E-R | BUR

n.210 del 06.07.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Delibera di Giunta regionale n 416/2021. Specifiche in merito alla determinazione dell'indice di profiling di distanza dal mercato del lavoro e alla remunerazione delle prestazioni

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate in particolare:

- la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 163 del 25/6/2014 “Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna. Fondo Sociale Europeo 2014/2020. (Proposta della Giunta regionale del 28/04/2014, n. 559)”;

- la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea del 12/12/2014 C (2014)9750 che approva il “Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014/2020” per il sostegno del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione”;

- la propria deliberazione n. 1 del 12/1/2015 “Presa d'atto della Decisione di Esecuzione della Commissione Europea di Approvazione del Programma Operativo “Regione Emilia-Romagna - Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020” per il sostegno del Fondo Sociale Europeo nell'ambito dell'Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione”;

- la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea 
del 24/11/2020 recante modifica della decisione di esecuzione C (2014) 9750 che approva determinati elementi del programma operativo “Regione Emilia-Romagna Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020” per il sostegno a titolo del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione” per la Regione Emilia-Romagna in Italia;

Viste le Leggi Regionali:

- n. 17 del 1 agosto 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del Lavoro” e ss.mm.ii.;

- n. 13 del 30 luglio 2015 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni” e ss.mm.ii.;

Richiamata, altresì, la Deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 81 del 10 maggio 2022 ad oggetto: “Piano Regionale di Attuazione del Programma nazionale per la Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL). (Delibera della Giunta regionale n. 235 del 25 febbraio 2022)”;

Richiamata inoltre la propria deliberazione n.1298/2015 “Disposizioni per la programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro - Programmazione SIE 2014-2020”;

Visto altresì in riferimento alle Unità di Costo standard il Regolamento Delegato (UE) 2019/2170 della Commissione del 27 settembre 2019 recante modifica del regolamento delegato (UE) 2015/2195 che integra il regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo per quanto riguarda la definizione di tabelle standard di costi unitari e di importi forfettari per il rimborso da parte della Commissione agli Stati membri delle spese sostenute;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n.1959/2016 “Approvazione della disciplina in materia di Accreditamento dei Servizi per il Lavoro e definizione dell'elenco delle prestazioni dei Servizi per il Lavoro Pubblici e Privati Accreditati ai sensi degli artt. 34 e 35 della L.R. 1 agosto 2005, n. 17 e ss.mm.ii.” e ss.mm.ii.;

- n.411/2018 “DGR n.1959/2016 ‘Approvazione della disciplina in materia di accreditamento dei servizi per il lavoro e definizione dell'elenco delle prestazioni dei servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati ai sensi degli artt. 34 e 35 della L.R. 1 agosto 2005, n. 17 e ss.mm.ii’ Proroga termini prima fase di attuazione”;

Richiamate, in particolare, le seguenti proprie deliberazioni:

- n.416/2021 “Approvazione degli interventi per l'occupazione della rete attiva per il lavoro: prestazioni e misure di politica attiva. Proroga dei termini di cui alla DGR n. 1966/2020. Approvazione delle procedure di attuazione”;

- n.457/2021 “Quantificazione risorse e primo riparto in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 416/2021 e approvazione Invito a presentare candidature per individuazione dell’elenco dei soggetti accreditati per l’erogazione delle prestazioni e misure di politica attiva della rete attiva per il lavoro in attuazione degli interventi per l’occupazione”;

- n. 963/2022 “Ulteriore proroga del termine per l'attuazione degli Interventi per l'occupazione della Rete attiva per il lavoro di cui alla propria deliberazione n. 416/2021. Integrazione quantificazione risorse”;

Considerato che con la sopra citata propria deliberazione n. 963/2022 è stato disposto di:

- di prorogare il termine di attuazione degli interventi di cui alla propria deliberazione n.416/2021 al 31/8/2022 quale data ultima di sottoscrizione, da parte delle persone, del proprio programma presso il Centro per l’impiego con la contestuale scelta del soggetto accreditato;

