E-R | BUR

n.73 del 12.03.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg (CE) 1698/2005 PSR 2007-2013. Misura 121 "Ammodernamento delle aziende agricole - Area sisma 2012" di cui alla deliberazione n. 1121/2013. Disposizioni in ordine allo scorrimento integrale della graduatoria regionale approvata con determinazione n. 1492 del 2014

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (CE) del Consiglio n. 1698/2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) del Consiglio n. 1290/2005 sul finanziamento della politica agricola comune;

- il Regolamento (CE) della Commissione Europea n. 1974/2006, che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005 e successive modifiche ed integrazioni;

- la Decisione n. 144/2006 del Consiglio relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (programmazione 2007-2013), come da ultimo modificata dalla Decisione n. 61/2009 del Consiglio;

- il Regolamento (CE) n. 883/2006 della Commissione Europea applicativo del Regolamento (CE) n. 1290/2005 concernente la tenuta dei conti degli organismi pagatori, le dichiarazioni di spesa e di entrata e le condizioni di rimborso delle spese nell’ambito del FEAGA e del FEASR e successive modifiche;

- il Regolamento (UE) della Commissione Europea n. 65/2011 e sue successive modifiche ed integrazioni che stabilisce modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1698/2005 per quanto riguarda le procedure di controllo e la condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale ed abroga il Regolamento (CE) n. 1975/2006;

- il Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo agricolo per lo sviluppo rurale per il periodo di programmazione 2014-2020, che all'art. 88 prevede che, nonostante l'abrogazione del regolamento (CE) n. 1698/2005, quest'ultimo continui ad applicarsi agli interventi realizzati nell'ambito dei programmi approvati dalla Commissione ai sensi del medesimo regolamento anteriormente al 1° gennaio 2014;

Richiamata la propria deliberazione n. 1493 del 21 ottobre 2013 con la quale si è preso atto dell'attuale formulazione del PSR (versione 9) – approvata dalla Commissione europea con comunicazione ARES (2013)3202451 dell’8 ottobre 2013;

Atteso che il PSR prevede che l'attuazione delle singole Misure sia subordinata all'approvazione di uno specifico Programma Operativo di Misura finalizzato a tradurre a livello operativo le scelte e le strategie di programmazione con riferimento a ciascuna Misura;

Visti inoltre:

- il D.L. 6 giugno 2012, n. 74 “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”, convertito con modificazioni nella Legge 1 agosto 2012 n. 122, che ha tra l’altro previsto all’art. 14 “Rilancio del settore agricolo ed agroindustriale” che - al fine di consentire alla Regione Emilia-Romagna di disporre di risorse aggiuntive da destinare al rilancio del settore agricolo ed agroindustriale nelle zone colpite dal sisma - l'intera quota di cofinanziamento nazionale del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione per le annualità 2012 e 2013 è assicurata dallo Stato attraverso le disponibilità del Fondo di rotazione ex lege 16 aprile 1987, n. 183;

- la L.R. 26 luglio 2012, n. 9 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della Legge regionale 15 novembre 2001 n. 40 in coincidenza con l'approvazione della legge di assestamento del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2012 e del bilancio pluriennale 2012-2014. Primo provvedimento generale di variazione” che all’art. 5 “Aiuti di Stato aggiuntivi sul Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012” ha previsto:

  • al comma 1 che, per le finalità di rilancio del settore agricolo ed agroindustriale nelle zone colpite dal sisma di cui al predetto art. 14 del D.L. 74/2012, la Regione è autorizzata ad attivare aiuti di Stato aggiuntivi sulle Misure del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 con le stesse modalità e condizioni previsti dal Programma stesso;
  • al comma 2 che all'erogazione degli aiuti spettanti ai beneficiari provvede l'Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna di cui alla L.R. 21/2001 in qualità di Organismo pagatore delle Misure individuate nel Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013;
  • al comma 3 che era disposta a tal fine, per l'esercizio 2012, un'autorizzazione di spesa di Euro 17.300.000,00 a valere sul capitolo 18415 “Trasferimento all'Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura per l'Emilia-Romagna (AGREA), degli aiuti di Stato aggiuntivi attivati dalla Regione sulle Misure Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012. Interventi in capitale (Regg. CE 1290/2005 e 1698/2005)” afferente alla Unità Previsionale di Base 1.3.1.3.6412 “Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Interventi in capitale”;

