E-R | BUR

n.400 del 04.12.2019 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, ai sensi dell’art. 15 octies, del D.Lgs n. 502/92 e s.m.i. per il conferimento di un incarico a tempo determinato di Dirigente Medico di Chirurgia Generale per la gestione clinica e elaborazioni dati dei pazienti sottoposti a chirurgia per le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD)

In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 287 del 22/11/2019 sino alle ore 12 del giorno 19 dicembre 2019 è aperto presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola Malpighi un avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico a tempo determinato di Dirigente Medico di Chirurgia Generale, ai sensi dell’art. 15 opties, del D.Lgs n. 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni, per l’attuazione del seguente progetto:

“Gestione clinica e elaborazioni dati dei pazienti sottoposti a chirurgia per le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD)”

Obiettivi del progetto: 

  • raccolta, elaborazione e gestione dei dati relativi ai pazienti sottoposti a chirurgia per le malattie infiammatorie intestinali, in particolare a proctocolectomia restaurativa per rettocolite ulcerosa e resezioni ileali per malattia di Crohn
  • gestione clinica perioperatoria dei suddetti pazienti

Linee di attività per il raggiungimento dell’obiettivo

  • gestione e aggiornamento dei database clinici dei pazienti sottoposti a proctocolectomia restaurativa per rettocolite ulcerosa
  • gestione e aggiornamento dei database clinici dei pazienti sottoposti a interventi resettivi/stritturoplastiche per malattia di Crohn
  • monitoraggio delle liste di attesa “coliti IBD”
  • gestione del follow-up dei pazienti sottoposti a chirurgia per IBD
  • analisi dei risultati (audit), con particolare attenzione all’impatto della chirurgia laparoscopica e dell’applicazione dell’enhanced recovery program sull’outcome postoperatorio in termini di durata della degenza e incidenza di complicanze
  • supporto alla realizzazione di lavori scientifici
  • almeno 15 interventi di altissima chirurgia all’anno riguardanti le IBD di cui almeno la metà in laparoscopia
  • almeno 40 interventi di alta chirurgia all’anno
  • 2 lavori editi a stampa con impact factor e riconosciuto per l’inserimento nei database dell’Anvur

Sono richieste documentate esperienze e competenze specifiche maturate, per un periodo non inferiore a 5 anni, con mansioni analoghe alle sopra citate linee di attività.

Le attività sopra descritte saranno svolte presso l’Unità Operativa Chirurgia Generale – Poggioli dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi.

La durata dell’incarico è di un anno (rinnovabile sino ad un massimo di tre anni).

Il trattamento economico è determinato, sulla base di un impegno minimo di n. 38 ore settimanali, in un importo, al lordo di ogni onere contributivo e fiscale, pari ad € 75.384,00.

In applicazione dell’art. 7, comma 1 del decreto Legislativo 30/3/2001, n. 165 e successive modificazioni e integrazioni, è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento ed il trattamento sul lavoro.

Gli aspiranti all’incarico di cui sopra devono essere in possesso dei requisiti generali prescritti dall’art. 1 del D.P.R. 10/12/1997 n. 483 nonché dei requisiti specifici di ammissione sotto elencati.

1. Requisiti di ammissione

Possono partecipare all’avviso coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o della cittadinanza di uno dei Paesi indicati nell’art. 38, commi 1 e 3 bis del D.lgs. 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni. Sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica; sono richiamate le disposizioni di cui all'art. 11 del D.P.R. 20/12/1979, n. 761 ed all'art. 2, comma 1, punto 1) del D.P.R. 487/94;

b) incondizionata idoneità fisica specifica alle mansioni del profilo professionale in argomento. L'accertamento dell'idoneità fisica all'impiego è effettuato – con la osservanza delle norme in tema di categorie protette - a cura dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria, prima dell'immissione in servizio; il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui agli articoli 25 e 26, comma 1, del decreto del Presidente dalla Repubblica 20 dicembre 1979, n. 761, è dispensato dalla visita medica;

c) ai sensi dell’art. 3, comma 6, della legge 15/5/1997, n. 127, la partecipazione agli avvisi indetti da Pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti di età;

d) Laurea in Medicina e Chirurgia ovvero decreto di equipollenza del titolo conseguito all’estero;

e) Iscrizione all'Albo professionale dell’Ordine dei Medici-Chirurghi. L'iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell'Unione europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'albo in Italia prima dell'inizio dell'incarico;

f) Specializzazione in Chirurgia Generale;

g) Pregressa esperienza come investigator o co-investigator in studi scientifici randomizzati sull’enhanced recovery program,

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo o che sino stati destituiti o dispensati dall’impiego, ovvero licenziati presso Pubbliche Amministrazioni.

