E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione dell'Accordo Operativo per la realizzazione di interventi migliorativi dell'accessibilità ferroviaria del porto di Ravenna, tra Regione Emilia-Romagna, Rete Ferroviaria Italiana, Comune di Ravenna, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

  1. di approvare lo Schema dell’“Accordo Operativo Protocollo attuativo per la realizzazione di interventi migliorativi dell’accessibilità ferroviaria del porto di Ravenna” allegato quale parte sostanziale ed integrante della presente delibera (ALLEGATO A);
  2. di dare atto che alla sottoscrizione dell’accordo di cui al punto che precede provvederà, in attuazione della normativa vigente ed in applicazione della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm., il Direttore Generale Cura del territorio e dell’Ambiente, che potrà apportare eventuali e limitate modifiche necessarie e non sostanziali, per la migliore attuazione dello stesso;
  3. di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;
  4. di pubblicare il presente provvedimento ai sensi dell’art. 23 del D.lgs. 33/2013.

ALLEGATO A

Accordo operativo per la realizzazione di interventi migliorativi dell’accessibilita’ ferroviaria del porto di ravenna

Premesso che:

  • in data 15/06/2015 è stato sottoscritto da Regione Emilia-Romagna, Comune di Ravenna, Autorità Portuale di Ravenna e RFI S.p.A. il “Protocollo Attuativo per la realizzazione degli interventi migliorativi dell’accessibilità ferroviaria del porto core di Ravenna”;
  • in data 13/01/2016 è stato sottoscritto un Accordo Operativo per la presentazione all’Unione Europea della richiesta di finanziamento relativa alla realizzazione dell’opera sostitutiva al P.L. di via Canale Molinetto al km 73+423 della linea Ferrara-Ravenna-Rimini;
  • la candidatura al finanziamento europeo 2015 del progetto “Soppressione PL Canale Molinetto” non è stata accolta dalla Commissione perché, anche se la qualità della domanda di finanziamento è stata giudicata buona, “l'azione dimostra un basso livello di maturità, dal momento che non ci sono evidenze di procedure di appalto, consultazioni pubbliche, ….”;
  • i tempi necessari per l’esecuzione delle consultazioni pubbliche e per l’avvio delle procedure d’appalto non erano compatibili con partecipazione alla call 2016;

RETE FERROVIARIA ITALIANA - S.P.A. con sede legale in Roma, Piazza Croce Rossa n. 1, iscritta al registro delle imprese di Roma al n° 758300, codice fiscale n. 01585570581 e partita IVA n. 01008081000, rappresentata dal Direttore della Direzione Territoriale Produzione di Bologna ing. Luca Cavacchioli, in forza dei poteri conferitigli con atto di delega dell’Amministratore Delegato di RFI (in prosieguo definita semplicemente RFI);

REGIONE EMILIA-ROMAGNA, con sede in Bologna, viale Aldo Moro 52, C.F.n. 8006590379, rappresentata dal Direttore Generale della Direzione Cura del territorio e dell’Ambiente, ing. Paolo Ferrecchi, in virtù dei poteri di rappresentanza conferitigli (in prosieguo definita semplicemente Regione);

COMUNE DI RAVENNA, con sede in Ravenna, Piazza del Popolo 1, rappresentato dal Sindaco Sindaco Dr. Michele de Pascale, nato a Cesena il 20/01/1985, in virtù dei poteri di rappresentanza conferitegli (in prosieguo definito semplicemente Comune);

AUTORITÁ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO CENTRO SETTENTRIONALE, con sede a Ravenna, via Antico Squero n.31, C.F. 92033190395, rappresentata dal presidente dott. Daniele Rossi (in prosieguo definita semplicemente Autorità Portuale);

concordano quanto di seguito riportato:

Art. 1 Opere oggetto dell’accordo operativo

Sono oggetto del presente accordo parte delle opere definite nel Protocollo di Attuazione del 15/06/2015, di seguito elencate:

1) prolungamento della dorsale ferroviaria di raccordo in destra Candiano;

2) il sottopassaggio ferroviario carrabile sostitutivo del Passaggio a Livello di via Canale Molinetto posto al km 73+423 della linea Ferrara-Ravenna-Rimini;

3) adeguamento alla sagoma P/C80 del cavalcavia Teodorico.

Per quanto riguarda l’opera “prolungamento dell’attuale sottopassaggio pedonale di stazione fino a renderlo passante, con uscita in prossimità della testata del canale Candiano” restano confermati gli impegni delle parti sottoscritti nel Protocollo del 15/6/2015.

Art. 2 Impegni delle parti

a) IMPEGNI di RFI

  • Per l’opera descritta al punto 1) dell’art.1 del presente accordo, RFI si impegna a:

- svolgere la funzione di Soggetto Tecnico nelle fasi di progettazione e realizzazione dell’intervento, in accordo con l’Autorità Portuale, il Comune di Ravenna e la Regione Emilia-Romagna;

- elaborare sia il progetto definitivo, che quello esecutivo e trasmettere gli stessi al Comune di Ravenna per approvazione nel rispetto dei tempi definiti al successivo punto 2.c).

- comunicare le spese di progettazione ed esecuzione dei lavori all’Autorità Portuale a seguito dell’approvazione del progetto definitivo. L’avvio dei lavori sarà comunque subordinato alla disponibilità delle aree oggetto d’intervento e al finanziamento da parte della stessa Autorità Portuale.

