E-R | BUR

n.118 del 27.04.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Convenzione tra la Regione Emilia-Romagna e Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura dell'Emilia-Romagna ai sensi dell'art. 15 della L.n. 241/90 e s.m. e i. e dell'articolo 10 dell'Accordo di Programma fra Regione Emilia-Romagna e Unioncamere Emilia-Romagna. Attuazione D.G.R. n. 2194 /2021 e D.G.R. n. 81/2022 - Integrazione stanziamento misure bando ristori ai sensi del Capo III "Disposizioni finali" dell'Allegato 1)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Premesso che

- il DECRETO-LEGGE 22 marzo 2021, n. 41, convertito con modificazioni dalla L. 21 maggio 2021, n. 69, all’art. 26, comma 1, ha disposto, per l’anno 2021, nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, un Fondo di 220 milioni di euro da ripartire tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano da destinare al sostegno delle categorie economiche particolarmente colpite dall'emergenza da COVID-19, stabilendo altresì che una quota del fondo, non inferiore a 20 milioni di euro, sia destinata a sostenere le imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti ai sensi della legge 11 agosto 2003, n. 218;

- in base al riparto approvato, previa Intesa Stato-Regioni, con DPCM 30 giugno 2021 le risorse complessive afferenti il Fondo di cui all’art. 26 sopra citato assegnate alla Regione Emilia-Romagna per l’anno 2021 ammontano complessivamente ad 24.584.013,16, fermo restando che una quota pari ad 1.446.118,42 è destinata al sostegno delle imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti ed una quota pari ad 1.446.118,42 è destinata ad interventi in favore dei parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici;

- l’art. 7 comma 6-quinquies del Dl 73/2021 ha disposto che l'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 26, comma 1, terzo periodo, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n. 69, è incrementata di 10 milioni di euro per l'anno 2021, per cui è incrementata di 10 milioni la quota del fondo destinata al sostegno delle imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti;

- in base al riparto delle risorse integrative di cui al citato art. 7 DL 73/2021, approvato con Intesa Stato-Regioni, la quota integrativa da assegnare alla Regione Emilia-Romagna per il sostegno delle imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti ammonta per l’anno 2021 ad € 723.059,21 e che pertanto in esito ad approvazione del decreto di assegnazione di tali risorse, le risorse complessive per l’anno 2021 per il sostegno a questa categoria di imprese ammonterà complessivamente ad € 2.169.177,63;

- in attuazione dell’art. 26 D.L. 22 marzo 2021, n.41, con DGR n. 1892 del 15/11/2021 è stato approvato l’“Avviso pubblico per la concessione di “bonus una tantum” ai live club e agli operatori di produzione di teatro per ragazzi a seguito dell’emergenza sanitaria covid-19” con un plafond di risorse pari ad € 300.000,00;

Richiamate:

- la D.G.R. n. 2194 del 20/12/2021 con la quale si sono approvate le linee di finanziamento e misure di sostegno a favore di categorie di imprese in difficoltà a causa della emergenza sanitaria da covid-19 di cui agli artt. 2 e 26 del dl 41/2021 convertito con l. 69/2021, nonchè lo schema di convenzione tra Regione Emilia-Romagna e Unione Regionale delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura dell'Emilia-Romagna, ai sensi dell'art. 10 dell'Accordo di Programma quadro fra Regione Emilia-Romagna e Unioncamere 2021/2025, in base alla quale Unioncamere provvederà alla approvazione, pubblicazione e gestione del bando per la concessione ed erogazione dei ristori;

- la D.G.R. n. 81 del 24/1/2022 recante “Delibera di Giunta Regionale n. 2194 del 20/12/2021 – Parziale rettifica all’Allegato 1) “Linee di finanziamento, misure di sostegno e parametri necessari alla determinazione del ristoro economico per le singole categorie”;

Constatato che è stata sottoscritta in data 28/1/2022, PG 78618/2022, “CONVENZIONE TRA LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E UNIONE REGIONALE DELLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DELL’EMILIA-ROMAGNA AI SENSI DELL’ART. 15 DELLA L.N. 241/90 E S.M.I. E DELL’ART. 10 DELL’ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO FRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E UNIONCAMERE EMILIA – ROMAGNA 2021/2025 PER L’ATTUAZIONE DI ULTERIORI MISURE DI SOSTEGNO A FAVORE DI CATEGORIE DI IMPRESE IN DIFFICOLTA’ A CAUSA DELLA EMERGENZA SANITARIA DA COVID-19 DI CUI AGLI ARTT. 2 E 26 DEL D.L. N.41/2021 CONVERTITO CON L.N. 69/2021”;

Dato atto che con l’allegato denominato “Linee di finanziamento, misure di sostegno e parametri necessari alla determinazione del ristoro economico per le singole categorie”, sono state individuate:

