E-R | BUR

n.9 del 10.01.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Direttiva per l'attuazione dell'art. 2 della L.R. n. 10/1993 e l'aggiornamento delle disposizioni di cui alle deliberazioni n. 1965/1999 e n. 978/2010 in materia di linee ed impianti elettrici fino a 150 mila volts

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

  • la legge regionale 22 febbraio 1993 n. 10 "Norme in materia di opere relative a linee ed impianti elettrici fino a 150 mila volts. Delega di funzioni amministrative" e s.m.i.;
  • la propria deliberazione n. 1965 del 2 novembre 1999 “Direttiva per l'applicazione della legge regionale 22 febbraio 1993 n. 10 recante ‘Norme in materia di opere relative a linee ed impianti elettrici fino a 150.000 volts - Delega funzioni amministrative’, così come modificata dall'art. 90 della legge regionale 21 aprile 1999 n. 3”;
  • il Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 29 maggio 2008 “Approvazione della metodologia di calcolo per la determinazione delle fasce di rispetto per gli elettrodotti”;
  • la propria deliberazione n. 978 del 12 luglio 2010 “Nuove direttive della Regione Emilia-Romagna per la tutela e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico”.

Considerato che:

  • il summenzionato D.M. 29/05/2008, che ha introdotto un nuovo concetto di “fascia di rispetto”, ha fatto corrispondere alla sua attuale definizione un’entità geometrica tridimensionale, in sostituzione della precedente configurazione piana di cui alla previgente normativa;
  • l’art. 2, comma 5 della legge regionale n. 10/1993, modificato con legge regionale n. 3/2012, prevede l’emanazione di una Direttiva per l’individuazione di alcune tipologie di linee elettriche in media tensione, in cavo cordato ad elica, sotterranee o aeree su pali, di cui al paragrafo 3.2 dell’allegato al D.M. 29/05/2008, da escludere dalle valutazioni tecniche preventive dell’Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente (ARPA) in materia di verifica dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, in quanto caratterizzate da ridotte dimensioni delle fasce di rispetto;
  • l’art. 4 della D.G.R. n. 1965/1999 “Tutela della salute e dell’incolumità della popolazione” deve essere adeguato alle disposizioni del D.M. 29/05/2008;
  • il punto 2) della D.G.R. n. 978/2010 deve essere modificato, introducendo delle semplificazioni, a seguito delle valutazioni, operate congiuntamente ad ARPA, sulle proposte dei gestori degli impianti di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica;

Ritenuto pertanto:

  • di dare applicazione all’art. 2 della L.R. n. 10/1993 per l’individuazione di alcune tipologie di linee elettriche in media tensione in cavo cordato ad elica, sotterranee o aeree su pali, di cui al suddetto D.M. 29/05/2008, da escludere dalle valutazioni preventive di ARPA in materia di verifica dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici;
  • di sostituire il contenuto dell’art. 4 della D.G.R. n. 1965/1999 con quanto definito dalla presente Direttiva, alla luce delle disposizioni del D.M. 29/05/2008 citato;
  • di modificare il punto 2) della D.G.R. n. 978/2010 introducendo delle semplificazioni, a seguito delle valutazioni, operate congiuntamente ad ARPA, sulle proposte dei gestori degli impianti di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica, relative agli adempimenti amministrativi di questi, come individuate dalla presente Direttiva;

Vista la legge regionale 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e s.m.i.;

Richiamate le proprie deliberazioni esecutive ai sensi di legge:

  • n. 1057 del 24/07/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • n. 1663 del 27/11/2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;
  • n. 1222 del 04/08/2011 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2011)”;
  • n. 2416 del 29/12/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e s.m.i.;

Attestata la regolarità amministrativa;

Su proposta del Presidente;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1. di approvare, come previsto dall’art. 2, comma 5 della legge regionale n. 10/1993, modificato con legge regionale n. 3/2012, la “Direttiva per l’attuazione dell’art. 2 della L.R. n. 10/1993 in materia di linee ed impianti elettrici fino a 150 mila volts e l’aggiornamento delle disposizioni di cui alle deliberazioni n. 1965/1999 e n. 978/2010”, riportata nell’Allegato, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto, composto dall’articolato della Direttiva e da 4 tavole tecniche;

2. di escludere dalle valutazioni preventive di ARPA, in materia di verifica dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, alcune tipologie di linee elettriche in media tensione in cavo cordato ad elica, sotterranee o aeree su pali, di cui al D.M. 29/05/2008, come individuate all’art. 2 dell’Allegato, in virtù delle ridotte dimensioni delle loro fasce di rispetto;

3. di sostituire il contenuto dell’art. 4 della D.G.R. n. 1965/1999 con quello di cui all’art. 3 dell’Allegato;

4. di modificare il punto 2) della D.G.R. n. 978/2010 secondo quanto riportato all’art. 4 dell’Allegato;

5. di trasmettere il presente atto agli enti destinatari per competenza e di pubblicare il testo integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it