2. Domanda di partecipazione

La domanda, con la precisa indicazione dell’avviso al quale l'aspirante intende partecipare, redatta in carta semplice, datata e firmata, deve essere rivolta al Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi e presentata o spedita nei modi e nei termini previsti al successivo punto 4.

Nella domanda, redatta secondo l’allegato schema, gli aspiranti dovranno dichiarare, nelle forme dell’autocertificazione:

a) Il cognome e il nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;

c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non avere riportato condanne penali;

e) il titolo di studio posseduto e gli altri requisiti specifici di ammissione richiesti;

f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

g) i servizi prestati come dipendente presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non aver mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;

h) il domicilio (ed eventualmente il recapito telefonico) presso il quale deve essere fatta all'aspirante, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione.

La domanda che il candidato presenta va firmata in calce, senza necessità di alcuna autentica (art. 39 D.P.R. n. 445/2000).

La omessa indicazione, nella domanda, anche di una sola delle sopraindicate dichiarazioni o dei requisiti richiesti per l'ammissione determina l'esclusione dall'avviso pubblico.

Gli aspiranti che, invitati, ove occorra, a regolarizzare formalmente la loro domanda di partecipazione all’avviso, non ottemperino a quanto richiesto nei tempi e nei modi indicati dall’Amministrazione, saranno esclusi dalla procedura.

3. Documentazione da allegare alla domanda

Agli effetti della valutazione, l'aspirante dovrà allegare alla domanda un curriculum formativo e professionale, datato e firmato. Nell’ambito del predetto curriculum il candidato dovrà descrivere le esperienze formative e professionali che ritiene utile segnalare in quanto attinenti al contenuto degli obiettivi dell’incarico da conferire, come riportati in premessa. Al riguardo l’aspirante potrà altresì produrre le pubblicazioni ritenute più rilevanti ai fini dell’incarico da conferire.

Si precisa che il curriculum dovrà essere redatto nella forma della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (“Il sottoscritto..............., consapevole delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci, sotto la sua personale responsabilità dichiara di possedere le sottoindicate esperienze formative e professionali: ……….”). La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia semplice del documento di identità personale del sottoscrittore.

Si fa presente che, ai sensi degli artt. 40 e seguenti del D.P.R. 445/2000, così come integrati dall’art. 15 della L. 183/2011, non possono essere accettati certificati rilasciati da Pubbliche Amministrazioni o da gestori di pubblici servizi.

In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato - in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della relativa certificazione - deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo o dell’esperienza che il candidato intende segnalare; l’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato. In via esemplificativa, con riferimento alle attività professionali prestate, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (se dipendente, autonomo o altro), le date di inizio e di conclusione dell’attività prestata nonché le eventuali interruzioni o sospensioni della stessa e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso.

Le pubblicazioni potranno essere presentate in fotocopia semplice ed autenticate dal candidato mediante dichiarazione che le copie dei lavori specificamente elencati sono conformi agli originali; in alternativa, potrà dichiarare in calce alla fotocopia semplice di ciascuna pubblicazione la conformità della stessa al relativo originale.

Non saranno ritenute valide, e pertanto non saranno valutati i relativi titoli, generiche dichiarazioni di conformità all’originale che non contengano specifica descrizione di ciascun documento allegato.

Si precisa che restano esclusi dall’autocertificazione i certificati medici e sanitari.

è possibile scaricare la modulistica relativa alle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà dal sito http://www.aosp.bo.it/content/bandi .

Si rammenta, infine, che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e che, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.

