E-R | BUR

n.9 del 16.01.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Variante al Piano Infraregionale delle Attività Estrattive della Provincia di Forlì – Cesena (P.I.A.E.). Avviso di adozione e di deposito ai sensi degli artt. 5, comma 6, e 27, comma 5, della L.R. 20/2000 e s.m.i.

Si comunica che ai sensi dell'art. 27, commi 1 e 4, della L.R. 24 marzo 2000 e s.m.i., la Provincia di Forlì-Cesena, con deliberazione di Consiglio provinciale n. 111731/256 del 17 dicembre 2012, dichiarata immediatamente eseguibile, ha adottato la Variante al Piano Infraregionale delle Attività Estrattive.

Lo strumento di pianificazione in oggetto è depositato ai sensi del comma 5 dell'art. 27 della L.R. 20/2000, presso le sedi del Consiglio provinciale (consultabile in formato digitale presso URP ed in formato cartaceo presso il Servizio Ambiente e Pianificazione Territoriale - Ufficio Attività Estrattive-Geologia), nonché in formato digitale presso le sedi della Regione Emilia-Romagna, delle Province contermini (Ravenna, Rimini, Firenze, Arezzo), dei Comuni della Provincia di Forlì-Cesena, delle Comunità Montane e degli Enti di gestione delle aree naturali protette (Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, Riserva Naturale Bosco di Scardavilla c/o Comune di Meldola, Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Romagna).

Si precisa che ai fini della procedura di valutazione ambientale strategica (VAS), l'Autorità procedente è la Provincia di Forlì-Cesena e l'Autorità competente è la Regione Emilia-Romagna- Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale.

Ai sensi dell'art. 5 comma 6 della L.R. 20/2000, il presente avviso di deposito ha validità anche ai fini della procedura di Valutazione di sostenibilità del piano e sostituisce gli analoghi adempimenti previsti dal D.Lgs. 152/2006 in merito alla valutazione ambientale strategica (VAS) del piano adottato.

Gli elaborati dello strumento di pianificazione in oggetto sono inoltre consultabili nel sito web della Provincia (www.provincia.fc.it/ambiente) e nel sito web della Regione Emilia-Romagna (http://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/Ricerche/).

Il deposito ha una durata di 60 giorni consecutivi a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso, durante i quali chiunque potrà prenderne visione.

Entro la scadenza del termine di deposito (16/3/2013):

a) ai sensi del comma 3 dell'art. 14 del D.Lgs. 152/2006, relativo al procedimento di VAS, chiunque può presentare le proprie osservazioni anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi;

b) ai sensi del comma 6 dell'art. 27 della L.R. 20/2000, relativo al procedimento di approvazione della variante in oggetto, potranno presentare osservazioni e proposte i seguenti soggetti:

- gli enti e organismi pubblici;

-le associazioni economiche e sociali e quelle costituite per la tutela di interessi diffusi;

- i singoli cittadini nei confronti dei quali le previsioni del piano adottato sono destinate a produrre effetti diretti.

Le osservazioni e le proposte, redatte in carta semplice, dovranno essere fatte pervenire alla Provincia di Forlì-Cesena - Servizio Ambiente e Pianificazione Territoriale - Piazza Morgagni n. 9 - 47121 Forlì.

Le osservazioni relative alla procedura di VAS dovranno inoltre essere trasmesse alla Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n.8 - 40127 Bologna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it