E-R | BUR

n.408 del 27.12.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Acquedotto della Romagna - 4LSUB2P2 - Comunicazione ex art. 8, comma 2 e artt. 9, 11, 15 e 16 della L.R. Emilia-Romagna 19 dicembre 2002, n. 37 di avvio del procedimento di approvazione del progetto definitivo dei lavori relativi alla realizzazione del “Raddoppio della condotta esistente tra la cabina di Russi e la derivazione per Lugo e Cotignola” codice ATERSIR 2014RAAC0004 – CUP E37B14000370005 e di deposito della relativa documentazione

Il Responsabile del Procedimento

Visti: il d.P.R. n. 327/2001; la L.R. n. 37/2002 e l’Art. 158 bis del D.Lgs n. 152/2006

Rende noto

CHE Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. ha predisposto il progetto definitivo delle opere in oggetto, così come definito dall’art. 23 del d.lgs. 50/2016, inserito nel Programma degli Interventi, approvato da “ATERSIR” in data 26/07/2016 (delibera Consiglio d’Ambito n. 42 del 2016);

CHE detto progetto prevede la realizzazione del raddoppio dell’Acquedotto della Romagna, tra le cabina di Russi e la derivazione per Lugo e Cotignola, attualmente costituito da una condotta in acciaio DN400, mediante la posa, dove possibile in affiancamento alla condotta esistente, di una nuova condotta in acciaio DN600, il tutto per uno sviluppo complessivo di circa 7,7 chilometri ed inoltre l’adeguamento e la realizzazione delle relative opere di linea ed accessorie;

CHE ai sensi degli artt. 8, comma 2, 9, 11 e 16 della sopra citata legge regionale n. 37/2002 e ss.mm.ii, e - per quanto d’occorrenza ed applicabili ex art. 33 della stessa L.R. 37/2002 - delle disposizioni del D.P.R. 327/2001 e della legge 241/1990, in relazione a quanto previsto dall’art. 158-bis, commi 1 e 2 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii., si, è dato avvio al procedimento diretto all’approvazione del progetto definitivo dell’opera di cui trattasi che comporterà l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, variante agli strumenti urbanistici e territoriale dei comuni interessati, la dichiarazione di Pubblica Utilitá dell’opera e costituirà titolo abilitativo;

CHE, ai sensi e per gli effetti dell’art. 11 comma 2 e dell’art. 16 comma 1 della sopra citata legge regionale presso Romagna Acque Società Delle Fonti S.p.A. - Ufficio Espropri in Piazza Orsi Mangelli n. 10, a Forlí (FC), è stato depositato il progetto definitivo dei lavori in oggetto, completo di un allegato in cui sono indicate le aree da espropriare, asservire ed occupare, i nominativi dei proprietari secondo le risultanze dei registri catastali ed una relazione che indica la natura, lo scopo e la spesa presunta e il finanziamento dell’opera da eseguire;

CHE, l’intervento in base alle risultanze catastali, interesserà i fondi di ditte private in: comune di Russi, cotignola e bagnacavallo tutti e tre in provincia di Ravenna secondo il Piano Particellare d’Esproprio del Progetto.

CHE lo stesso intervento prevede la variante agli strumenti urbanistici vigenti nei tre comuni interessati, come meglio illustrato negli appositi elaborati progettuali della sezioni 7 “Inserimento urbanistico” e 14 ”Proposta di variante agli strumenti urbanistici comunali”, del Progetto Definitivo depositato;

CHE, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso, chiunque ne abbia interesse potrà prendere visione degli atti che compongono il progetto definitivo e potrà formulare osservazioni scritte indirizzate a “Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. - Ufficio Espropri in Piazza Orsi Mangelli n. 10, 47122 Forlì (FC)”, con la precisa indicazione dell’oggetto del presente avviso;

CHE, la consultazione del progetto depositato presso questa Società - Ufficio Espropri in Piazza Orsi Mangelli n. 10 a Forlì (FC), potrà avvenire nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.45,

CHE il Progetto Definitivo è altresì depositato presso le Segreterie dei Comune di RUSSI, Piazza Farini D. A.- 48026 Russi; di COTIGNOLA Piazza Vittorio Emanuele II, 31 – 48033 Cotignola e di BAGNACAVALLO Piazza della Libertà 12 – 48012 Bagnacavallo, ove la consultazione potrà avvenire dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00;

CHE, La scrivente Società promotrice e beneficiaria dell’espropriazione (art. 3 d.P.R. 8 giugno 2001 n. 327) eserciterà tutti i poteri espropriativi e, più in generale, ablatori – anche di natura interinale e/o temporanea, che le sono stati delegati da ATERSIR con addendum alla convenzione di servizio sottoscritto dalle Parti il 06/08/2015; a tal fine si precisa che per tutti i poteri che verranno esercitati da Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. svolgerà le funzioni di Responsabile del Procedimento il sottoscritto Ing. Guido Govi.

CHE, Si rende noto che ATERSIR (Viale Cairoli n. 8/F, 40121 Bologna (BO) tel. 051 – 6373411, fax 051 9525150, P.E.C. dgatersir@pec.atersir.emr.it, provvederà all’indizione e conduzione della Conferenza di Servizi di cui all’art. 158-bis del d.lgs. n.152/2006 finalizzata all’approvazione del progetto definitivo comportante apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, dichiarazione di pubblica utilità dell’opera, e variante agli strumenti di pianificazione urbanistica e territoriale e costituirà titolo abilitativo, anche ai sensi e per gli effetti degli artt. 8 – 14 e degli artt. 15 – 19 della LR n. 37/2002.

rende noto altresì

CHE, col solo scopo di ulteriore divulgazione, un significativo stralcio del Progetto Definitivo in oggetto sarà visionabile fino alla dichiarazione di Pubblica Utilità, alla voce “Attività e Procedimenti / Espropri” della sezione “Amministrazione trasparente” del profilo istituzionale della, all’indirizzo www.romagnacque.it .

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it