Atteso che con deliberazione n. 1632 del 5 novembre 2012, come modificata con successive deliberazioni n. 1715 del 19 novembre 2012 e n. 1882 del 10 dicembre 2012, sono stati attivati gli aiuti di Stato aggiuntivi sulle Misure del PSR previsti dal predetto art. 5 della L.R. 9/2012 destinando l’importo di Euro 17.300.000,00, pari all'intero stanziamento autorizzato ed iscritto nel bilancio per l'esercizio finanziario 2012 sul richiamato capitolo 18415, all’attuazione del Programma operativo della Misura 126 “Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e introduzione di adeguate misure di prevenzione” di cui alla propria deliberazione n. 1448 dell’8 ottobre 2012, secondo le modalità e condizioni ivi previste e nel rispetto di quanto previsto al predetto paragrafo 8 del PSR, prevedendo altresì l’integrale trasferimento ad AGREA delle risorse impegnate;

Visto altresì l’art. 7 della L.R. 21 dicembre 2012, n. 19 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell'articolo 40 della Legge regionale 15 novembre 2001 n. 40 in coincidenza con l'approvazione del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2013 e del bilancio pluriennale 2013-2015” - come modificato dall’art. 5 della L.R. n. 9 del 26 luglio 2013 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2011, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013 e del bilancio pluriennale 2013-2015. Primo provvedimento generale di variazione” - che nella sua nuova formulazione “Aiuti di Stato per il rilancio del settore agricolo ed agroindustriale nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012” prevede al comma 1 che, per il finanziamento degli aiuti di Stato aggiuntivi sul Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012 a norma dei commi 1 e 2 del richiamato art. 5 della L.R. 9/2012, è disposta, per l'esercizio 2013, un'autorizzazione di spesa di Euro 4.900.000,00 a valere sul già citato capitolo 18415 afferente alla Unità Previsionale di Base 1.3.1.3.6412 “Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Interventi in capitale”;

Richiamata inoltre la deliberazione n. 1113 del 2 agosto 2013 con la quale:

  • è stata rilevata, a seguito del finanziamento del citato Programma Operativo della Misura 126 di cui alla deliberazione n. 1448/2012, la completa disponibilità delle risorse tra quelle autorizzate dall’art. 5 della L.R. 9/2012 e destinate con la citata deliberazione n. 1632/2012;
  • è stata prevista l’attivazione anche per l’esercizio 2013, secondo le modalità e condizioni previste nel Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (di seguito PSR), degli aiuti di Stato aggiuntivi in “AREA SISMA 2012”, previsti all’art. 5 della L.R. 9/2012 e al comma 1 dell’art. 7 della L.R. 19/2012, come sostituito dall’art. 5 della L.R. 9/2013, per le finalità di rilancio del settore nelle zone colpite dal sisma, con conseguente impegno a favore dell’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna;
  • si rinviava ad un atto del Direttore Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie l’effettiva articolazione fra i diversi Programmi operativi regionali individuati, nel rispetto dei limiti previsti al paragrafo 8 “Aiuti di Stato aggiuntivi” del PSR, delle risorse impegnate nonché delle risorse residuate tra quelle autorizzate dall’art. 5 della L.R. 9/2012 impegnate e trasferite ad AGREA in attuazione della deliberazione n. 1632/2012 e ss.mm.;

Dato atto che a seguito di tale deliberazione con determinazione n. 15139 del Direttore Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie del 18 novembre 2013 l’intero importo di Euro 4.900.000,00 è stato trasferito ad AGREA;

Vista la propria deliberazione n. 1121 del 2 agosto 2013, con la quale si è provveduto ad approvare uno specifico Programma Operativo della Misura 121 "Ammodernamento delle aziende agricole" con valenza di avviso pubblico regionale, per interventi a favore delle imprese localizzate nelle aree colpite dal sisma nel maggio 2012, con una dotazione complessiva pari a 30 milioni di Euro, di cui 20 milioni a valere su risorse recate dal PSR sulla Misura 121 e 10 milioni di Euro sugli aiuti di stato aggiuntivi più sopra richiamati;