- A) RISTORI IMPRESE TURISTICHE DEI COMPRENSORI SCIISTICI REGIONE EMILIA-ROMAGNA (ART. 2 DL 41/2021 CONVERTITO CON LEGGE N. 69/2021 – con un plafond complessivo di 6.029.292,00;

- B) RISTORI ALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE PARTICOLARMENTE COLPITE DALL’EMERGENZA COVID-19 (ART. 26 del DL 41/2021 CONVERTITO CON LEGGE N. 69/2021)- per le misure, dalla B.1 alla B.11, sono messe a disposizione le risorse pari a 24.284.013,16, prevedendo altresi per la misura B.1 la dotazione aggiuntiva di € 723.059,21 di cui al citato art. 7 DL 73/2021, in seguito ad approvazione del decreto di assegnazione di tali risorse, per un plafond complessivo pari a € 25.007.072,37;

 

Dato, altresì, atto che con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16/11/2021, pubblicato GURI n. 30 del 5/2/2022, viene approvata definitivamente la ripartizione fra le Regioni dei contributi aggiuntivi per il sostegno delle imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti, confermando la quota a favore dell’Emilia-Romagna a €723.059,21;

Atteso che l’ulteriore quota di € 723.059,21, di cui al punto precedente, verrà impegnata al capitolo U25721 “TRASFERIMENTO A UNIONCAMERE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE PARTICOLARMENTE COLPITE DALL'EMERGENZA COVID-19 (ART. 26 DEL DECRETO LEGGE 22 MARZO 2021, N. 41 CONVERTITO CON LEGGE 21 MAGGIO 2021, N. 69) – MEZZI STATALI”, e trasferita ad Unioncamere della Regione Emilia-Romagna con successivi atti dirigenziali;

Atteso, altresì, che nell’Allegato 1) “Linee di finanziamento, misure di sostegno e parametri necessari alla determinazione del ristoro economico per le singole categorie”, alla lettera B)”Ristori alle attività economiche particolarmente colpite dall’emergenza Covid-19 (art. 26 del DL 41/2021 convertito con Legge n. 69/2021)”, al capo III “Disposizioni finali”, 2° capoverso, si dispone che:

“Per le Misure da B.3 a B.11 nelle quali sia raggiunto l’importo massimo assegnabile, si procederà all’assegnazione ai beneficiari le cui domande siano risultate ammissibili. Le somme eventualmente residue sui plafond delle misure da B.3 a B.11 nelle quali sia stato raggiunto l’importo massimo assegnabile saranno comunicate alla Regione e potranno essere destinate, con atto della Giunta regionale, ad integrazione di uno o più dei plafond delle medesime misure nelle quali non risulti raggiunto l’importo massimo assegnabile al singolo beneficiario.

Successivamente all’individuazione dei nuovi plafond, sarà effettuata la ripartizione fra i beneficiari le cui domande siano risultate ammissibili e si procederà all’assegnazione, fermo restando l’importo massimo stabilito dalle singole misure.”

Dato atto che con propria nota, PG 0296594 del 24/3/2022, Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura dell’Emilia-Romagna comunicava:

- ai sensi dell’art. 2 della Convenzione, l’elenco delle imprese la cui domanda è stata regolarmente ammessa, sulla base dell’istruttoria inerente alle domande presentate, finalizzata alla verifica del rispetto delle modalità e dei termini di presentazione nonchè al controllo dei requisiti di ammissibilità dei 3 Bandi:

a) Bando per l’attuazione di misure di sostegno a favore di imprese dell’Emilia-Romagna che gestiscono autodromi per competizioni sportive in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19; b)

b) Bando per l’attuazione di misure di sostegno a favore di imprese turistiche dei comprensori sciistici Regione Emilia-Romagna in difficoltà a causa della emergenza sanitaria da COVID19 - Linea A di cui all'allegato della delibera della giunta regionale DGR n. 81/2022;  

c) Bando per l’attuazione di misure di sostegno a favore di imprese dell’Emilia-Romagna particolarmente colpite dall’ emergenza sanitaria da COVID19 - Linea B di cui all'allegato della delibera della giunta regionale DGR n. 81/2022.

- che sulla Linea B, Misura 5 “Ristori a imprese che esercitano attività di commercio al dettaglio in sede fissa e attività di commercio su aree pubbliche settore moda”, il contributo ammissibile per ciascuna impresa è stato rideterminato e ridotto rispetto all’importo massimo, previsto a € 3.000,00, a fronte delle risorse complessivamente disponibili a valere sulla Misura. Il contributo massimo ammissibile ammonta pertanto a 2.606,72.

- che le risorse residue complessive, sulla Linea B), dopo l’assegnazione degli importi massimi di contributo a valere sulle misure dalla B.3 a B.11, sono pari a 3.891.776,32.

