E-R | BUR

n.93 del 07.06.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

FEP 2007 - 2013 Regolamento (CE) n. 1198/2006 - Approvazione Bando regionale di attuazione dell'Asse 3, Misura 3.3 "Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca" - Annualità 2012

IL RESPONSABILE

Visti:

- il Regolamento (CE) n. 1198/2006 del Consiglio del 27 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo per la Pesca, e in particolare l’articolo 39 “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca”;

- il Regolamento (CE) n. 498/2007 della Commissione del 26 marzo 2007 recante modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1198/2006 del Consiglio relativo al Fondo Europeo per la pesca, modificato dal Regolamento (CE) n. 1249/2010 della Commissione ed in particolare l’articolo 17;

- il Vademecum FEP della Commissione Europea n. C (2007) 3812 del 26 marzo 2007, adottato il 29/08/2007 che fornisce una guida, per gli Stati membri, nell’applicazione dei relativi regolamenti;

- la Decisione della Commissione Europea C(2007)1313, del 28 marzo 2007, che fissa, per il periodo 1 gennaio 2007 - 31 dicembre 2013 e per ognuno degli Stati membri, la ripartizione annuale indicativa degli stanziamenti comunitari del Fondo Europeo della Pesca;

- il Piano Strategico Nazionale (PSN) per il settore della pesca, del 28 luglio 2007, che descrive gli aspetti della politica comune della pesca e che individua le priorità, gli obiettivi e le risorse finanziarie pubbliche ritenute necessarie per l’attuazione del Piano stesso;

- l’Accordo Multiregionale stipulato, in data 18 settembre 2008, tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali - Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura - e le Regioni, finalizzato all’attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEP;

- il Programma Operativo relativo all’intervento comunitario del Fondo Europeo per la Pesca in Italia per il periodo di programmazione 2007 – 2013 (di seguito P.O. FEP), approvato dalla Commissione europea con Decisione C(2010)7914 del 11 novembre 2010 recante modifica della decisione C(2007)6792 del 19 dicembre 2007;

Viste, inoltre:

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2105 del 9 dicembre 2008 con la quale si è provveduto a dare attuazione al citato Programma Operativo, per la parte dedicata alla Regione Emilia-Romagna quale Organismo Intermedio;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 487 dell’ 8 marzo 2010, con la quale è stato approvato lo schema di Convenzione stipulata, in data 15 marzo 2010, tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura – quale Autorità di Gestione nazionale, e la Regione Emilia-Romagna, quale Organismo Intermedio, per l’esercizio delle funzioni delegate nell’ambito delle misure di competenza regionale di cui all’Accordo Multiregionale;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1343 del 19 settembre 2011 recante “FEP 2007/2013. Determinazioni in merito al subentro del referente dell'Autorità di Gestione nazionale per l'esercizio delle funzioni delegate alla regione quale Organismo intermedio ed alla relativa convenzione con il MiPAAF” con la quale - in relazione a quanto previsto con le deliberazioni n. 2105/2008 e n. 487/2010 - si è dato atto:

a) che, per effetto di quanto disposto con la deliberazione della Giunta regionale n. 1950 del 13 dicembre 2010, recante “Revisione della struttura organizzativa della Direzione Generale attività produttive, commercio e turismo e della Direzione Generale Agricoltura” ogni adempimento riferito all’attuazione del Programma Operativo FEP 2007-2013 per la parte delegata alla Regione Emilia-Romagna quale Organismo Intermedio è affidato alla Direzione Generale Agricoltura, Economia ittica, Attività faunistico-venatorie, per il tramite del Servizio Sviluppo dell’economia ittica e delle produzioni animali;

b) che, conseguentemente, le funzioni di referente dell’Autorità di Gestione nazionale nell’ambito dell’attuazione del Programma Operativo FEP 2007-2013 sono svolte dal Dott. Davide Barchi, Responsabile del Servizio Sviluppo dell’economia ittica e delle produzioni animali;

Richiamati:

- il decreto direttoriale n. 593 del 24 ottobre 2008 della Direzione Generale della Pesca marittima e dell’acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali di approvazione degli atti vagliati dalla cabina di regia nella seduta del 23 e 24 luglio 2008 e in particolare lo Schema di bando per l’ attuazione della misura 3.3 - Porti, luoghi di sbarco e riparo di pesca;

- il decreto direttoriale n. 50 del 9 settembre 2009 della Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, recante “Linee guida per la determinazione delle spese ammissibili del Programma FEP 2007-2013”;

- il decreto direttoriale n. 21 del 26 marzo 2010 della Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, recante “Criteri di ammissibilità per la concessione degli aiuti”;

- il documento “Criteri di selezione per la concessione degli aiuti” approvato dal Comitato di Sorveglianza nella seduta del 1 ottobre 2010;

- la determinazione del Responsabile del Servizio Economia ittica regionale n. 11604 del 20 ottobre 2010, recante “Approvazione manuale delle procedure e dei controlli della Regione Emilia-Romagna in qualità di Organismo Intermedio per le misure delegate in attuazione del Programma Operativo del Fondo Europeo della Pesca (FEP) 2007-2013”;

