E-R | BUR

n.87 del 26.03.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisione in merito alla procedura di verifica (screening) relativa ad un progetto relativo alla sezione di trattamento odori linea fanghi depuratore di Forlì, sito in Via Grigioni, presentato da HERA SpA

L’Autorità competente: Provincia di Forlì - Cesena comunica la decisione in merito alla procedura di verifica (screening) relativa ad un progetto relativo alla sezione di trattamento odori linea fanghi depuratore di Forlì, sito in Via Grigioni, procedura i cui termini hanno iniziato a decorrere dal 9 ottobre 2013, giorno in cui è stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 296 l’avviso dell’avvenuto deposito degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura stessa.

Il progetto è stato presentato dalla presentato da HERA SpA. 

Il progetto interessa il territorio del comune di Forlì e della Provincia di Forlì-Cesena.

Il progetto è assoggettato a procedura di screening ai sensi dell'Allegato B.2, categoria B.2.68) della L.R. 9/99 s.s.m.m.i.i. in quanto modifica di un impianto già autorizzato ricadente ne lla categoria A.2.9) “ Impianti di depurazione delle acque con potenzialità superiore a 100.000 abitanti equivalenti ”. 

Ai sensi del Titolo II della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., l’autorità competente: Provincia di Forlì - Cesena, con delibera di Giunta provinciale protocollo generale n. 21296/2014 n. 69 del 4 marzo 2014, ha assunto la seguente decisione: “

LA GIUNTA PROVINCIALE

(omissis)

delibera:

a) richiamati gli elementi progettuali e le valutazioni descritti in parte narrativa, di escludere, ai sensi dell’art. 10, comma 2 della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., il progetto relativo alla sezione di trattamento odori linea fanghi del depuratore di Forlì, sito in via Grigioni, Comune di Forlì, presentato da Hera S.p.a., dall’ulteriore procedura di VIA con le seguenti prescrizioni:

  1. entro un anno dalla data di avvio e funzionamento dell'impianto di depurazione in configurazione di progetto completato, a seguito della realizzazione del nuovo biofiltro e delle modifiche effettuate nel biofiltro esistente e alle parti ad esso afferenti, dovrà essere effettuato, con oneri a carico del proponente, un monitoraggio della concentrazione di odore (OU/m 3) esternamente e in prossimità dei ricettori definiti nello studio come R1 e R3. Il monitoraggio dovrà essere effettuato durante la stagione invernale (dicembre-marzo). Il monitoraggio dovrà essere effettuato mediante metodologia dell’olfattometria dinamica secondo i criteri definiti dalla norma UNI EN 13725:2004.
  2. tutti i risultati dei monitoraggi odorigeni dovranno essere presentati, entro un mese dalla conclusione delle analisi, sotto forma di relazione tecnica all'Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena, al Comune di Forlì e ad ARPA. Tale relazione conclusiva dovrà valutare i livelli delle sostanze odorigene presenti presso i punti monitorati in termini di concentrazione di odore e di molestia olfattiva (intensità e accettabilità dell’odore), e alla luce di questi potrà essere valutata da parte degli enti suddetti la necessità o meno di intraprendere ulteriori indagini e/o interventi di gestione/mitigazione. Le campagne di monitoraggio dovranno comprendere velocità e direzione del vento per l'intero periodo di campionamento e dovranno essere significative in base ai parametri suddetti;
  3. la data di funzionamento dell'impianto in configurazione di progetto, comprensivo delle modifiche valutate nella presente procedura dovrà, essere tempestivamente comunicata all'Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena, al Comune di Forlì e ad ARPA;

b) di quantificare in Euro 500,00, le spese istruttorie a carico del Proponente, corrispondente al valore forfettario previsto dall'art. 28 comma 1 della L.R. 9/99 e s.m.i.;

c) di dare atto che tali spese istruttorie sono già state corrisposte dalla Ditta in fase di attivazione della procedura di screening;

d) di trasmettere il presente atto al Servizio Ambiente e Pianificazione Territoriale per il seguito di competenza. 

e) di trasmettere il presente atto a Hera SpA;

f) di trasmettere copia del presente atto all'ARPA Sezione Provinciale di Forlì-Cesena per il seguito di competenza ai sensi dell'art. 22 comma 3 della Legge regionale 9/99 e s.m.i;

g) di trasmettere copia del presente atto al Comune di Forlì per il seguito di competenza;

h) di pubblicare per estratto nel BURERT, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 18 maggio 1999 n. 9 e s.m.i., il presente partito di deliberazione;

i) di pubblicare integralmente sul sito web della Provincia di Forlì-Cesena, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 18 maggio 1999 n. 9 e s.m.i., la presente deliberazione.

Inoltre, con separata votazione espressa in forma unanime e palese, dichiara il presente provvedimento immediatamente eseguibile, stante l’urgenza di provvedere in merito ai sensi dell’art. 134, comma 4 del DLgs 18 agosto 2000, n. 267.”

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it