E-R | BUR

n.118 del 27.04.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Fase preliminare al Provvedimento Autorizzatorio Unico regionale, ai sensi dell'art. 26 bis del D.Lgs. 152/2006, per gli "interventi di completamento della rete viaria di adduzione nell'ambito del potenziamento in sede del Sistema Autostradale e Tangenziale di Bologna: Intermedia di Pianura"

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

in applicazione della delibera 324/2022 (Allegato 1, art. 29) che stabilisce che la responsabilità di una Area di lavoro dirigenziale priva di titolare è assegnata in via ordinaria al Dirigente di Settore sovraordinato Responsabile di Settore Tutela dell’ambiente ed Economia circolare, Cristina Govoni

(omissis)

determina 

a) sulla base delle indicazioni della Conferenza di servizi preliminare decisoria indetta ai sensi dell’art. 14 comma 3 della L. 241/90 e smi e ai sensi dell’art. 26 bis del d. lgs. 152/2006, e della proposta di conclusione del procedimento inviata da ARPAE AAC Metropolitana con nota acquisita al prot. PG.2022.346199 del 6 aprile 2022, come riportato nella parte narrativa, di rilevare l’insussistenza di elementi preclusivi alla realizzazione del progetto denominato “Interventi di completamento della rete viaria di adduzione nell’ambito del potenziamento in sede del Sistema Autostradale e Tangenziale di Bologna: Intermedia di Pianura”, proposto dalla società Autostrade per l’Italia S.p.A., come da “Verbale della fase preliminare al provvedimento autorizzatorio unico regionale” che costituisce l’ALLEGATO 1, parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

b) sulla base delle indicazioni fornite come necessarie ai fini della redazione dello Studio d’Impatto Ambientale e degli elaborati relativi al procedimento unico di VIA, riportate nel paragrafo tre del verbale sopra richiamato, di assumere tali indicazioni;

c) di trasmettere copia della presente deliberazione: al Proponente, al Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, alla Regione Emilia-Romagna - Servizio Viabilità, logistica e trasporto per vie d'acqua, all’Agenzia per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, alla Città metropolitana di Bologna, al Comune di Bologna, al Comune di Sala Bolognese, al Comune di Calderara di Reno, al Comune di Castel Maggiore, all’Agenzia Prevenzione Ambiente Energia Emilia-Romagna - APA Metropolitana SSA, all’AUSL - Dipartimento di Sanità Pubblica, al Consorzio di Bonifica Renana, alla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, ad Hera Tech, ad Open Fiber, a LEPIDA, ad E-Distribuzione, a TERNA SpA, a TELECOM TIM S.p.A. e a SNAM Rete Gas S.p.A.;

d) di pubblicare la presente determina dirigenziale sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna;

e) di dare atto, infine, che si provvederà alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del d.lgs. 33/2013.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it