E-R | BUR

n.188 del 23.06.2022 (Parte Seconda)

XHTML preview

Regolamento (UE) n. 1308/2013, art. 151; decreti MIPAAF n. 0360338 del 6 agosto 2021 e n. 0359383 del 26 agosto 2021. Approvazione disposizioni per il riconoscimento dei primi acquirenti di latte bovino e ovicaprino, per l'aggiornamento dei rispettivi albi tenuti in SIAN e per la registrazione dei fabbricanti di prodotti lattiero-caseari e dei produttori di latte

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli, ed in particolare l’art. 151, relativo alle dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari, come modificato dal Regolamento (UE) n. 2021/2117 del Parlamento europeo e del Consiglio del 2 dicembre 2021;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2017/1185 della Commissione del 20 aprile 2017 relativo, fra l’altro, alle modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1308/2013 e, in particolare l’Allegato III, punto 8) come modificato dal Regolamento di esecuzione (UE) n. 2019/1746 della Commissione del 1 ottobre 2019;

Visto l’art. 3 del decreto-legge 29 marzo 2019, n. 27, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2019, n. 44, recante “Monitoraggio della produzione di latte vaccino, ovino e caprino e dell’acquisto di latte e prodotti lattiero-caseari a base di latte importati da Paesi dell’Unione europea e da paesi terzi” e successive modifiche e integrazioni;

Visti inoltre i decreti del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali:

- n. 0360338 del 6 agosto 2021 recante “Modalità di applicazione dell’articolo 151 del Regolamento (UE) n. 1308/2013, recante organizzazione comune dei prodotti agricoli, per quanto concerne le dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari e dell’articolo 3 del decreto-legge 29 marzo 2019, n. 27, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2019, n. 44, per quanto riguarda il latte bovino” che abroga il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali 7 aprile 2015;

- n. 0359383 del 26 agosto 2021 recante “Modalità di applicazione dell’articolo 3 del decreto-legge 29 marzo 2019, n. 27, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2019, n. 44, per quanto concerne le dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte ovi-caprino”;

Vista altresì la circolare AGEA n. 0010757 dell’11 febbraio 2022 “Istruzioni Operative n. 16” in cui vengono definite le modalità attuative dei Decreti Ministeriali n. 0360338 e 0359383 ed i relativi adempimenti;

Preso atto che le disposizioni ministeriali e la circolare AGEA stabiliscono, tra l’altro, che:

- i primi acquirenti di latte bovino e ovicaprino siano riconosciuti dalle Regioni competenti per territorio alle quali lo stesso acquirente è tenuto a presentare apposita domanda;

- le Regioni e Province autonome registrino i riconoscimenti, i mutamenti di conduzione o della forma giuridica, le eventuali revoche e decadenze, negli appositi albi dei primi acquirenti di latte bovino e ovicaprino tenuti nel SIAN e resi pubblici ed accessibili agli utenti interessati;

- per ogni anno solare, le Regioni e le Province autonome effettuino controlli, volti a verificare la correttezza e la completezza delle dichiarazioni rese dai primi acquirenti, dai fabbricanti di prodotti lattiero-caseari e dai produttori di latte che effettuano vendite dirette del latte e dei prodotti da esso derivati, del settore bovino e ovicaprino;

- le Regioni accertino la violazione degli obblighi previsti dai Decreti Ministeriali più volte citati e trasmettano all’ICQRF gli atti di accertamento con le prove delle eseguite contestazioni e notificazioni;

Richiamata la propria deliberazione n. 2286 del 27 dicembre 2018 con la quale sono state approvate le disposizioni procedimentali relative alle attività di riconoscimento dei primi acquirenti di latte bovino con sede nel territorio regionale e di aggiornamento del relativo albo degli acquirenti, che stabiliva che:

- i Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca (ora Settori Agricoltura, caccia e pesca competenti per ambito territoriale) provvedessero alle attività di verifica e controllo definite dalla disciplina comunitaria e nazionale inerente alle dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari e presidiassero le attività collegate alla chiusura della gestione del sistema quote di produzione latte;

- il Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera (ora Settore Organizzazioni di mercato, qualità e promozione) svolgesse la funzione di coordinamento sull’applicazione della disciplina comunitaria e nazionale inerente alle dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari e le attività collegate alla chiusura della gestione del sistema quote di produzione latte;

Considerato che:

- è opportuno confermare l’articolazione delle competenze a livello territoriale, così come definite dalla propria deliberazione n. 2286/2018;

- è necessario aggiornare le disposizioni regionali per il riconoscimento dei primi acquirenti al fine di adeguarle alla normativa comunitaria e nazionale sopra citata;

Ritenuto, pertanto, di approvare l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, recante “Disposizioni per il riconoscimento dei primi acquirenti di latte bovino e ovicaprino, per l’aggiornamento dei rispettivi albi tenuti in anagrafe e per la registrazione dei fabbricanti di prodotti lattiero-caseari e dei produttori di latte” che comprende anche la modulistica per la presentazione delle istanze;

Ritenuto, altresì, opportuno disporre che il Responsabile del Settore Organizzazioni di mercato, qualità e promozione della Direzione Generale Agricoltura, caccia e pesca possa con proprio atto adottare le opportune specificazioni alle disposizioni approvate con il presente atto nonché modifiche alla relativa modulistica;

Visti in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni d parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche e integrazioni;

- la propria deliberazione n. 111 del 31 gennaio 2022 ad oggetto “Piano triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza 2022-2024, di transizione al piano integrato di attività e organizzazione di cui all'art. 6 del d.l. n. 80/2021”;

- la determinazione dirigenziale del Servizio Affari Legislativi e Aiuti di Stato n. 2335 del 9 febbraio 2022 ad oggetto “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal decreto legislativo n.33 del 2013. Anno 2022”;

Richiamate altresì:

- la L.R. 6 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

- le proprie deliberazioni:

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”; n. 324 del 7 marzo 2022 “Disciplina organica in materia di organizzazione dell’Ente e gestione del personale”;

- n. 324 del 7 marzo 2022 “Disciplina organica in materia di organizzazione dell’Ente e gestione del personale”;

- n. 325 del 7 marzo 2022 “Consolidamento e rafforzamento delle capacità amministrative: riorganizzazione dell'ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale”;

- n. 426 del 21 marzo 2022 "Riorganizzazione dell’Ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale. Conferimento degli incarichi ai Direttori generali e ai Direttori di Agenzia";

Vista la determinazione dirigenziale n. 6326 del 5 aprile 2022 di nomina, ai sensi degli articoli 5 e seguenti della L. n. 241/90 e degli articoli 11 e seguenti della L.R. n. 32/93, dei Responsabili di Procedimento;

Richiamate infine le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto inoltre dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore, all'Agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca Alessio Mammi;

A voti unanimi e palesi

delibera

  1. di approvare le “Disposizioni per il riconoscimento dei primi acquirenti di latte bovino e ovicaprino, per l’aggiornamento dei rispettivi albi tenuti in anagrafe e per la registrazione dei fabbricanti di prodotti lattiero-caseari e dei produttori di latte” che comprende anche la modulistica per la presentazione delle istanze, nella formulazione di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  2. di disporre che il Responsabile del Settore Organizzazioni di mercato, qualità e promozione della Direzione Generale Agricoltura, caccia e pesca possa con proprio atto adottare le opportune specificazioni alle disposizioni approvate con la presente deliberazione nonché modifiche alla relativa modulistica;
  3. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte in narrativa;
  4. di disporre la pubblicazione integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, dando atto che il Settore Organizzazioni di mercato, qualità e promozione provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura,caccia e pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it