E-R | BUR

n.54 del 19.02.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Affidamento del servizio di realizzazione dell’applicativo “Anagrafe degli esecutori” alla Società ICONSULTING Spa

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L. n. 74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/2012

Il Presidente della Giunta della Regione Emilia-Romagna, assunte le funzioni di Commissario Delegato per l’attuazione degli interventi previsti dallo stesso decreto-legge, a norma dell’articolo 1, comma 2, del D.L. n. 74 del 6 giugno 2012, in G.U. n. 131 del 7 giugno 2012, convertito nella Legge 1 agosto 2012 n. 122 recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”;

Visto l’art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225;

Visto l’art. 1, comma 4, del D.L. n. 74 del 6 giugno 2012, come convertito nella Legge 1 agosto 2012 n. 122, ai sensi del quale agli interventi di cui al medesimo decreto provvedono i Presidenti delle Regioni operando con i poteri di cui all’articolo 5, comma 2, della L. n. 225/92 e l’art. 2, comma 1, del D.L. n. 74/2012 con il quale è stato istituito il Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012, le cui risorse sono assegnate su apposite contabilità speciali intestate ai Commissari delegati ai sensi del medesimo articolo 2, comma 6;

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 luglio 2012 che, in attuazione dell’art. 2, comma 2, del D.L. 74/2012, ripartisce le risorse del Fondo di cui al punto precedente tra le regioni interessate;

Visto il Decreto Legge n. 43 del 26 aprile 2013 convertito con modificazioni con Legge n. 71 del 24/6/2013 recante “Disposizioni urgenti per il rilancio dell'area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015.

Trasferimento di funzioni in materia di turismo e disposizioni sulla composizione del CIPE.” con il quale viene prorogato al 31/12/2014 lo stato di emergenza conseguente agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012;

Vista l’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 3 del 2 giugno 2012, adottata ai sensi della delibera del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012, con la quale, tra l’altro, si è provveduto, ai fini dell’assistenza e del soccorso alla popolazione, ad istituire presso la sede dell’ Agenzia regionale di protezione civile, la Direzione Comando e Controllo (Di.Coma.C), quale organismo di coordinamento delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale di protezione civile, a supporto delle attività del Capo del Dipartimento della Protezione Civile;

Vista l’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 15 del 1 agosto 2012, con la quale, acquisita l’intesa dei Presidenti delle Regioni - Commissari delegati, si dispone che le funzioni e le attività della Di.Coma.C cessano alla data del 2 agosto 2012 e in particolare che il Presidente della Regione Emilia-Romagna – Commissario delegato, ai fini delle attività di assistenza alla popolazione si avvale dell’Agenzia Regionale di Protezione civile;

Richiamata la propria ordinanza del 2 agosto 2012 n. 17, come modificata con ordinanza n. 19 del 7 agosto 2012, con la quale, oltre alla definizione delle misure, anche di carattere organizzativo volte a garantire la prosecuzione, senza soluzione di continuità, delle attività già avviate dalla Di.Coma.C, in stretto raccordo con le strutture regionali e ad assicurare la continuità operativa con la gestione precedente, si è provveduto a programmare una spesa per far fronte agli oneri relativi alle diverse tipologia di interventi di assistenza alla popolazione ed attività ad essi strumentalmente connessi;

Richiamata la propria ordinanza n. 31 del 30 agosto 2012 “Disposizioni generali per il funzionamento della struttura commissariale prevista dall’art. 1, comma 5 del D.L. 74/2012, come modificato e convertito in legge e dall’art. 3-bis del D.L. 95/2012, inserito dalla legge di conversione n. 135/2012” e s.m.i., ed in particolare l’art. 4 comma 2 del dispositivo che prevede per il Commissario la possibilità di disporre delle strutture operative della Regione Emilia-Romagna;

- la L.R. n. 16 del 2012 “Norme per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012”;

- il D.Lgs. n. 163 del 12 aprile 2006 “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” e successive modifiche;

- il D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 di approvazione del Regolamento di esecuzione ed attuazione del citato D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.;

