E-R | BUR

n.145 del 16.05.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifica termini per la presentazione dei progetti preliminari, definitivi, esecutivi, delle perizie e delle autocertificazioni di cui alle ordinanze n. 120 e 121 dell’11 ottobre 2013 e delle istanze di cui all’ordinanza n. 122 dell’11 ottobre 2013

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L. n. 74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/2012

Visti:

- il decreto legge n. 74/2012, convertito con modificazioni dalla legge 122/2012, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”

- il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 luglio 2012 di attuazione dell'art. 2 comma 2 del decreto legge n. 74 del 6 giugno 2012;

- il Protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Economia e delle Finanze e i Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto in qualità di Commissari delegati del 4 ottobre 2012;

- il decreto legge n. 1 del 14 gennaio 2013 recante disposizioni urgenti per il superamento di situazioni di criticità nella gestione dei rifiuti e di taluni fenomeni di inquinamento ambientale convertito con legge n. 11 del 1 febbraio 2013;

- il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 febbraio 2013 riportante l’aggiornamento della misura dei contributi per la ricostruzione nei territori colpiti dagli eventi sismici nel maggio 2012;

- il decreto legge n. 43 del 26 aprile 2013 “Disposizioni urgenti per il rilancio dell'area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015” convertito con modificazioni dalla legge n. 71 del 24 giugno 2013;

Viste le precedenti ordinanze commissariali:

- n. 120 dell’11 ottobre 2013 “Attuazione del Programma, aggiornato al settembre 2013, delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Approvazione piani annuali 2013-2014.”;

- n. 121 dell’11 ottobre 2013 “Attuazione interventi relativi alle Opere Pubbliche ed ai Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 con importi inferiori ad € 50.000,00.”;

- n. 122 dell’11 ottobre 2013 “Attuazione del Programma, aggiornato al settembre 2013, delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Inserimento dei beni privati di interesse culturale. Approvazione schema di convenzione.”;

- n.141 del 22 ottobre 2013 “Modifica termini per la presentazione dei progetti preliminari, definitivi, esecutivi, previsti dall’ordinanza n. 120 dell’11 ottobre 2013 “Attuazione del Programma, aggiornato al settembre 2013, delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Approvazione Piani Annuali 2013 - 2014”;

- n.002 del 27 gennaio 2014 “Modifica termini per la presentazione dei progetti preliminari, definitivi, esecutivi, previsti dall’ordinanza n. 120 dell’11 ottobre 2013 “Attuazione del Programma, aggiornato al settembre 2013, delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Approvazione Piani Annuali 2013 - 2014”;

Vista l’ordinanza commissariale n. 29 del 28 agosto 2012 “Criteri e modalità di assegnazione di contributi per la riparazione e il ripristino immediato di edifici e unità immobiliari ad uso abitativo danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 e temporaneamente o parzialmente inagibili” e successive modifiche ed integrazioni;

Considerato che dal 1 giugno 2014 sarà resa operativa la piattaforma informatica “FENICE” per la gestione del flusso documentale degli interventi inseriti nel Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali e nei Piani Annuali 2013-2014, danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012;

Considerato che nel mese di maggio si svolgeranno le prossime elezioni amministrative, che interesseranno svariati Soggetti attuatori degli interventi del Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 e dei Piani Annuali 2013-2014, con conseguente rallentamento delle connesse attività amministrative;

Viste le richieste di proroga per la presentazione dei progetti preliminari, definitivi, esecutivi, previsti dall’ordinanza n. 120, n. 121 dell’11 ottobre 2013 già presentate: CR.2014.0009562 del 17/3/2014 dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici, CR.2014.0012303 del 1/4/2014 dal Comune di Soliera (MO), CR.2014.0008780 del 7/3/2014 e CR.2014.0015240 del 28/4/2014 dal Comune di Sant’Agostino (FE), CR.2014.0013353 del 10/4/2014 dal Comune di Castel Maggiore (BO), CR.2014.0012997 del 8/4/2014 dall’Agenzia Interregionale per il fiume Po, CR.2014.0012852 del 7/4/2014 dal Comune di Mirabello (FE), CR.2014.0012987 del 8/4/2014 dal Consorzio della Bonifica Burana, CR.2014.0014267 del 17/4/2014 dalla Provincia di Reggio Emilia, CR.2014.0014329 del 17/4/2014 dal Comune di Cento (FE), CR.2014.0014902 del 23/4/2014 dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, CR.2014.0015406 del 29/4/2014 dall’Arcidiocesi di Modena-Nonantola e CR.2014.0015542 del 30/4/2014 dal Comune di Castello d’Argile (BO);

