E-R | BUR

n. 76 del 09.06.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9, come integrata ai sensi del DLgs 3 aprile, 2006, n. 152, come modificato dal DLgs 16 gennaio 2008, n. 4. Titolo II - Procedura di verifica (screening) per il progetto di campagna di impianto mobile per trattamento rifiuti inerti da svolgersi nel comune di Sogliano al Rubicone (FC) presentato da Ceisa SpA

L’Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del titolo II della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9, come integrata ai sensi del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152,come modificato dal Decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4, sono stati depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) relativi al:

- progetto: campagna di impianto mobile per trattamento rifiuti inerti;

- localizzato: località La Colombaia nel Comune di Sogliano al Rubicone (FC);

- presentato da: Ceisa SpA.

Il progetto appartiene alla seguente categoria: punto 7 z.b) dell’Allegato IV del Dlgs 152/06 come modificato dal DLgs 4/08

Il progetto interessa il territorio (in relazione sia alla localizzazione degli impianti, opere o interventi principali ed agli eventuali cantieri o interventi correlati sia ai connessi impatti ambientali attesi) dei seguenti comuni: Comune di Sogliano al Rubicone (FC) e delle seguenti province: Forlì-Cesena.

Il progetto prevede (riportare una sommaria descrizione del progetto, specificando finalità, caratteristiche e dimensionamento) che lo svolgimento delle attività prospettate di demolizione vengano eseguite con mezzo mobile all’interno del più generale progetto di demolizione degli edifici esistenti e riqualificazione con ricostruzione dell’ambito produttivo di espansione zona D2 individuata nella pianificazione comunale. La campagna mobile è inserita, in particolare, nelle fasi iniziali di cantiere durante le quali si procederà alla demolizione degli edifici attualmente presenti e riconducibili ad attività di allevamento dismessa. In base alle dimensioni degli edifici da demolire si stimano circa 1.500 mc di rifiuti non pericolosi (macerie di demolizione) da recuperare che corrispondono circa a 2200 tonnellate. Le tipologie di rifiuti non pericolosi da trattare e da recuperare risultano: CER 170904, 170101, 170102, 170103, 170802 (Rifiuti delle operazioni di costruzione e demolizione).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) presso la sede dell’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, sita in Via dei Mille, 21 - 40121 Bologna (BO), e presso la sede dei seguenti comuni interessati: Comune di Sogliano al Rubicone – Piazza della Repubblica, 35 – 47030 Sogliano al Rubicone (FC).

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) sono depositati per 45 (quarantacinque) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione. Entro lo stesso termine di 45 giorni chiunque, ai sensi della L. R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, può presentare osservazioni all’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, al seguente indirizzo: Via dei Mille, 21 - 40121 Bologna (BO).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it