- la L.R. 21 dicembre 2007, n. 28 “Disposizioni per l’acquisizione di beni e servizi”;

- la Legge 13/8/2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e s.m.i.;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di Lavori, Servizi e Forniture del 7/7/2011, n. 4 “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 13/8/2010, n. 136”;

- il D.L. 6 luglio 2012, n.95 “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini” convertito, con modificazioni, dalla Legge 7 agosto 2012, n.135;

- il D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136.” e, in particolare, l’art.83, comma 3, lett. e);

Considerato che in relazione all’istituzione dell’Agenzia regionale di sviluppo dei mercati telematici Intercent-ER, di cui alla L.R. n. 11/2004, attivata con decreto del Presidente della Giunta regionale n. 293 del 10 novembre 2004, la Regione Emilia-Romagna, sulla base del comma 2 dell’art. 21 della citata L.R. n. 11/2004, deve avvalersi delle convenzioni stipulate da Intercent-ER;

Considerato che:

- l’Agenzia regionale di sviluppo dei mercati telematici Intercent-ER, nel rispetto dei principi in materia di scelta del contraente, ha proceduto, a seguito di procedura ad evidenza pubblica di cui al Bando di gara inviato alla GUUE il 05/05/2011, all’individuazione del fornitore per la fornitura, tra l’altro, del “Lotto B. Servizi finalizzati allo sviluppo, gestione e manutenzione evolutiva dei sistemi di business intelligence della Giunta, Assemblea Legislativa, Agenzie e Istituti della Regione Emilia-Romagna”;

- è stata sottoscritta il 4 maggio 2012, con scadenza 3 maggio 2014 e con possibilità di rinnovo per ulteriori sei mesi, una Convenzione, a seguito di gara, fra l'Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici Intercent-ER e il Raggruppamento Temporaneo di Impresa fra ICONSULTING S.r.l. con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via Bazzanese n. 32/7 (mandataria) e KPMG Advisory S.p.A. con sede legale a Milano (mandante), relativa a “Servizi finalizzati allo sviluppo, gestione e manutenzione evolutiva dei sistemi di business intelligence della Giunta, l'Assemblea Legislativa, le Agenzie e gli Istituti della Regione Emilia-Romagna” (Lotto B);

- con atto notarile n. 36850 del 7/6/2013, la Società ICONSULTING S.r.l., con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via Bazzanese n. 32/7, C.F. e P.IVA 02175721204, ha modificato la propria denominazione sociale in ICONSULTING S.p.A.;

Preso atto che le Linee Guida antimafia di cui all’art. 5-bis, comma 4, del D.L. n. 74/2012, convertito, con modificazioni, nella Legge 1 agosto 2012 n. 122, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012” (Deliberazione del 15 ottobre 2012), stabiliscono la necessità che i Commissari delegati prevedano la realizzazione presso le proprie strutture, di un’Anagrafe degli esecutori, concernente i soggetti e gli operatori economici aggiudicatari e affidatari, nonché ogni altro soggetto della “filiera della impresa”, come definita dall’art. 6 del decreto legge 12 novembre 2010, n. 187, convertito, con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2010, n. 217;

Valutata la necessità di realizzare l’applicativo “Anagrafe degli esecutori presso la struttura del Commissario Delegato per la ricostruzione del territorio Emiliano-Romagnolo colpito dal sisma di maggio 2012;

Dato atto che la presente acquisizione è urgente al fine di garantire la continuità di servizio e manutenzione evolutiva dei sistemi informativi, come risulta dalla ricognizione tecnica effettuata dai competenti uffci regionali;

Considerato che per rispondere ad esigenze di celerità nella predisposizione di una prima serie di analisi sui dati dell’Anagrafe Esecutori si prevede di suddividere il progetto in due fasi.

