E-R | BUR

n. 12 del 03.02.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale L.R. 18 maggio 19999, n. 9 come integrata ai sensi del Dlgs 3 aprile 2006, n. 152 come modificato dal Dlgs 16 gennaio 2008, n. 4 - Titolo II - Procedura di verifica (screening) relativa al progetto preliminare per la realizzazione del primo stralcio delle casse di espansione “Valle Felici”

L’Autorita’ competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del titolo II della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del Decreto legislativo 3 aprile, 2006, n. 152 come modificato dal Decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4, sono stati depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) relativi al

- progetto: progetto preliminare per la realizzazione del primo stralcio delle casse di espansione “Valle Felici”;

- localizzato: Montaletto di Cervia (RA);

- presentato da: Consorzio di Bonifica della Romagna - sede di Cesena - Via Lambruschini n.195 - 47521 Cesena (FC)

Il progetto appartiene alla seguente categoria:

- B.1. 18) opere di regolazione del corso dei fiumi e dei torrenti, canalizzazioni e interventi di bonifica ed altri simili destinati ad incidere sul regime delle acque.;

- B.1. 19) dighe e altri impianti destinati a trattenere le acque o ad accumularle in modo durevole;

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: Comune di Cervia, Settore programmazione interventi Opere Pubbliche e Difesa del Territorio, Piazza XXV Aprile n. 11 -

48015 Cervia (RA), e delle seguenti province: Provincia di Ravenna, Servizio tecnico ambiente e

suolo, Piazza dei Caduti per la Libertà, 2/4 - 48100 Ravenna (RA).

Il progetto prevede: realizzazione di una cassa di espansione avente la finalità di laminare le

piene del canale allacciamento mitigando il rischio idraulico del territorio. L’intervento in progetto

costituisce un primo stralcio funzionale del complesso di casse già individuato nello studio generale di fattibilità del 2007 volto alla messa in sicurezza dell’intero comprensorio. L’area interessata dall’intervento ha un’estensione complessiva di circa 63 ha ed è situata in sinistra idraulica del canale allacciamento. La configurazione di progetto della cassa di espansione prevede:

· la realizzazione di una cinta arginale la cui sommità è posta a 3.50 m s.m.m., che delimita il perimetro di cassa;

· un’opera di presa (sfioratore laterale) in cemento armato rivestito in mattoni nelle parti in

vista, la cui soglia sfiorante è lunga 60.00 m;

· uno scarico di fondo costituito da 2 scatolari di dimensioni interne 3x2 m, situati immediatamente a monte dell’opera di presa e recapitanti nel canale allacciamento;

· uno scarico di fondo ausiliario costituito da 2 scatolari di dimensioni interne 2x1 m con paratoia e clapet, situati al margine orientale della cassa e recapitanti nello scolo Garaffona;

· la formazione di un canale in terra avente funzione di drenaggio delle acque in cassa corredato da 3 laghetti.

Il contributo alla mitigazione del rischio alluvionale dei territori a valle della cassa in progetto è stato valutato tramite modellazione matematica ed è stimato, per l’evento di riferimento (onda con tempo di ritorno 10-ennale, mare a quota 2.20 m s.m.m., presenza di barra alla foce ed esondazioni impedite) in una riduzione dei massimi livelli idrici nel tratto a valle del ponte sulla s.s. 71 bis dell’ordine dei 60 cm.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) presso la sede dell’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Via dei Mille, 21 - 40121 Bologna (BO) e presso la sede dei seguenti comuni interessati: Comune di Cervia, Settore Programmazione interventi Opere Pubbliche e Difesa del Territorio, Piazza XXV Aprile n. 11 - 48015 Cervia (RA).

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) sono depositati per 45 (quarantacinque) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione entro lo stesso termine di 45 giorni chiunque, ai sensi della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e del D.lgs. 3 aprile, 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni, può presentare osservazioni all’autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale al seguente indirizzo: Via dei Mille, 21 - 40121 Bologna (BO).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it