E-R | BUR

n. 32 del 02.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

O.M. 3124/2001, art. 5, comma 1 - Piano per il completamento di interventi di miglioramento sismico in edifici di culto, conseguenti agli eventi sismici di aprile-giugno 2000 nelle province di Ravenna e Reggio Emilia - Integrazione al Piano approvato con deliberazione 2314/03

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Premesso:

- che, in conseguenza degli eventi sismici verificatisi dal 19 aprile al 18 giugno 2000, nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Reggio-Emilia e Modena, la Regione Emilia-Romagna, in attuazione degli artt. 1 e 5 dell’Ordinanza Ministeriale n. 3124/2001, con la deliberazione della Giunta regionale 2314 del 17 novembre 2003, avente ad oggetto: “Art. 1 e 5, O.M. n. 3124/2001 – Piano per il proseguimento degli interventi urgenti e per la riduzione del rischio sismico, su edifici pubblici e beni monumentali danneggiati dagli eventi sismici di aprile-giugno 2000, nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Reggio-Emilia e Modena” (così come rettificata e modificata dalle successive deliberazioni n. 2727 del 22 dicembre 2003 e n. 946 del 17 maggio 2004), ha provveduto alla definizione di un piano per l’avvio od il proseguimento degli interventi urgenti di ripristino, in condizioni di sicurezza, delle infrastrutture pubbliche e dei beni monumentali danneggiati e per la riduzione del rischio sismico;

- che l’art. 5, comma 1, dell’Ordinanza Ministeriale n. 3124/2001, dispone che le Regioni interessate provvedono alla definizione del summenzionato piano ed operano, compatibilmente con gli interventi eventualmente già avviati, nell’ambito dei limiti e secondo le procedure di cui alla Legge 61/98 e s.m.i. e relative normative tecniche;

- che in particolare l’art. 23-sexies, comma 1, della Legge 61/98, dispone che le economie realizzate dalle Regioni e dagli Enti locali sulle somme derivanti dai mutui contratti per interventi di protezione civile possono essere utilizzate dagli enti medesimi, d’intesa con il Dipartimento della Protezione civile, per interventi conseguenti allo stesso evento o ad altri eventi calamitosi;

- che l’art. 12, comma 3, dell’Ordinanza n. 3265 del 21/2/2003, “Disposizioni urgenti di protezione civile”, stabilisce che i piani ed i programmi di interventi previsti da ordinanze di protezione civile, da sottoporre all’approvazione o alla presa d’atto del Dipartimento della protezione civile, sono immediatamente operativi all’atto dell’approvazione da parte delle Regioni, secondo le disposizioni recate dai rispettivi ordinamenti;

Considerato, in particolare, che con la deliberazione 2314/03 sopra richiamata sono stati approvati, quali parti integranti e sostanziali:

- l’Allegato 1, “Piano per il proseguimento degli interventi urgenti e per la riduzione del rischio sismico, su edifici e beni monumentali danneggiati dagli eventi sismici di aprile-giugno 2000, nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Reggio-Emilia e Modena”, nel quale sono riportati i contributi assegnati agli interventi del piano, per la somma complessiva pari a Euro 16.526.620,77, finanziati con le risorse allocate al Capitolo 48091, “Interventi di ripristino, di messa in sicurezza, di miglioramento sismico, contributi a soggetti privati e ad attività produttive danneggiate dai sismi nei mesi di aprile–giugno 2000 e da calamità idrogeologiche nei mesi di ottobre–novembre 1999. Mutui con oneri di ammortamento a carico dello Stato. (Ordinanza Ministeriale n. 3124 del 12 aprile 2001).”, di cui all’UPB 1.4.4.3. 17510, del Bilancio di previsione regionale per l’esercizio finanziario 2003;

- l’Allegato 2 “Modalità di attuazione degli interventi”;

- l’Allegato 3 “Modalità di erogazione dei contributi spettanti ai soggetti attuatori”;

Richiamata la determinazione 13195/10 del Responsabile del Servizio ”Riqualificazione urbana e Promozione della qualità architettonica”, avente ad oggetto: “O.M. 3124/01, artt. 1,5 – Quadro riepilogativo delle economie di programmazione relative agli interventi attuati e conclusi del Piano di cui alla DGR 2314/03”;

