranze nomadi (L.R. 23 novembre 1988, n.47 e L.R. 6 settembre 1993, n.34)” afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21060 del Bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2012;

4. di stabilire che le risorse disponibili pari ad euro 1.090.000 saranno ripartite come segue per ambito provinciale sulla base della popolazione nomade presente al 30/11/2009 nei campi nomadi pubblici e tenuto conto che non ve ne sono nella provincia di Forlì-Cesena, secondo le modalità riportate nell’Allegato A) parte integrante della presente deliberazione:

- Provincia di Bologna Euro 305.200

- Provincia di Modena Euro 272.500

- Provincia di Reggio Emilia Euro 261.600

- Provincia di Piacenza Euro 98.100

- Provincia di Ravenna Euro 45.780

- Provincia di Rimini Euro 41.420

- Provincia di Ferrara Euro 37.060

- Provincia di Parma Euro 28.340

5. di stabilire che si provvederà con successivo atto all'assegnazione dei contributi ai Comuni, sulla base delle comunicazioni delle CTSS e nella misura massima del 90% della spesa riconosciuta ammissibile come previsto dall’art. 15, comma 1, della L.R. 47/88 e successive modificazioni e alla definizione delle modalità di erogazione degli stessi;

6. di dare atto che nel medesimo atto questa Giunta regionale provvederà a:

- individuare gli interventi da finanziare e i Comuni beneficiari;

- stabilire, per ogni intervento, la percentuale di contributo regionale nell’ambito della misura massima del 90% della spesa riconosciuta ammissibile e l’ammontare del finanziamento concesso;

- definire il termine perentorio entro il quale deve essere avviata l’esecuzione delle opere finanziate e il termine perentorio di ultimazione dei lavori;

- definire le modalità di erogazione e liquidazione dei contributi stessi;

7. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it