Preso atto che:

- per l’attuazione della misura in oggetto secondo quanto disposto dalla citata deliberazione n. 2105/2008, le risorse pubbliche disponibili per l’attuazione degli interventi dell’Asse 3 ammontano complessivamente ad Euro 4.995.346,00, di cui Euro 2.497.673,00 di cofinanziamento dell'Unione Europea a valere sul Fondo Europeo per la Pesca, Euro 1.998.138,00 di cofinanziamento di risorse nazionali a valere sul Fondo di Rotazione ed Euro 499.535,00 a carico del Bilancio regionale, pari all’intera dotazione finanziaria per l’intero periodo di programmazione 2007-2013;

- l’Autorità di gestione (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali), in accordo con gli Organismi Intermedi ha presentato alla Commissione Europea, ai sensi dell’art. 18 del Reg. (CE) n.1198/2006, una proposta di modifica del Programma Operativo di metà periodo, tenendo conto delle risultanze della Valutazione Intermedia, dello stato di avanzamento descritto nella Relazione Annuale di Esecuzione del 2010 e delle osservazioni sullo stato di attuazione e sulle criticità del Programma segnalate dagli Organismi Intermedi, al fine di favorire il raggiungimento degli obiettivi generali e specifici del Programma. La proposta di modifica è stata approvato nella seduta del Comitato di Sorveglianza del 16 dicembre 2011 unitamente al piano finanziario rimodulato dettagliato per ciascuna Autorità di Gestione, per misura e per anno;

- la proposta di modifica del Programma Operativo non ha riguardato le parti relative all’attuazione dell’asse 3;

Rilevata la necessità manifestata dagli enti pubblici territoriali di migliorare i servizi offerti nei porti di pesca esistenti e le condizioni di trattamento del pesce sbarcato, nonché le condizioni di sicurezza dei pescatori;

Ritenuto pertanto di provvedere con il presente atto ad approvare il bando regionale di attuazione dell’Asse 3, misura “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca” - Annualità 2012, di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale;

Considerato che nell’ambito delle risorse disponibili per l
’asse 3 quelle destinate alla misura in oggetto a favore di beneficiari enti pubblici ammontano complessivamente ad € 1.782.710,00 di cui Euro 891.355,00 di cofinanziamento dell'Unione Europea a valere sul Fondo Europeo per la Pesca, Euro 713.084,00 di cofinanziamento di risorse nazionali a valere sul Fondo di Rotazione ed Euro 178.271,00 a carico del Bilancio regionale per il restante periodo di programmazione;

Ritenuto utile, in ragione dell’entità delle risorse disponibili e in relazione alla necessità di consentire una programmazione nel tempo degli interventi necessari, di individuare in € 1.782.710,00 la somma complessiva da destinare all’attuazione del presente bando regionale, così ripartiti:

- Cap. 78454 - quota comunitaria € 891.355,00;

- Cap. 78456 - quota statale € 713.084,00;

- Cap. 78458 - quota regione € 178.271,00;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

Viste, altresì, le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successiva modifica;

- n. 1950 del 13 dicembre 2010 recante “Revisione della struttura organizzativa della Direzione Generale attività produttive, commercio e turismo e della Direzione Generale Agricoltura”;

- n. 1222 del 4 agosto 2011 con la quale è stata conferita efficacia giuridica agli atti dirigenziali di attribuzione degli incarichi di responsabilità di struttura e professional;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina

per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate e trascritte:

1) di approvare, quale parte integrante del presente atto l’Allegato 1) “FEP 2007/2013 - Asse 3 - Misura 3.3 “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca” (art. 39 Reg. CE n. 1198/2006)”- Bando annualità 2012 e i relativi allegati tutti parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2) di individuare in € 1.782.710,00 la somma complessiva da destinare all’attuazione del presente bando, così ripartita:

- Cap. 78454 - quota comunitaria € 891.355,00;

- Cap. 78456 - quota statale € 713.084,00;

- Cap. 78458 - quota regione € 178.271,00;

3) di procedere all’apertura dei termini per la presentazione delle domande a far data dalla pubblicazione del presente provvedimento nel BURERT e fino al termine di scadenza, fissato per le ore 13.00 del 16 luglio 2012;

4) di dare atto che in attuazione della normativa regionale vigente il Direttore Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie provvederà alla nomina di un apposito Nucleo di Valutazione composto da collaboratori regionali, anche a carattere interdirezionale, per la valutazione dei progetti presentati e di un Gruppo Tecnico composto da collaboratori regionali per il controllo della loro realizzazione;

5) di stabilire che il presente provvedimento, il Bando ed i relativi allegati sono pubblicati nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT) e sono resi disponibili nel sito internet della Regione Emilia-Romagna www.regione.emilia-romagna.it e sul sito www.ermesagricoltura.it.

Il Responsabile del Servizio

Davide Barchi 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it