E-R | BUR

n.42 del 07.02.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

Recepimento "Linee di indirizzo nazionali sui Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) per le demenze" e "Linee di indirizzo nazionali sull'uso dei Sistemi Informativi per caratterizzare il fenomeno delle demenze"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamato l'art. 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 e, in particolare, il comma 2, lettera c), in base al quale la Conferenza Stato-Regioni promuove e sancisce accordi tra Governo, Regioni, Province, Comuni e Comunità montane, al fine di coordinare l'esercizio delle rispettive competenze e svolgere in collaborazione attività di interesse comune;

Atteso che il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità Montane, in data 26 ottobre 2017 (Rep. Atti n. 130/CU) ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lettera c) del Decreto Legislativo 28 agosto 1997, n. 281, hanno sancito l'accordo sui documenti recanti “Linee di indirizzo nazionali sui Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) per le demenze” e “Linee di indirizzo nazionali sull’uso dei Sistemi Informativi per caratterizzare il fenomeno delle demenze”; che nei suddetti documenti sono stati individuati:

  • per quanto concerne le “Linee di indirizzo nazionali sui Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) per le demenze” una definizione condivisa, teorica ed operativa, di PDTA per le demenze indicandone gli elementi costituitivi da articolare nei vari contesti locali;
  • per quanto concerne le “Linee di indirizzo nazionali sull’uso dei Sistemi Informativi per caratterizzare il fenomeno delle demenze” gli algoritmi derivanti dai flussi informativi esistenti da utilizzare attraverso metodi di record-linkage.

Considerato che:

  • la Regione Emilia-Romagna con propria deliberazione n.990/16, ha recepito il “Piano nazionale delle demenze–Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze”, di cui all’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità Montane del 30 ottobre 2014 (Rep. Atti n. 135/CU);
  • Il “Piano nazionale delle demenze–Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze”, di cui all’Accordo sopra citato, ha tra i suoi obiettivi la creazione di una rete integrata per le demenze e realizzazione della gestione integrata;
  • La presa in carico della persona e della sua famiglia nell’ambito della gestione integrata prevede l’inserimento di percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) quali strumenti che permettono di delineare il miglior percorso all’interno di un’organizzazione e tra organizzazioni per la presa in carico del paziente e della sua famiglia, rispettando i principi di appropriatezza.

Dato atto che, L’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità Montane, del 26 ottobre 2017 (Rep. Atti n. 130/CU)sopra citato, ed in particolare “Linee di indirizzo Nazionali sui Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali per le demenze”, prevede che le indicazioni vengano rimodulate da ogni singola Regione sulla base dell’organizzazione della rete dei servizi sanitari, sociali e socio-sanitari del proprio territorio e dell’ottimizzazione delle risorse;

Considerato che: 

  • Con Determinazione n. 4250/18 “Costituzione gruppo di lavoro per la stesura del PDTA demenze” sono state individuate le figure rappresentative di tutti gli attori coinvolti nel percorso di cura, in coerenza con le Linee di indirizzo nazionali sui PDTA, ai fini della stesura dello stesso;
  • Il gruppo di lavoro di cui alla Determinazione n.4250/18 sopra citata si è riunito periodicamente ed ha portato a termine il documento regionale “Percorso Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale nelle Demenze”, allegato 2 parte integrante e sostanziale della presente Deliberazione, in cui sono state definite le modalità organizzative ed operative nella gestione delle demenze, dal sospetto diagnostico alle fasi post-diagnostiche di cura e continuità assistenziale, alla fase terminale e cure palliative.

Ritenuto opportuno, Recepire, l'accordo sui documenti recanti “Linee di indirizzo nazionali sui Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) per le demenze” e “Linee di indirizzo nazionali sull’uso dei Sistemi Informativi per caratterizzare il fenomeno delle demenze” allegato 1 parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, sancito in data 26/10/2017 (Rep. Atti n. 130/CU) tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità Montane, in ragione della necessità di dare applicazione sul territorio regionale alle disposizioni di legge attraverso le modalità ivi stabilite, così come disposto dall’Accordo stesso;

Visti:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii;
  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. mod.;

Richiamate le proprie deliberazioni n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche e integrazioni, per quanto applicabile;

Richiamate, infine, le proprie deliberazioni relative all'organizzazione dell'Ente Regione e alle competenze dei dirigenti regionali di seguito indicate: n.193/2015, n.628/2015, n.270/2016, n.622/2016, n.1107/2016, n.1681/2016, n.2344/2016; n.3/2017, n. 1059/2018, nonché la determinazione n. 9898/2018.

Richiamati: 

  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n.33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 22;
  • la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019 “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione 2019 -2021”, ed in particolare l’ allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021;
  • la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 concernente “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” ed in particolare l’art.5.3 dell’Allegato A e le circolari del Capo di Gabinetto PG/2017/0660476 del 13/10/2017 e PG/2017/0779385 del 21/12/2017;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento, ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di recepire, per le motivazioni espresse in premessa, l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante “Linee di indirizzo nazionali sui Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) per le demenze” e “Linee di indirizzo nazionali sull’uso dei Sistemi Informativi per caratterizzare il fenomeno delle demenze” sancito in data 26/10/2017 (Rep. Atti n. 130/CU), il cui testo, Allegato n. 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2) di approvare, per le motivazioni espresse in premessa, il documento regionale “Percorso Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale nelle Demenze” di cui all’allegato 2 parte integrante e sostanziali della presente deliberazione;

3) di dare mandato alle Aziende USL, alle Aziende Ospedaliere-Universitarie e a tutti i soggetti individuati nell’ambito del documento di cui al precedente punto 2), di dare attuazione alle indicazioni regionali contenute nel documento di cui al punto 2;

4) di riservarsi l’adozione di ulteriori indicazioni per una completa attuazione alle indicazioni nazionali di cui all’allegato 1;

5) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;

6) di pubblicare la presente deliberazione ed i relativi allegati nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it