E-R | BUR

n. 77 del 25.05.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Accreditamento provvisorio Hospice Villa Agnesina di Faenza (RA)

IL DIRETTORE

Visto l’art. 8 quater del D.Lgs. 502/1992 e successive modificazioni, ai sensi del quale l’accreditamento istituzionale è rilasciato dalla regione alle strutture autorizzate, pubbliche o private e ai professionisti che ne facciano richiesta, subordinatamente alla loro rispondenza ai requisiti ulteriori di qualificazione, alla loro funzionalità rispetto agli indirizzi di programmazione regionale e alla verifica positiva dell’attività svolta e dei risultati raggiunti;

Richiamate:

- la Legge regionale n. 34 del 12 ottobre 1998: “Norme in materia di autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie pubbliche e private, in attuazione del DPR 14 gennaio 1997” e successive modificazioni, da ultima L.R. 4/08, che all’art. 9:

  • pone in capo al Direttore generale Sanità e Politiche sociali la competenza di procedere alla concessione o al diniego dell’accreditamento con propria determinazione;
  • attribuisce all’Agenzia Sanitaria e Sociale regionale il compito di fungere da struttura di supporto nella verifica dei requisiti posseduti dalle strutture sanitarie che richiedono l’accreditamento;

- la deliberazione n. 327 del 23 febbraio 2004, e successive modificazioni e integrazioni, con la quale la Giunta regionale ha tra l’altro approvato i requisiti generali per l’accreditamento delle strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna ed i requisiti specifici per alcune tipologie di strutture;

Viste:

la nota pervenuta a questa Amministrazione in data 16/2/2010, conservata agli atti del Servizio Presidi Ospedalieri, con la quale il legale rappresentante, della struttura Hospice Villa Agnesina di Faenza (RA), con sede di riferimento in Viale Stradone n. 7, Faenza (RA), chiede l’accreditamento provvisorio dell’ Hospice Villa Agnesina di Faenza (RA) per l’attività di cure palliative-Hospice dotata di 15 posti letto; 

la propria determinazione n. 6952 del 30 maggio 2007 di definizione delle procedure e delle priorità per l’accreditamento delle strutture di cui all’art. 1, comma 796, lettere s) e t), Legge 296/06 e delle strutture sanitarie pubbliche e private area salute mentale e dipendenze patologiche;

Preso atto che la struttura è stata autorizzata al funzionamento con provvedimento del Sindaco del Comune di di Faenza, prot n. 0002127 del 26/1/2010;

Ritenuto opportuno di concedere l’accreditamento provvisorio all’Hospice Villa Agnesina di Faenza (RA), in attesa dell’espletamento delle procedure di verifica e di valutazione dei volumi di attività svolta e della qualità dei suoi risultati per il rilascio dell’accreditamento istituzionale, ai sensi del D. Lgs. 502/1992 e successive modificazioni e della delibera di Giunta n. 327 del 23 febbraio 2004;

Vista la relazione in ordine alla accreditabilità della struttura realizzata dall’Agenzia Sanitaria e sociale regionale, protocollo della Direzione generale Sanità e Politiche Sociali NP/2010/7617 del 15/6/2010, conservata agli atti del Servizio Presidi Ospedalieri;

Richiamato l’art. 22 della L.R. 4/08 che stabilisce che le strutture sanitarie pubbliche e private in possesso di autorizzazione in corso alla data di entrata in vigore della legge, continuino ad operare sulla base dei requisiti e delle procedure stabiliti nei provvedimenti regionali adottati anteriormente all’entrata in vigore della legge regionale medesima;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta del Responsabile del Servizio Presidi Ospedalieri dott. Eugenio Di Ruscio;

determina:

  • di concedere l’accreditamento in via provvisoria, nei limiti e nei modi sotto definiti, nei confronti della Struttura:

Hospice Villa Agnesina, con sede di riferimento in Viale Stradone n. 7, Faenza (RA), per le motivazioni di cui in premessa, ai sensi e per gli effetti dell’art. 8 quater, del D. Lgs. 502/1992 e successive modifiche, secondo le priorità definite nella determina n. 6952 del 30 maggio 2007, per l’attività di cure palliative-Hospice dotata di 15 posti letto.

  • ad un anno dalla data del presente atto l’Agenzia Sanitaria Regionale procederà all’espletamento delle procedure di verifica e di valutazione dei volumi di attività svolta, della qualità dei suoi risultati per il rilascio dell’accreditamento istituzionale. In particolare, per l’accreditamento definitivo, si dovrà valutare l’applicazione delle procedure citate e i requisiti non valutabili su base documentale;
  • l’accreditamento concesso decorre dalla data di adozione del presente provvedimento e ai sensi dell’art. 10 della L.R. 34/98 e successive modificazioni, ha validità quadriennale;
  • di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it