- di prevedere che tale termine del 31/8/2022 possa essere anticipato a seguito dell’operatività del Piano Regionale di Attuazione del Programma nazionale per la Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL) e che in tale caso verrà inviata formale comunicazione da parte della Regione Emilia-Romagna della chiusura anticipata dei suddetti interventi di cui alla propria deliberazione n.416/2021;

- di quantificare, con le modalità e i criteri specificati nella stessa deliberazione, le risorse aggiuntive necessarie a garantire la continuità dell’erogazione delle misure di politica attiva del lavoro fino al 31/8/2022 da parte di tutti i soggetti attuatori, in euro 505.324,00 a valere sulle risorse del Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014/2020 Obiettivo tematico 8. Priorità di investimento 8.1;

- di prevedere una rideterminazione di risorse aggiuntive a favore dei soggetti attuatori come da Allegato 1) parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione;

Richiamata in particolare la propria deliberazione n. 416/2021 che prevede che, per ciascuna persona, già in sede di sottoscrizione del programma, il Centro per l’Impiego determinerà in modo automatico sulla base di apposito applicativo informatico nazionale l’indicatore di “profiling” ricondotto in quattro fasce ovvero quattro indici, da 1 a 4:

1. indice di profiling basso

2. indice di profiling medio-basso

3. indice di profiling medio-alto

4. indice di profiling alto.

Dato atto, inoltre, che la stessa deliberazione n. 416/2021:

- individua le singole Prestazioni e pertanto le Misure che possono essere ricomprese nel Patto di Servizio tra le quali ‒ Misura 3. PROMOZIONE TIROCINI e Misura 6. INCROCIO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO;

- definisce gli “Standard di costo e di risultato relativi alle prestazioni/misure di politica attiva del lavoro” ed in particolare individua le Unità di costo standard per la remunerazione delle stesse;

Dato atto che:

- il “profiling” è un indicatore teso a misurare la distanza della persona dal lavoro e determina un punteggio compreso tra 
0 e 1 e che più alto è il punteggio maggiore è la distanza dal mercato del lavoro;

- la remunerazione delle Misure 3. e 6. come sopra riportate è determinato anche in funzione del profiling delle persone;

- l’esito del “profiling” rileva unicamente sulla remunerazione delle Misura 3. e 6. a favore dei soggetti attuatori non incidendo sulla potenziale disponibilità da parte delle persone di fruizione delle Misure in funzione dell’effettivo bisogno;

Richiamata la Deliberazione commissariale di Anpal n. 5 del 9/5/2022 con la quale è stata approvata la metodologia di profilazione quantitativa di cui al documento “Strumenti per l’attuazione dell’assessment – Profilazione quantitativa”;

Richiamata altresì la nota Anpal Divisione 5 prot. n. 7745 del 14/6/2022 che individua la data del 14/06/2022 per la modifica, secondo la metodologia approvata dalla succitata deliberazione commissariale n. 5 del 9/5/2022, della classe di profilazione quantitativa cui gli utenti dei servizi per l’impiego vengono assegnati, ai sensi dell’articolo 19, comma 5, del decreto legislativo n. 150 del 2015;

Dato atto in particolare che la nuova profilazione di cui sopra è determinata in funzione di indicatori e pesi parzialmente differenti e che pertanto gli esiti della profilazione in applicazione della stessa non sono coincidenti, e pertanto non sovrapponibili in termini di esiti, alla profilazione prevista dalla propria deliberazione n. 416/2021 e rispetto alla quale è stata determinata la remunerazione delle Misure 3. e 6. ai soggetti attuatori;

Ritenuto necessario al fine di assicurare la continuità dell’offerta di misure di politica attiva del lavoro previste nell’ambito dei suddetti “Interventi per l’occupazione della rete attiva per il lavoro”, e pertanto di sostenere le persone nell’inserimento e reinserimento del mercato del lavoro nelle more della piena operatività del Programma GOL, di determinare una modalità per assegnare un indicatore di profiling utile a determinare la remunerazione delle Misure 3. e 6. a favore dei soggetti attuatori;

