E-R | BUR

n.125 del 09.08.2011 (Parte Seconda)

XHTML preview

Linee guida per il “Piano telematico dell’Emilia-Romagna 2011-2013: un nuovo paradigma di innovazione” ai sensi dell’articolo 6 della legge regionale n. 11 del 2004. (Proposta della Giunta regionale in data 16 maggio 2011, n. 629)

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 629 del 16 maggio 2011, recante ad oggetto “Linee guida per il “Piano telematico dell’Emilia-Romagna 2011-2013: un nuovo paradigma di innovazione” ai sensi dell’art. 6 della legge regionale n. 11/2004 e successive modifiche. Proposta all’Assemblea legislativa regionale”;

Preso atto:

- del parere favorevole, con modificazioni apportate all’Allegato della deliberazione di Giunta, dalla Commissione referente “Bilancio, Affari generali ed istituzionali” di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. n. 23697 in data 18 luglio 2011;

- dell’emendamento presentato ed accolto nel corso della discussione assembleare;

- del parere favorevole espresso dal Consiglio delle Autonomie locali (CAL) sulla proposta della Giunta regionale (629/2011) e qui allegato;

Vista la Legge regionale 24 maggio 2004, n. 11, “Sviluppo regionale della Società dell’Informazione”, e successive modificazioni, che all’art. 6 “Linee di indirizzo per lo sviluppo delle ICT e dell’e-government” prevede che:

- il Consiglio regionale approva, su proposta della Giunta, le linee di indirizzo del Piano regionale per lo sviluppo telematico, delle ICT e dell’e-government;

- le linee di indirizzo del piano regionale per lo sviluppo telematico, delle ICT e dell’e-government definiscono, con periodicità di norma triennale, le strategie della Regione, individuano le aree e gli obiettivi in coerenza con il documento di politica economico-finanziaria regionale, raccordano gli interventi in ambito regionale ai programmi comunitari e statali e costituiscono il quadro di riferimento per lo sviluppo della rete telematica e del sistema integrato regionale di servizi di e-government;

- alle linee di indirizzo approvate dal Consiglio regionale, si attengono, nei propri programmi riguardanti le ICT e i piani di e-government, le aziende sanitarie, le agenzie e gli istituti della Regione, gli Enti locali;

Considerato che la Giunta regionale:

- ha proposto all’Assemblea legislativa l’approvazione del documento “Piano telematico dell’Emilia-Romagna 2011-2013: un nuovo paradigma di innovazione”, inteso come le Linee guida per la prossima programmazione triennale;

- ha dato atto:

- che tale documento è stato presentato e discusso nella seduta del 14 marzo 2011 dal “Comitato Tecnico di supporto al Comitato Permanente di Indirizzo e Coordinamento con gli EELL” (previsto dal comma 4 ter dell’articolo 6 della Legge regionale n. 11/2004, e successive modificazioni);

- che tale documento è stato presentato e approvato nella seduta del 22 marzo 2011 dal “Comitato permanente di indirizzo e coordinamento” previsto all’art. 6 della Legge regionale 24 maggio 2004, n. 11, e successive modificazioni, la cui composizione è stata stabilita con delibera di Giunta n. 423 del 27 marzo 2006;

- inoltre che nella seduta del 4 maggio 2011 il Consiglio delle Autonomie Locali ha espresso parere favorevole al documento;

Dato atto del parere di regolarità amministrativa sulla proposta della Giunta regionale all’Assemblea legislativa, n. 629 del 16 maggio 2011, qui allegato;

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera

1. l’approvazione delle Linee Guida “Piano telematico dell’Emilia-Romagna 2011-2013: un nuovo paradigma di innovazione”, nel testo allegato quale parte integrante al presente atto;

2. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it