E-R | BUR

n.40 del 16.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Regolamento del fondo regionale Foncooper in seguito alle innovazioni normative introdotte con L.R. n. 1/2020

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la legge 27 febbraio 1985, n. 49 “Provvedimenti per il credito alla cooperazione e misure urgenti a salvaguardia dei livelli di occupazione”, che al titolo I istituisce il fondo rotativo denominato Foncooper;

Vista la Direttiva del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato del 9 maggio 2001, recante “Direttive per la concessione dei finanziamenti del Fondo di rotazione per la promozione e lo sviluppo delle cooperative di cui all'art. 1 della legge 27 febbraio 1985, n. 49“;

Richiamato il comma 12, dell’art. 19, del D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e ss.mm.ii., “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della Legge 15 marzo 1997, n. 59, laddove stabilisce che le regioni "subentrano alle amministrazioni statali nei diritti e negli obblighi derivanti dalle convenzioni dalle stesse stipulate in forza di leggi ed in vigore alla data di emanazione del presente decreto legislativo e stipulando, ove occorra, atti integrativi alle convenzioni stesse per i necessari adeguamenti", in base al quale la Regione è subentrata allo Stato nella gestione del Foncooper;

Vista la legge regionale 29 maggio 2020, n. 1 (Misure urgenti per la ripresa dell’attività economica e sociale a seguito dell’emergenza COVID-19. Modifiche alle leggi regionali n. 3 del 1999, n. 40 del 2002, n. 11 del 2017 e n. 13 del 2019), e in particolare l’art. 2 (Misure a favore della liquidità delle imprese cooperative), che dispone: “1. Al fine di agevolare la continuità e l’ottimale gestione del credito alle imprese cooperative, la Regione autorizza l’estensione del Fondo Foncooper di cui al Titolo I della legge 27 febbraio 1985, n. 49 (Provvedimenti per il credito alla cooperazione e misure urgenti a salvaguardia dei livelli di occupazione), anche al rilascio di finanziamenti e garanzie per il reintegro del capitale circolante alle imprese cooperative di tutte le dimensioni. 2. La Giunta regionale stabilisce i criteri per l’applicazione del comma 1, nel rispetto della normativa europea sugli aiuti di Stato alle imprese”;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 1001/2002, allegato B “Contratto per la gestione del fondo "Foncooper" di cui al titolo i della legge 27 febbraio 1985, n. 49, concernente provvedimenti per il credito alla cooperazione e misure per la salvaguardia dei livelli occupazionali” all’art. 2 punto 5 b) si precisa che il Comitato delibera tra l’altro eventuali condizioni e soglie minime di accesso alle agevolazioni del Foncooper, modalità e termini di utilizzo dei finanziamenti;

- n. 2157/2007 con cui si recepiscono gli stessi compiti del Comitato Regionale Foncooper;

Vista la propria deliberazione n. 985 del 3/8/2020 con cui è stata estesa l’applicazione del fondo Foncooper alla liquidità in applicazione della L.R. n. 1/2020 succitata;

Visto il verbale del Comitato regionale Foncooper del 14 ottobre 2021 Prot. 20/12/2021.1170663.E con il quale al punto 8 è stato approvato il nuovo regolamento del fondo (Allegato 3 al verbale) che recepisce gli ultimi sviluppi normativi;

Ritenuto pertanto necessario prendere atto del nuovo regolamento del fondo regionale Foncooper che, tra l’altro:

- recepisce i criteri per l’attuazione della legge succitata, che consente l’applicazione dei finanziamenti Foncooper alle imprese cooperative di qualsiasi dimensione e per finanziamenti destinati al reintegro del capitale circolante;

- precisa che oltre al privilegio sull’investimento previsto all’art. 4 della legge n. 49/86 sia possibile anche prevedere la garanzia finanziaria sul finanziamento a carico di un soggetto autorizzato dalla Banca d’Italia;

Richiamate:

- L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 “PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA. ANNI 2021-2023”, ed in particolare l’allegato D “DIRETTIVA DI INDIRIZZI INTERPRETATIVI 2021-2023”;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 ad oggetto “Il sistema dei controlli interni della Regione Emilia-Romagna”;

- la propria deliberazione n. 2013/2020 avente ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento della capacità amministrativa dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;

- la propria deliberazione n. 2018/2020 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della 43/2001 e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste inoltre le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Vista la determinazione dirigenziale n. 12466/2016 avente ad oggetto “Conferimento al dott. Marco Borioni dell'incarico di responsabile del Servizio "Sviluppo degli strumenti finanziari, regolazione e accreditamenti” e la determinazione dirigenziale n. 9793/2018 che ha prorogato tale incarico;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione;

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di prendere atto dell’Allegato parte integrante e sostanziale del presente provvedimento “Regolamento del fondo regionale Foncooper”;

3. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://imprese.regione-emilia-romagna.it/;

4. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà alle pubblicazioni ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa, inclusa la pubblicazione ulteriore prevista dal piano triennale di prevenzione della corruzione, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii..

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it