Preso atto della nota trasmessa dalla Diocesi di Faenza – Modigliana, conservata agli atti d’ufficio del sopra indicato Servizio regionale (prot. n. 190460 del 26/7/2010), con la quale, relativamente all’immobile denominato “Chiesa di S. Domenico” a Faenza (RA), già oggetto dell’intervento n. 34 del piano approvato con propria deliberazione 2314/03:

- si segnala che, durante i lavori di cui all’intervento sopra richiamato, si è evidenziata la necessità di prevedere la realizzazione di un ulteriore intervento di miglioramento sismico di consolidamento dei pinnacoli del campanile, per un importo stimato di Euro 49.118,33;

- si richiede all’Amministrazione regionale di finanziare interamente il costo previsto per l’opera attraverso l’assegnazione di un contributo;

Preso atto, altresì, della nota trasmessa dalla Diocesi di Reggio Emilia – Guastalla, conservata agli atti d’ufficio del sopra indicato Servizio regionale (prot. n. 198911 del 4/8/2010), con la quale, relativamente all’immobile denominato “Cattedrale di S. Maria Assunta – Duomo” a Reggio Emilia, già oggetto dell’intervento n. 75 del piano approvato con propria deliberazione 2314/03:

- si segnala che, durante i lavori di cui all’intervento sopra richiamato, si è evidenziata la necessità di prevedere la realizzazione di un ulteriore intervento di miglioramento sismico di consolidamento delle fondazioni, per un importo stimato di Euro 337.501,32;

- si richiede all’Amministrazione regionale di finanziare interamente il costo previsto per l’opera attraverso l’assegnazione di un contributo;

Preso atto che le suddette richieste sono emerse come esigenze prioritarie, riconosciute in un’ottica di accertamento definitivo dei danni rilevate sulla base delle verifiche tecniche eseguite nonché condivise, oltre che indirizzate anche per aspetti esecutivi e di monitoraggio, ai fini della riduzione del rischio sismico, tramite specifica consulenza tecnica regionale espletata con il coinvolgimento del Comitato Tecnico Scientifico istituito con decreto dell’Assessore alla “Difesa del suolo e della costa. Protezione civile” 40/01, così come risulta dalla documentazione probatoria conservata agli atti d’ufficio del Servizio ”Riqualificazione urbana e Promozione della qualità architettonica”;

Valutato che, sulla base delle verifiche tecniche eseguite, la sussistenza di elementi di forte rischio per la tutela e salvaguardia dei beni interessati nonché i pericoli derivanti dalla mancata messa in sicurezza delle opere interessate rendono di fatto obbligato l’intervento regionale;

Atteso che le valutazioni giuridiche eseguite sull’intero quadro normativo tracciato dall’O.M. n. 3124/2001 e le prescrizioni tecnico-operative e procedurali contenute nel percorso amministrativo contabile indicato nella propria deliberazione 2314/03 e s.m., consentono di addivenire alla formulazione, a titolo di integrazione, del Piano degli interventi secondo le disposizioni sopra meglio specificate;

Ritenuto pertanto, in attuazione del contesto normativo sopra descritto ed alla luce delle motivazioni addotte, di approvare con il presente provvedimento la realizzazione degli interventi previsti sugli immobili sopra descritti, quale integrazione a completamento del “Piano per il proseguimento degli interventi urgenti e per la riduzione del rischio sismico, su edifici pubblici e beni monumentali danneggiati dagli eventi sismici di aprile-giugno 2000, nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Reggio-Emilia e Modena” approvato con la propria deliberazione 2314/03, procedendo all’assegnazione dei contributi richiesti per l’importo complessivo di Euro 386.619,65, così come riportato nell’Allegato, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

Dato atto che al corrispondente onere finanziario si fa fronte con le disponibilità allocate al Cap 48091 “Interventi di ripristino, di messa in sicurezza, di miglioramento sismico, contributi a soggetti privati e ad attività produttive danneggiate dai sismi nei mesi di aprile–giugno 2000 e da calamità idrogeologiche nei mesi di ottobre – novembre 1999. Mutui con oneri di ammortamento a carico dello Stato. (Ordinanza Ministeriale n. 3124 del 12 aprile 2001).”, di cui all’UPB 1.4.4.3. 17510, del Bilancio di previsione regionale per l’esercizio finanziario 2010, quali risorse facenti parte delle economie di programmazione risultanti dall’attuazione del Piano di interventi urgenti e per la riduzione del rischio sismico approvato con propria deliberazione 2314/03 e accertate con determinazione dirigenziale n. 13195, precedentemente richiamata;