Dato atto in particolare che tale modalità per la determinazione del profiling delle persone trova applicazione unicamente nel periodo transitorio che va dalla data del 14/6/2022 fino alla data del 31/08/2022 e comunque fino all’effettivo avvio dell’operatività del Piano Regionale di Attuazione del Programma nazionale per la Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL) secondo quanto definito nella propria deliberazione n. 963/2022;

Preso atto dei dati riferiti all’attuazione complessiva della programmazione delle misure di politica attiva del lavoro di cui alla propria deliberazione n. 416/2021 in termini di composizione della platea delle complessive 4.850 persone prese in carico in funzione dell’esito del profiling:

1. indice di profiling basso – 0 persone

2. indice di profiling medio-basso – 11 persone pari al 0,23%

3. indice di profiling medio-alto – 1.189 persone pari al 24,52%

4. indice di profiling alto – 3.650 persone pari al 75,26%

Verificato che tale distribuzione statistica conferma sostanzialmente i dati statistici in merito all’esito del profiling relativi alle persone prese in carico nell’attuazione della propria deliberazione n. 186/2019, come da dati riportati nella stessa deliberazione n. 416/2021;

Ritenuto opportuno, tenuto conto di quanto sopra, in via prudenziale, per tutti gli utenti presi in carico per la partecipazione ai programmi di cui alla propria deliberazione n. 416/2022, a partire dal 14/6/2022 fino alla data del 31/08/2022 e comunque fino all’effettivo avvio dell’operatività del PAR GOL, prevedere che la remunerazione delle Misure 3. e 6. avrà come riferimento la fascia del profiling “medio-alta”, ovvero l’indice 3, indipendentemente dall’esito della profilazione effettuata dall’operatore del centro per l’impiego in applicazione della nuova procedura definita da Anpal con la deliberazione commissariale n. 5 del 9/5/2022;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo n.33/2013 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n.771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell’Ente secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”, con la quale si è proceduto al conferimento dell’incarico di Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) per le strutture della Giunta della Regione Emilia-Romagna;

- la propria deliberazione n.111/2022 ad oggetto “Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Trasparenza 2022-2024, di transizione al Piano Integrato di Attività e Organizzazione di cui all'art. 6 del D.L. n. 80/2021”;

- la determinazione n. 2335 del 9 febbraio 2022 ad oggetto la “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto Legislativo n. 33 del 2013”;

Richiamate:

- la Legge Regionale n.43/2001, “Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n.468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- la propria deliberazione n.324/2022 “Disciplina organica in materia di organizzazione dell’ente e gestione del personale”;

- la propria deliberazione n.325/2022 “Consolidamento e rafforzamento delle capacità amministrative: riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale”;

- la propria deliberazione n.426/2022 “Riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale. Conferimento degli incarichi ai Direttori Generali e ai Direttori di Agenzia”;

- la determinazione dirigenziale n.5595/2022 “Micro-organizzazione della Direzione Generale Conoscenza, Ricerca, lavoro, Imprese a seguito della D.G.R. n. 325/2022. Conferimento incarichi dirigenziali e proroga incarichi di titolarità di Posizione organizzativa”;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera

per le motivazioni espresse in premessa:

1. di stabilire che per tutti gli utenti presi in carico per la partecipazione ai programmi di cui alla propria deliberazione n. 416/2021, a partire dal 14/6/2022 fino alla data del 31/8/2022 e comunque fino all’effettivo avvio dell’operatività del PAR GOL, la remunerazione delle Misure 3. e 6. avrà come riferimento la fascia del profiling “medio-alta”, ovvero l’indice 3, indipendentemente dall’esito della profilazione effettuata dall’operatore del centro per l’impiego in applicazione della nuova procedura definita da Anpal con la deliberazione commissariale n. 5 del 9/5/2022;

2. di rinviare, per quanto non espressamente previsto in questo atto, a quanto contenuto nelle proprie deliberazioni n.416/2021, n.457/2021 e n. 963/2022;

3. di disporre la pubblicazione ai sensi dell’art. 26, comma 1, del D. Lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii. e l’ulteriore pubblicazione, ai sensi dell’art. 7 bis, del D. Lgs. n. 33 del 2013, secondo quanto previsto dal Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della trasparenza, e nella direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal medesimo decreto;

4. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it