  • Per l’opera descritta al punto 2) dell’art.1 del presente accordo, RFI si impegna a:

- svolgere la funzione di Committente nella fase di progettazione e realizzazione, contribuendo economicamente per una quota pari a €10 mln (IVA esclusa).

- restano esclusi dal progetto a cura di RFI gli interventi di rimodulazione della viabilità circostante alla nuova opera (sottopasso stradale).

  • Per l’opera descritta al punto 3) dell’art.1 del presente accordo, RFI si impegna a:

- svolgere la funzione di Committente nella fase di progettazione e realizzazione, mettendo a disposizione il finanziamento stimato pari a € 5mln (IVA esclusa).

b) IMPEGNI dell’AUTORITÁ PORTUALE

  •  Per l’opera descritta al punto 1) dell’art.1 del presente accordo, l’AUTORITÁ PORTUALE si impegna a:

- svolgere la funzione di Committente nella fase di progettazione e realizzazione, mettendo a disposizione il finanziamento pari a € 1mln. L’importo economico dell’intervento sarà comunque definito in modo più dettagliato a seguito della redazione del progetto definitivo ed eventuali maggiori necessità finanziarie saranno oggetto di separato accordo.

- approvare il progetto definitivo ed esecutivo dell’intervento, in accordo con il Comune di Ravenna.

  • Per l’opera descritta al punto 2) dell’art.1 del presente accordo, l’AUTORITÁ PORTUALE si impegna a:

- contribuire economicamente alla realizzazione dell’opera per una quota pari a € 5mln.

  • Per l’opera descritta al punto 3) dell’art.1 del presente accordo, l’AUTORITÁ PORTUALE si impegna a:

- condividere preliminarmente le tempistiche dell’eventuale chiusura del cavalcaferrovia.

c) IMPEGNI del COMUNE

  •  Per l’opera descritta al punto 1) dell’art.1 del presente accordo, il COMUNE si impegna a:

- fornire in tempi brevi i pareri di propria competenza, nonché ad approvare il progetto definitivo ed esecutivo dell’intervento entro 45 giorni dall’invio degli elaborati progettuali da parte di RFI;

- elaborare in collaborazione con RFI la nuova viabilità stradale cittadina nella zona dorsale dx Candiano per consentire la realizzazione del prolungamento dell’asta, fornendo di conseguenza a RFI tutti gli input progettuali necessari per la redazione dei progetti definitivo ed esecutivo del prolungamento della dorsale;

- eseguire eventuali espropri che si rendessero necessari per la realizzazione dell’intervento, nonché mettere a disposizione le aree demaniali, previo adeguamento dei propri strumenti di programmazione, compatibilmente con le risorse disponibili e i vincoli del patto di stabilità. Ai sensi dell’art.3 comma 1 lettera c) del D.P.R. 327/2001 il decreto di esproprio sarà emesso a favore dell’Autorità Portuale o di altro soggetto da questa indicato.

  • Per l’opera descritta al punto 2) dell’art.1 del presente accordo, il COMUNE si impegna a:

- progettare e realizzare, a propria cura e spese, le opere di adeguamento degli accessi stradali del sottopasso, compresi gli interventi di rimodulazione della viabilità circostante sia nella fase realizzativa dell’opera sia a conclusione dei lavori di realizzazione della stessa;

- a supportare RFI nell’acquisizione dei necessari pareri/
autorizzazioni da parte degli Enti interessati e dei Gestori degli impianti interferiti.

  • Per l’opera descritta al punto 3) dell’art.1 del presente accordo, il COMUNE si impegna a:

- collaborare con RFI in modo da minimizzare l’impatto sulla viabilità cittadina nel periodo di chiusura totale del cavalcaferrovia e valutare le eventuali azioni di mitigazione da porre in essere.

d) IMPEGNI della REGIONE

Per le opere descritte all’art.1 del presente accordo, la REGIONE si impegna a:

- effettuare un’azione di coordinamento tra i soggetti interessati;

- promuovere il porto di Ravenna nelle opportune sedi nazionali ed europee.

e) IMPEGNI delle PARTI TUTTE

Al fine di migliorare l’accessibilità alle aree raccordate alla rete ferroviaria, le Parti si impegnano a formulare uno studio per individuare un’ipotesi progettuale che, oltre a razionalizzare i binari dell’impianto di Ravenna, garantisca un collegamento ferroviario diretto tra le Dorsali Sinistra e Destra Candiano.

Art. 3 Disposizioni generali

- Il presente Accordo è vincolante per tutti i soggetti sottoscrittori;

- le parti si impegnano reciprocamente a procedere in comune accordo, in forme coordinate e convergenti allo sviluppo delle iniziative necessarie alla realizzazione delle infrastrutture previste nel presente Protocollo, anche in riferimento ai rapporti con i numerosi e significativi interlocutori esterni, di carattere pubblico e privato, coinvolti o interessati nella realizzazione delle opere oggetto del presente Accordo;

- le parti opereranno in piena e reciproca collaborazione, rendendo pienamente disponibili per tutte le attività necessarie le competenze e le informazioni di cui dispongono;

- l’Accordo è prorogabile o integrabile, per concorde volontà dei partecipanti previa reciproca consultazione. Potranno quindi essere sottoscritte dalle parti eventuali specifiche convenzioni per regolare nel dettaglio la fase progettuale e realizzativa delle opere oggetto del presente Accordo.

Bologna, lì

Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. …………………………..

Regione Emilia-Romagna …………………………..

Comune di Ravenna …………………………..

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale  …………………………

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it