Alla domanda deve essere unito un elenco dei documenti e dei titoli presentati.

Tutti i dati di cui l'Amministrazione verrà in possesso a seguito della presente procedura verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 e del Regolamento Europeo 2016/679; la presentazione della domanda di partecipazione al concorso da parte dei candidati implica il consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, a cura dell'ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure finalizzate al concorso.

4. Modalità e termini per la presentazione delle domande

La domanda e la documentazione ad essa allegata:

  • devono essere inoltrate a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo:

Azienda Usl di Bologna - Ufficio Concorsi, via Gramsci n.12 - 40121 Bologna. La busta dovrà recare la dicitura “Domanda per avviso art. 15 octies D.Lgs. 502/92 di Dirigente Medico di  Chirurgia Generale”, con indicazione di cognome e nome. La busta dovrà contenere un’unica domanda di partecipazione; in caso contrario l’Amministrazione non risponde di eventuali disguidi che ne potrebbero derivare.

  • oppure devono essere consegnate direttamente presso Servizio Unico Metropolitano Amministrazione Giuridica del Personale - Ufficio Concorsi, Via Gramsci n.12, Bologna, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 .

All'atto della presentazione della domanda sarà rilasciata apposita ricevuta.

  • oppure trasmesse con Posta Elettronica Certificata PEC personale del candidato entro il giorno di scadenza del bando esclusivamente all’indirizzo: concorsi@pec.aosp.bo.it. La domanda con i relativi allegati dev’essere inviata in un unico file in formato PDF (dimensione massima 50 MB) unitamente a fotocopia del documento d’identità del candidato. Il messaggio dovrà avere per oggetto: “Domanda per Avviso art. 15 octies D.Lgs. 502/92 Dirigente medico di Chirurgia Generale (indicare cognome e nome)”. Le domande inviate da una casella di posta elettronica non certificata o che non soddisfino i requisiti sopra indicati di formato, saranno considerate irricevibili, con conseguente esclusione dei candidati dalla procedura.

La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.

L’Amministrazione non assume responsabilità in caso di impossibilità di apertura dei files.

L'Amministrazione, se l'istanza di ammissione alla procedura sia pervenuta tramite PEC, è autorizzata ad utilizzare per ogni comunicazione, qualora lo ritenesse opportuno, il medesimo mezzo con piena efficacia e garanzia di conoscibilità degli atti trasmessi da parte del candidato.

È esclusa ogni altra forma di presentazione o di trasmissione.

La domanda deve pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12 del 19 dicembre 2019. A tal fine si precisa che non fa fedE il timbro dell'Ufficio Postale accettante, pertanto NON saranno accolte domande pervenute oltre tale termine, anche se recanti il timbro postale di spedizione antecedente.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; la eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

L'Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

5. Modalità di selezione

Una apposita Commissione, formata da tre componenti, di cui uno con funzioni di Presidente, accerterà l’idoneità dei candidati a ricoprire l’incarico dettagliatamente specificato nella premessa del presente avviso, in relazione alle competenze richieste ed alle peculiarità dello stesso, sulla base di un colloquio e della valutazione del curriculum formativo e professionale.

Il colloquio sarà diretto alla valutazione delle competenze e delle capacità professionali dei candidati con riferimento all’incarico da attribuire, in relazione agli obiettivi ed alle caratteristiche dello stesso. La Commissione stabilirà i criteri di massima relativi alla valutazione del colloquio, coerenti con i contenuti della posizione da ricoprire.

La valutazione del curriculum, che sarà limitata ai soli candidati idonei al colloquio e e verrà effettuata dalla Commissione successivamente allo svolgimento dello stesso, avverrà sulla base di criteri predeterminati e dettagliatamente specificati nel verbale dei lavori, sarà volta ad evidenziare le caratteristiche di aderenza del profilo formativo e professionale posseduto dal candidato ai contenuti ed ai risultati attesi dell’incarico legato alla realizzazione del Progetto. La Commissione terrà conto, a tal fine, della natura e delle caratteristiche del Progetto da realizzare, della professionalità e dell’esperienza già acquisite dall’aspirante nell’espletamento di attività professionali in termini di maggiore o minore attinenza in relazione all’area di interesse dell’incarico da conferire, delle capacità e delle conoscenze del professionista.

