E-R | BUR

n.283 del 05.09.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Aumento della capacità produttiva dello stabilimento da 1000 t/giorno a 1300 t/giorno e da 60.000 t/anno a 85.000 t/anno di pomodoro in entrata in comune di Cento Fraz. Dodici Morelli (FE) proposto da O.P.O.E.CONS. COOP. AGRIC.

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina

a) di fare propria la Relazione Istruttoria redatta dalla Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell’Arpae di Ferrara, inviata alla Regione Emilia-Romagna con prot. PGFE 9131/2018 del 31/7/2018 acquisita dalla Regione Emilia-Romagna al prot. PG.2018.522184 del 31/7/2018, che costituisce l’Allegato 1 della presente determina dirigenziale e ne è parte integrante e sostanziale, nella quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA;

b) di escludere, ai sensi dell’art. 11, comma 1 della Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 4 e dell’art. 19, comma 8, del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., il progetto denominato “aumento della capacità produttiva da 1000 t/giorno a 1300 t/giorno e da 60.000 t/anno a 85.000 t/anno di pomodoro in entrata” per lo stabilimento sito in comune di Cento fraz. Dodici Morelli (FE)” proposto dalla ditta O.P.O.E. CONS. COOP. AGRIC. a r.l. dalla ulteriore procedura di V.I.A., a condizione che vengano rispettate le prescrizioni di seguito indicate:

1) ai fini dell'autorizzazione del progetto di cui alla presente procedura la ditta dovrà presentare domanda di modifica di AIA all'autorità competente, ai sensi del Titolo III-bis del D. Lgs. 152/06, coerentemente con quanto valutato in questa fase di “screening”;

2) l'impianto in fase di esercizio dovrà rispettare i limiti di emissione e immissione definiti dalla classificazione acustica comunale vigente del Comune di Cento;

3) nell'istanza relativa alla modifica di AIA che la Ditta dovrà presentare dovrà essere proposta una integrazione al piano di monitoraggio e controllo per la matrice rumore per la verifica del rispetto in fase di esercizio dei valori elaborati in sede previsionale.

c) di dare atto che la non ottemperanza alle prescrizioni sarà soggetta a sanzione come definito dall’art. 29 del D.lgs. 152/2006 e s.m.i.;

d) di stabilire, ai sensi dell’art. 25 della L.R. 4/2018, che la relazione di verifica di ottemperanza delle prescrizioni dovrà essere presentata alla Regione Emilia-Romagna e ad Arpae SAC di Ferrara;

e) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 250,00 (duecentocinquanta/00) ai sensi dell’articolo 31 della Legge Regionale 20/4/2018, n. 4; importo correttamente versato ad Arpae all’avvio del procedimento;

f) di trasmettere copia della presente determina al proponente, al SUAP del Comune di Cento, all'AUSL di Ferrara, all'ARPAE Ferrara, al Consorzio della Bonifica Pianura di Ferrara;

g) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

h) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it