E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Dichiarazione di decadenza dei componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti, ai sensi dell'art. 5, comma 1, della L.R. n. 13/2009 e ss.mm.ii.

IL PRESIDENTE

Richiamata la Legge Regionale del 9 ottobre 2009, n. 13 “Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali” e ss.mm.ii.;

Visti in particolare:

- l’art. 2 c. 1 della citata legge che dispone che il CAL è così composto:

a) il Sindaco della città metropolitana di Bologna;

b) i Presidenti delle Province;

c) i Sindaci dei Comuni capoluogo e dei Comuni con più di 50.000 abitanti;

d) i 18 Sindaci designati con le modalità indicate nel c. 2”;

- l’art. 5 c. 1 che dispone che i “componenti del CAL decadono nell’ipotesi di cessazione, per qualsiasi causa, dalla carica di Sindaco o di Presidente di Provincia o di Presidente di Unione di Comuni. La decadenza è dichiarata, su proposta del Presidente del CAL dal Presidente della Regione con proprio decreto, che provvede altresì a designare il nuovo Sindaco o il nuovo Presidente di Provincia. Qualora decada un Presidente di Unione, si procede alla sua sostituzione secondo quanto previsto all’art. 2, comma 2. Il Presidente della Regione, su richiesta del Presidente del CAL, provvede con decreto alla nomina”;

Richiamati i propri decreti:

- n. 87 del 7/5/2015, relativo alla ricostituzione del Consiglio delle Autonomie locali;

- n. 133 del 17/7/2017, relativo all’ultimo aggiornamento della composizione del CAL;

Richiamati altresì i decreti:

- n. 23 del 27/2/2018;

- n. 119 del 27/7/2018;

- n. 171 del 13/11/2018;

- n. 97 del 24/6/2019;

- n. 107 del 12/6/2020;

- n. 182 del 2/10/2020;

- n. 159 del 10/11/2021;

relativi alla dichiarazione di decadenza di componenti del CAL a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti;

Visti:

- l'art. 1, commi da 58 a 66, della legge 7/4/2014, n. 56 recante “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni”, relativi all’elezione, con procedimento elettorale di secondo grado, del Presidente della Provincia;

- l’art. 1, comma 1, lett. d)-bis del decreto-legge 20/4/2020, n. 26, convertito con modificazioni dalla legge 19/6/2020, n. 59; l’art. 2, comma 2, del decreto-legge 7/11/2020, n. 148 recante “Disposizioni urgenti per il differimento di consultazioni elettorali per l'anno 2020”; l’art. 2, comma 4-bis, del decreto-legge 31/12/2020, n. 183, convertito con modificazioni dalla legge 26/2/2021, n. 21; l’art. 1, comma 4-quinquiesdecies decreto-legge 7/10/2020, n. 125, convertito, con modificazioni, dalla legge 27/11/2020, n. 159; l’art. 2, comma 4-ter del decreto-legge 31/12/2020, n. 183, convertito, con modificazioni, dalla legge 26/2/2021; l’art. 1 del decreto-legge 5/3/2021, n. 25, convertito, con modificazioni, dalla legge 3/5/2021, n. 58 recante “Disposizioni urgenti per lo svolgimento di elezioni per l'anno 2021”, tutte disposizioni concernenti le consultazioni elettorali per le elezioni dei presidenti delle province e dei consigli provinciali per il periodo 2020/2021;

Vista la nota del 23/9/2021 con cui il Comitato Direttivo dell’Unione Province d’Italia (UPI) ha individuato la data unica ed unitaria a livello nazionale del 18 dicembre 2021 per lo svolgimento delle elezioni provinciali previste nel 2021 e richiamata la relativa e conseguente presa d’atto in data 28/9/2021 della Conferenza Stato – Città ed autonomie locali;

Constatato che, a seguito delle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021, per la nomina del nuovo Presidente nelle Province di Ferrara, Forlì-Cesena e Parma, sono cessati dalla carica i seguenti componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie Locali:

• Barbara Paron

• Gabriele Antonio Fratto

• Diego Rossi

Considerato che, a seguito delle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021 per la nomina del nuovo Presidente nelle Province di Ferrara, Forlì-Cesena e Parma sono stati eletti:

• Gianni Michele Padovani

• Enzo Lattuca

• Andrea Massari

Considerato che, a seguito delle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021 per la nomina del nuovo Presidente, nella Provincia di Ravenna è stato eletto, in seguito a riconferma, Michele De Pascale;

Ritenuto pertanto, su proposta della Presidenza del Consiglio delle Autonomie Locali, di procedere, ai sensi del richiamato art. 5, c. 1, della L.R. n. 13/2009 e ss.mm.ii., alla dichiarazione di decadenza da componenti del CAL dei sopracitati amministratori cessati dalla carica:

  • Barbara Paron
  • Gabriele Antonio Fratto
  • Diego Rossi

Ritenuto conseguentemente di nominare quali componenti di diritto del CAL, in sostituzione dei predetti componenti di diritto uscenti, così come previsto dall’art. 5, c. 1, della L.R. n. 13/2009, a seguito delle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021 per la nomina del nuovo Presidente nelle Province di Ferrara, Forlì-Cesena e Parma:

  • Gianni Michele Padovani
  • Enzo Lattuca
  • Andrea Massari

Ritenuto altresì, di riconfermare componente del CAL Michele De Pascale eletto, in seguito a riconferma, Presidente della Provincia di Ravenna nelle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021;

Dato atto dei pareri allegati;

decreta:

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate

1) i signori:

  • Barbara Paron
  • Gabriele Antonio Fratto
  • Diego Rossi

dichiarati decaduti, ai sensi dell’art. 5, c. 1, della L.R. n. 13/2009, da componenti del Consiglio delle Autonomie locali, a seguito della loro cessazione, rispettivamente, dalla carica di Presidente delle Province di Ferrara, Forlì-Cesena e Parma;

2) i signori:

  • Gianni Michele Padovani
  • Enzo Lattuca
  • Andrea Massari

eletti rispettivamente Presidenti delle Province di Ferrara, Forlì-Cesena e Parma a seguito delle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021, quali componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali;

3) il signor Michele De Pascale

eletto, in seguito a riconferma, Presidente della Provincia di Ravenna nelle elezioni di secondo grado del 18 dicembre 2021 quale componente di diritto del Consiglio delle Autonomie locali;

4) Il presente decreto verrà pubblicato in forma integrale nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it