Atteso che per la sola “Misura 5 - Ristori a imprese che esercitano attività di commercio al dettaglio in sede fissa e attività di commercio su aree pubbliche settore moda”, in base alle domande ammesse, al fine di raggiungere il contributo massimo previsto per ogni impresa beneficiaria, pari a 3.000,00 euro, è necessario incrementare lo stanziamento iniziale di 6.900.000,00, di ulteriori 1.041.000;

Ritenuto opportuno, con il presenta atto deliberativo, procedere con l’incremento dello stanziamento della Misura 5, sopra richiamata, per una somma pari a 1.041.000, al fine di raggiungere il massimale di contributo previsto dalla misura stessa per ogni beneficiario, disponendo l’aumento del plafond per un ammontare complessivo pari a 7.941.000,00;

Constatato, pertanto, che l’impiego massimo complessivo delle risorse statali, sulla Linea B) è pari a € 22.156.296,05;

Visti:

- il D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 recante “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136” e successive modificazioni e integrazioni e in particolare l’art. 78, comma 3-quinquies, D.L. 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni, dalla L. 24 aprile 2020, n. 27 di modifica dell’art. 83, comma 3, lettera b) del citato D. Lgs. n. 159/2011;

- il D. Lgs. 14/3/2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, Trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni e ss.mm. ii”;

- la L.R. 26 novembre 20101, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro della Regione Emilia-Romagna e ss. mmm. ii;

Richiamate, inoltre, infine:

- la D.G.R. n. 468 del 10 aprile 2017 ad oggetto "Il Sistema dei controlli interni della Regione Emilia-Romagna";

- la D.G.R. n. 111 del 31 gennaio 2022 ad oggetto “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2022-2024, di transizione al Piano integrato di attività e organizzazione di cui all’art. 6 del D.L. n.80/2021”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- la determinazione n. 2335 del 09 febbraio 2022 ad oggetto la “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto Legislativo n. 33 del 2013”;

- la D.G.R. n. 324 del 7 marzo 2022 ad oggetto “Disciplina organica in materia di organizzazione dell’ente e gestione del personale”;

- la D.G.R. n. 325 del 7 marzo 2022 ad oggetto “Consolidamento e rafforzamento delle capacità amministrative: riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale”;

- la D.G.R. n. 426 del 21 marzo 2022 ad oggetto “Riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale. Conferimento degli incarichi ai Direttori Generali e ai Direttori di Agenzia”;

- la D.D. n. 5595 del 25 marzo 2022 ad oggetto “Micro-organizzazione della Direzione Generale Conoscenza, Ricerca, lavoro, Imprese a seguito della D.G.R. n. 325/2022.Conferimento incarichi dirigenziali e proroga incarichi di titolarità di Posizione organizzativa”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri e del visto di regolarità contabile allegati;

Su proposta dell’Assessore a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di approvare l’incremento dello stanziamento della “Misura 5 - Ristori a imprese che esercitano attività di commercio al dettaglio in sede fissa e attività di commercio su aree pubbliche settore moda”, per una somma pari a 1.041.000, al fine di raggiungere il massimale di contributo previsto dalla misura stessa per ogni beneficiario, disponendo l’aumento del plafond per detta misura ad 7.941.000,00;

2) di dare atto che le somme complessive di contributi, previste dalle Linee di Finanziamento del bando oggetto della presente deliberazione, sono così definite:

- A) RISTORI IMPRESE TURISTICHE DEI COMPRENSORI SCIISTICI REGIONE EMILIA-ROMAGNA (ART. 2 DL 41/2021 CONVERTITO CON LEGGE N. 69/2021 6.029.292,00;

- B) RISTORI ALLE ATTIVITA’ ECONOMICHE PARTICOLARMENTE COLPITE DALL’EMERGENZA COVID-19 (ART. 26 del DL 41/2021 CONVERTITO CON LEGGE N. 69/2021)- per le misure, dalla B.1 alla B.11, € 22.156.296,05;

3) di dare atto, che l’ulteriore quota di € 723.059,21, per il sostegno delle imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti, verrà impegnata al capitolo U25721 “TRASFERIMENTO A UNIONCAMERE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE PARTICOLARMENTE COLPITE DALL'EMERGENZA COVID-19 (ART. 26 DEL DECRETO LEGGE 22 MARZO 2021, N. 41 CONVERTITO CON LEGGE 21 MAGGIO 2021, N. 69) – MEZZI STATALI”, con successivo atto dirigenziale;

4) di disporre che il Responsabile del procedimento la Dirigente del Settore Turismo, Commercio, economia urbana e Sport, provveda con propri atti conseguenti al trasferimento delle risorse, di cui al precedente punto 2), all’Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura dell’Emilia-Romagna, secondo le disposizioni di cui alla Convenzione sottoscritta in data 28/1/2022, PG 78618/2022;

5) di pubblicare integralmente la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it