Vista l’offerta della Società ICONSULTING S.p.A., prot. PG.2013.0316237 del 19/12/2013 allegata, parte integrante e sostanziale alla presente ordinanza, acquisita agli atti del Servizio Opere e Lavori Pubblici. Legalità e Sicurezza. Edilizia Pubblica e Privata della Regione Emilia-Romagna, relativa alla realizzazione della banca dati sopra citata, per un importo complessivo di Euro 79.000,00, oltre IVA 22%, di cui:

  • Euro 33.000,00 (oltre IVA 22%) per la realizzazione della Fase 1;
  • Euro 46.000,00 (oltre IVA 22%) per la realizzazione della Fase 2;

Considerato che gli oneri connessi all’effettuazione delle attività previste trovano copertura nell’ambito delle risorse del Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dal sisma, assegnate al Presidente della Regione Emilia-Romagna, in qualità di Commissario ai sensi dell’art. 2 del decreto legge n. 74 del 6 giugno 2012, come convertito con modificazioni dalla legge 122 del 1 agosto 2012;

Tutto ciò premesso e considerato,

DISPONE

per tutte le ragioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate

1) di acquisire dalla società ICONSULTING S.p.A, i servizi finalizzati alla realizzazione dell’applicativo “Anagrafe esecutori” le cui caratteristiche sono codificate all’interno delle “Linee Guida antimafia” del decreto legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modificazioni, dalla legge 1 agosto 2012, n.122, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012;

2) di dare atto che le attività che la società ICONSULTING S.p.A dovrà svolgere ai fini dell’implementazione dell’applicativo “Anagrafe esecutori”, saranno suddivise in due fasi come da offerta allegata, parte integrante e sostanziale alla presente ordinanza,, per un importo complessivo di Euro 79.000,00, oltre IVA 22%, di cui:

  • Euro 33.000,00 (oltre IVA 22%) per la realizzazione della Fase 1;
  • Euro 46.000,00 (oltre IVA 22%) per la realizzazione della Fase 2;

3) di autorizzare, secondo l’ordinanza n. 31/2012, il Servizio Opere e Lavori Pubblici. Legalità e Sicurezza. Edilizia Pubblica e Privata della Regione Emilia-Romagna ad aderire alla Convenzione sottoscritta il 04 maggio 2012, con scadenza 3 maggio 2014 e con possibilità di rinnovo per ulteriori sei mesi, a seguito di gara, fra l'Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici Intercent-ER e il Raggruppamento Temporaneo di Impresa fra ICONSULTING S.r.l. con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via Bazzanese n. 32/7 (mandataria) e KPMG Advisory S.p.A. con sede legale a Milano (mandante), relativa a “Servizi finalizzati allo sviluppo, gestione e manutenzione evolutiva dei sistemi di business intelligence della Giunta, l'Assemblea Legislativa, le Agenzie e gli Istituti della Regione Emilia-Romagna” (Lotto B);

4) di demandare al Servizio Opere e Lavori Pubblici. Legalità e Sicurezza. Edilizia Pubblica e Privata della Regione Emilia-Romagna l’espletamento degli adempimenti previsti per la realizzazione dell’acquisizione dei servizi di cui al punto 1);

5) di nominare il responsabile del Servizio Opere e Lavori Pubblici. Legalità e Sicurezza. Edilizia Pubblica e Privata della Regione Emilia-Romagna, quale Responsabile Unico del Procedimento e il Dott. Massimo Parrucci, quale Direttore dell’esecuzione del contratto ai sensi degli articoli 10, 119 del D.Lgs. 12/4/2006, n.163 e dell’articolo 300 del DPR 5/10/2010, n.207;

6) di dare atto che il Servizio Opere e Lavori Pubblici. Legalità e Sicurezza. Edilizia Pubblica e Privata della Regione Emilia-Romagna provvederà a trasmettere la rispettiva documentazione, ai fini dell’emissione degli ordinativi di pagamento, all’Agenzia regionale di Protezione Civile, quale struttura di supporto al Commissario delegato, preposta alla gestione delle risorse a valere sulla contabilità speciale n.5699 intestata al “Commissario Delegato - Presidente della Regione Emilia-Romagna D.L. 74/2012” ed accesa presso la Tesoreria Provinciale dello Stato - Sezione di Bologna.

La presente ordinanza è pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 18 febbraio 2014

Il Commissario Delegato 

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it