E-R | BUR

n.41 del 16.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di verifica (screening) relativa alla "Campagna di trattamento di rifiuti speciali non pericolosi mediante impianto mobile, in comune di Castel San Giovanni (PC)", ad opera della Ditta Molinari Fratelli S.r.l. (Titolo II L.R. 18 maggio 1999, n. 9, come integrata dal DLgs 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal DLgs 16 gennaio 2008, n. 4)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera: 

a. di escludere da ulteriore procedura di VIA, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, in considerazione dei limitati impatti attesi, il progetto denominato “campagna di trattamento di rifiuti speciali non pericolosi mediante impianto mobile, in Comune di Castel San Giovanni (PC)”, da effettuarsi ad opera della ditta Molinari Fratelli S.r.l. presso la messa in riserva della stessa Ditta, a condizione che siano rispettate le seguenti prescrizioni:

1. il funzionamento dell’impianto durante la campagna di frantumazione riguarderà al massimo 950 ton/giorno e per un periodo massimo di 100 giorni;

2. per minimizzare gli impatti sull’ambiente, andranno messi in atto tutti gli interventi ed azioni di mitigazione previsti nel progetto;

3. pur essendo l’impianto dotato dei necessari dispositivi ad acqua di abbattimento delle polveri, occorre considerare con particolare attenzione l’eventualità del sollevamento di polvere in fase di movimentazione e trattamento degli inerti; a tale proposito, in progetto si ritiene necessario utilizzare, al bisogno, getti d’acqua supplementari, e di localizzare l’impianto nella zona più lontana rispetto alle abitazioni adiacenti; il collocamento dell’impianto nella zona più lontana dalle abitazioni garantirà una minore interferenza con queste ultime in fase di frantumazione;

4. si ritiene necessario inoltre, provvedere ad una separazione “fine” delle eventuali componenti metalliche, legname, carta o parti in plastica che verranno avviate al recupero o allo smaltimento attraverso il conferimento al Centro Comunale di stoccaggio o a ditte autorizzate;

5. alla richiesta di autorizzazione per la prevista campagna di attività da inoltrarsi all’Amministrazione Provinciale di Piacenza dovrà essere allegata una nuova valutazione di impatto acustico attestante il rispetto sia dei valori limite assoluti di immissione, sia dei valori limite differenziali di immissione;

6. dovranno essere predisposti tutti i presidi tecnici e gestionali atti a minimizzare l’impatto acustico e l’emissione di polveri in atmosfera;

7. resta fermo che tutte le autorizzazioni e/o comunicazioni, necessarie per la realizzazione del progetto in oggetto della presente valutazione, dovranno essere rilasciate dalle autorità competenti ai sensi delle vigenti disposizioni;

b. di trasmettere la presente delibera alla ditta Molinari Fratelli S.r.l., alla Provincia di Piacenza, all’ARPA, all’AUSL Servizio Igiene Pubblica di Piacenza e al Comune di Castel San Giovanni;

c. di pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 10, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, il presente partito di deliberazione;

d. di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 20, comma 7 del DLgs 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal DLgs 16 gennaio 2008, n. 4, il presente provvedimento di assoggettabilità.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it