Viste le numerose richieste di proroga che sono già pervenute e la necessità di fornire adeguate informazioni in merito alle procedure ed alla gestione del flusso documentale informatico che verrà avviato dal 1 giugno 2014 nonché alla compilazione tecnica dei progetti, rappresentando che al riguardo nel mese di maggio sono stati organizzati due incontri con tutti i soggetti attuatori, i Responsabili Unici del Procedimento nonché i professionisti;

Atteso che alcune scadenze per la presentazione dei progetti delle opere pubbliche e beni culturali si sono sovrapposte al termine del 30 aprile 2014 per la presentazione dei progetti per la riparazione con rafforzamento locale degli edifici con esisto di agibilità “B” e “C”;

Ravvisata l’opportunità di prorogare con ordinanza per tutti i soggetti coinvolti le imminenti scadenze relative ai progetti e alle istanze in attuazione dei Piani Annuali delle Opere Pubbliche, dei Beni Culturali e delle Attrezzature Scolastiche, per non dover procedere alla concessione delle singole proroghe, previste dal vigente regolamento approvato con l’ordinanza n. 120 del 1 ottobre 2013 e smi, già richieste da vari soggetti attuatori a cui sicuramente se ne aggiungeranno degli altri, con notevole impegno per la Struttura Tecnica del Commissario Delegato;

Ritenuto altresì opportuno prorogare anche i termini per la presentazione delle istanze dei proprietari di edifici privati, oggetto del vincolo ai sensi del decreto legislativo n. 42/2004 e smi, al Presidente/Commissario delegato per l’inserimento nel Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali;

Preso atto delle richieste pervenute da Comuni e Ordini professionali che hanno manifestato l’esigenza di prendere in considerazione alcuni casi di domande tardive o comunque alcune situazioni particolari per le quali non è stato possibile presentare la domanda per di contributo per la riparazione e ripristino con rafforzamento locale dell’edificio danneggiato dal sisma ai sensi dell’ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012 e smi entro il 30 aprile 2014.

Ritenuto pertanto opportuno autorizzare i Comuni a valutare richieste tardive opportunamente motivate per il successivo deposito della domanda di contributo.

Acquisito il parere favorevole del Comitato Istituzionale nella seduta del 9 maggio 2014;

Tutto ciò premesso e considerato 

DISPONE

  1. I termini stabiliti nell’allegato E “Regolamento” per l’attuazione dei Piani Annuali 2013 - 2014 Opere Pubbliche, Beni Culturali, Edilizia Scolastica e Università dell’ordinanza n. 120 dell’11 ottobre 2013 che riguardano la presentazione dei progetti preliminari, definitivi ed esecutivi degli interventi ricompresi nei Piani Annuali 2013-2014, decorrono dal 1 luglio 2014.
  2. I termini stabiliti dall’ordinanza n. 121 dell’11 ottobre 2013, che riguardano in particolare la presentazione dei progetti preliminari, definitivi, esecutivi, delle perizie e delle autocertificazioni per gli interventi relativi alle Opere Pubbliche ed ai Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 con importi inferiori ad € 50.000,00, decorrono dal 1 luglio 2014.
  3. Il termine stabilito dall’ordinanza n. 122 dell’11 ottobre 2013, al punto 2 lettera b, in riferimento alla presentazione dell’istanza al Presidente/Commissario delegato per l’inserimento nel Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali, è prorogato al 31 agosto 2014.
  4. Coloro i quali, per ragioni indipendenti dalla propria volontà, non abbiano potuto depositare la domanda di contributo per la riparazione e ripristino con rafforzamento locale dell’edificio danneggiato dal sisma ai sensi dell’ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012 e smi entro il 30 aprile 2014, termine stabilito dall’art. 2 dell’ordinanza n. 2 del 27 gennaio 2014, possono inviare al Comune, tramite la piattaforma informatica MUDE, richiesta di presentazione fuori termine della domanda, rappresentando le gravi motivazioni che ne hanno impedito il deposito.
  5. Il Comune, valutata la richiesta e le motivazioni presentate, autorizza o meno il beneficiario al deposito dell’istanza tramite la piattaforma MUDE, indicando anche i termini entro cui adempiere che dovranno essere congrui con le motivazioni rappresentate e comunque non superiori a 90 giorni dalla data di ricevimento della stessa autorizzazione. Il mancato deposito della domanda nei termini indicati dal Comune comporterà la decadenza dal contributo.

La presente ordinanza è pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 16 maggio 2014

Il Commissario Delegato

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it