Viste:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e s. m.;

- le Leggi regionali n. 24 e n. 25 del 22 dicembre 2009;

- le Leggi regionali n. 7 e n. 8 del 23 luglio 2010;

Viste altresì:

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto ”Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e s.m.;

- le determinazioni dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 18 novembre 2010, n.8 e del 22 dicembre 2010, n. 10 in materia di tracciabilità finanziaria ed art. 3, legge 13 agosto, n. 136 e s. m.;

Richiamate le proprie deliberazioni 1057/06 e s. m., 1663/06, 2416/08 e ss. mm. e 1173/09 e 1030/10;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta degli Assessori regionali competenti per materia;

a voti unanimi e palesi

delibera:

1. di approvare, in riferimento al quadro normativo e per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, l’integrazione al Piano approvato con propria deliberazione 2314/03, espressamente finalizzata al completamento di interventi di miglioramento sismico in edifici di culto, conseguenti agli eventi sismici di aprile-giugno 2000, nelle province di Ravenna e Reggio-Emilia, così come riportato nell’Allegato, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di assegnare ai soggetti indicati nell’Allegato, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, i contributi in esso riportati, per un ammontare complessivo quantificato in Euro 386.619,65;

3. di dare atto che, all’onere finanziario complessivo di cui al punto 2. che precede, si fa fronte con le disponibiltà allocate al Capitolo 48091, “Interventi di ripristino, di messa in sicurezza, di miglioramento sismico, contributi a soggetti privati e ad attività produttive danneggiate dai sismi nei mesi di aprile–giugno 2000 e da calamità idrogeologiche nei mesi di ottobre–novembre 1999. Mutui con oneri di ammortamento a carico dello Stato. (Ordinanza ministeriale n. 3124 del 12 aprile 2001).”, di cui all’UPB 1.4.4.3. 17510, del Bilancio di previsione regionale per l’esercizio finanziario 2010, quali risorse facenti parte delle economie di programmazione risultanti dall’attuazione del Piano di interventi urgenti e per la riduzione del rischio sismico approvato con propria deliberazione 2314/03 e accertate con determinazione dirigenziale 13195/10;

4. di stabilire che devono ritenersi applicabili agli interventi finanziati con il presente atto le disposizioni e prescrizioni tecniche previste nell’Allegato 2 “Modalità di attuazione degli interventi” e nell’Allegato 3 “Modalità di erogazione dei contributi spettanti ai soggetti attuatori” della citata deliberazione 2314/03 (come rettificata e modificata dalle successive deliberazioni 2727/03 e 946/04);

5. di stabilire, altresì, che devono considerarsi estese all’integrazione al Piano operata con il presente atto, tutte le disposizioni giuridico-contabili attuative dell’O.M. 3124/01 e s. m.;

6. di dare atto che il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali, ai sensi della normativa regionale vigente, alla concessione dei contributi a favore dei soggetti beneficiari e all’assunzione del relativo onere finanziario, a presentazione dei progetti esecutivi e dei relativi quadri economici, con indicazione della copertura finanziaria degli interventi stessi, nonché alla liquidazione ai soggetti attuatori degli importi spettanti, nel rispetto delle disposizioni richiamate al punto 4. che precede;

7. di provvedere alla pubblicazione della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. 

ALLEGATO

O.M. 3124/2001, art. 5, comma 1 – Piano per il completamento di interventi di miglioramento sismico in edifici di culto, conseguenti agli eventi sismici di aprile-giugno 2000 nelle province di Ravenna e Reggio Emilia 

  • N. 1 Soggetto attuatore: Diocesi di Faenza-Modigliana, immobile interessato dall’intervento: Chiesa di S. Domenico - comune di ubicazione: Faenza (RA) - Interventi di miglioramento sismico finanziati: consolidamento dei pinnacoli del campanile - Contributi assegnati Euro 49.118,33
  • N. 2 Soggetto attuatore: Diocesi di Reggio-Emilia-Guastalla, immobile interessato dall’intervento: Cattedrale di S. Maria Assunta – Duomo - comune di ubicazione Reggio Emilia - Interventi di miglioramento sismico finanziati: consolidamento delle fondazioni - Contributi assegnati Euro 337.501,32

Totale  386.619,65

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it