E-R | BUR

n.287 del 24.09.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Italgraniti Group S.p.A. - Rinnovo con variante sostanziale e cambio della titolarità della concessione preferenziale di derivazione acque pubbliche da falde sotterranee con procedura ordinaria ad uso industriale, igienico ed assimilati e antincendio in comune di San Martino in Rio (RE) località Trignano (Pratica n. 5346-8600 - REPPA4780)

IL DIRIGENTE PROFESSIONAL

(omissis)

determina:

a) di assentire, fatti salvi i diritti dei terzi, alla ditta Italgraniti Group S.p.A. C.F./P.IVA 03294200369 con sede in Formigine (MO) - località Casinalbo Via Radici in Piano 355, il rinnovo con variante sostanziale e riconoscere la titolarità della concessione a derivare acqua pubblica dalle falde sotterranee in Comune di San Martino in Rio (RE) località Trignano da esercitarsi mediante prelievo da n. 2 pozzi, ubicati su terreno, condotto in locazione, di proprietà della ditta Virgilio S.p.A. a ciò consenziente, contraddistinto dal mappale n. 4, del foglio n. 109 del NCT di detto Comune, coordinate UTM*-32: X = Y =, da destinare agli usi industriale, igienico ed assimilati e antincendio, già assentita alla ditta IMPRONTA ITALGRANITI S.p.A. con Determinazione n. 3169 del 7/3/2006 e scadenza il 31/12/2005;

b) di stabilire che la concessione continui ad essere esercitata e di fissare la quantità d'acqua prelevabile pari alla portata massima di l/s 11,00 corrispondente ad un volume complessivo annuo di mc. 150.000,00 nel rispetto delle modalità nonché degli obblighi e condizioni dettagliati nel Disciplinare parte integrante e sostanziale del presente atto;

c) di stabilire che il rinnovo decorre dal 01/01/2006, giorno successivo alla data di scadenza della concessione originaria, ed a norma dell’art. 3, comma 3 del R.R. 4/2005 è valido fino al 31 dicembre 2015;

(omissis)

Estratto del Disciplinare di concessione parte integrante della determinazione in data 9 giugno 2014 n. 7655

(omissis)

7.1 Dispositivo di misurazione - il concessionario, qualora non avesse già provveduto, dovrà procedere all’istallazione di idoneo e tarato strumento per la misurazione della quantità d’acqua prelevata nonché garantirne il buon funzionamento e comunicare al Servizio concedente, alla fine di ogni anno, i risultati delle misurazioni effettuate.

(omissis)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it