La Commissione, al termine della procedura, formulerà un elenco di idonei, all’interno del quale sarà individuato, sulla base della scelta adeguatamente e congruamente motivata, il concorrente più adeguato a ricoprire l’incarico.

l colloquio si svolgerà il giorno 23 dicembre 2019 alle ore 10.00 presso la Sala Riunioni – Ufficio Concorsi del Servizio Unico Metropolitano Amministrazione giuridica del personale – 3° piano – Via Gramsci n.12 – Bologna.

Il presente avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti di tutti i candidati e pertanto non saranno effettuate convocazioni individuali.

La mancata presentazione presso la sede, nella data e orario sopraindicati o la presentazione in ritardo, ancorche’ dovuta a causa di forza maggiore, comporteranno l’irrevocabile esclusione dalla procedura.

I candidati non ammessi saranno avvisati mediante tempestiva comunicazione.

I restanti concorrenti sono invitati a presentarsi al colloquio con un valido documento di riconoscimento.

La Direzione aziendale si riserva la possibilità di revocare, in ogni momento, la procedura ovvero di non procedere alla stipula del contratto con il candidato risultato idoneo, per mutate esigenze di carattere organizzativo.

6. Conferimento dell'incarico  

Il conferimento dell’incarico verrà formalizzato con deliberazione del Direttore Generale, sulla base delle valutazioni espresse dall’apposita Commissione..

Il conferimento di cui sopra è subordinato alla dimostrazione da parte dell’aspirante di aver cessato, interrotto o sospeso ogni e qualsiasi rapporto di impiego eventualmente in atto con altri enti.

L’esito della procedura dell’avviso sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Tale pubblicazione assolve ad ogni onere di comunicazione agli interessati. L’Amministrazione pertanto non è tenuta a procedere a notifiche individuali ai partecipanti.

In ottemperanza alla vigente normativa, si specifica che le operazioni selettive si concluderanno entro sei mesi dall’espletamento della prova, fatto salvo eventuale scostamento determinato da circostanze non imputabili all’amministrazione procedente, debitamente motivato.

7. Adempimenti del candidato prescelto

Il candidato prescelto sarà invitato a stipulare apposito contratto individuale di lavoro subordinato a tempo determinato ai sensi del vigente C.C.N.L. del personale della Dirigenza Medica e Veterinaria del SSN.

Per il periodo di durata del contratto in argomento i dipendenti di pubbliche amministrazioni sono collocati in aspettativa senza assegni con riconoscimento dell'anzianità di servizio.

Per tutto quanto non previsto dal presente avviso si fa riferimento alle vigenti disposizioni normative e contrattuali in materia.

8. Normativa in materia di anticorruzione

In applicazione degli articoli 6 e 13 del D.P.R. n. 62/2013 (Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici), si fa presente che, al momento del conferimento dell’incarico, il candidato prescelto sarà tenuto a rendere le dichiarazioni previste dalla normativa introdotta in materia di anticorruzione, come da apposito modulo da prodursi obbligatoriamente prima della stipulazione del contratto individuale di lavoro.

La rilevata sussistenza di conflitti di interesse preclude la possibilità di assunzione.

Si specifica che il Codice di Comportamento Nazionale ed il Codice di Comportamento Aziendale sono pubblicati sul sito aziendale e rinvenibili al seguente indirizzo:

http://www.aosp.bo.it/content/amministrazione-trasparente

Copia dei Codici verrà consegnata all’interessato al momento dell’assunzione in servizio.

L'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Bologna si riserva la facoltà di disporre la proroga dei termini del bando, la loro sospensione e modificazione, la revoca ed annullamento del bando stesso in relazione all'esistenza di ragioni di pubblico interesse concreto ed attuale.

Si precisa che il testo del presente bando è reperibile sul sito Internet dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna: www.aosp.bo.it/content/concorsiavvisi.

Per informazioni: Servizio Unico Metropolitano Amministrazione Giuridica del Personale - Ufficio Concorsi tel. 051/6079962 - 051/6079957.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it