Preso atto che con determinazione del Responsabile del Servizio Aiuti alle imprese della Direzione Generale Agricoltura, Economia ittica, attivita' faunistico-venatorie n. 1492 del 10 febbraio 2014 è stata approvata la graduatoria unica regionale delle domande di aiuto presentate a valere sul citato avviso pubblico;

Preso atto altresì:

  • che detta graduatoria ricomprende 695 progetti ammissibili per un fabbisogno di contributi pari ad Euro 43.943.869,99 e che le risorse allocate sull'avviso pubblico di che trattasi - pari ad euro 30.000.000, 00 - consentono il finanziamento integrale delle prime 402 posizioni;
  • che per completare il finanziamento dei progetti risultati ammissibili e collocati in graduatoria residua pertanto un ulteriore fabbisogno di risorse pari ad Euro 13.943.869,99;
  • che a fronte del plafond complessivamente destinato ad aiuti di Stato aggiuntivi quale sopra specificato, pari a complessivi Euro 22.200.000,00, risultano attualmente disponibili Euro 12.200.000,00;

Rilevato che, dal puntuale monitoraggio dell’andamento degli impegni e della spesa desumibile dal Sistema Operativo Pratiche, rispetto alla dotazione della tabella finanziaria del PSR relativa alla Misura 121, risultano libere allo stato attuale risorse pari ad Euro 3.552.428,00;

Considerato che nelle aree colpite dal sisma del 20 - 29 maggio 2012 è prioritario favorire la ripresa del comparto e che a tale obiettivo può concorrere anche la realizzazione di investimenti tesi a migliorare la potenzialità produttiva aziendale già in essere al momento del sisma, attraverso azioni di ammodernamento dell'azienda agricola stessa;

Rilevato che le risorse sopra quantificate consentono di soddisfare integralmente la graduatoria di cui alla predetta determinazione n. 1492/2014;

Ritenuto pertanto di destinare allo scorrimento della predetta graduatoria le risorse necessarie nella seguente misura:

  • quanto ad Euro 12.200.000,00 quali fondi residui a titolo di aiuti di Stato aggiuntivi, nell’ambito di quelli complessivamente autorizzati dall’art. 5 della L.R. 9/2012 e dal comma 1 dell’art. 7 della L.R. 19/2012, come sostituito dall’art. 5 della L.R. 9/2013;
  • quanto ad Euro 1.743.869,99 quali risorse allocate sulla Misura 121 nella tabella finanziaria del PSR e risultanti libere dal monitoraggio dell'andamento degli impegni e della spesa tramite il Sistema Operativo Pratiche;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia–Romagna” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

- la deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adeguamenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento ed aggiornamento della delibera n. 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione n. 1950 del 13 dicembre 2010 “Revisione della struttura organizzativa della Direzione Generale Attività produttive, Commercio e Turismo e della Direzione Generale Agricoltura”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni;

A voti unanimi e palesi,

delibera:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente dispositivo;

2) di disporre lo scorrimento integrale della graduatoria di cui alla determinazione n. 1492 del 10 febbraio 2014 del Responsabile del Servizio Aiuti alle imprese, relativa al Programma Operativo della Misura 121 "Ammodernamento delle aziende agricole" per interventi a favore delle imprese localizzate nelle aree colpite dal sisma nel maggio 2012 di cui alla deliberazione n.1121/2013;

3) di destinare a tal fine alla predetta graduatoria l’importo complessivo di Euro 13.943.869,99 di cui:

  • Euro 12.200.000,00 quali fondi residui a titolo di aiuti di Stato aggiuntivi nell’ambito di quelli complessivamente autorizzati dall’art. 5 della L.R. 9/2012 e dal comma 1 dell’art. 7 della L.R. 19/2012, come sostituito dall’art. 5 della L.R. 9/2013, peraltro già integralmente trasferiti ad AGREA;
  • Euro 1.743.869,99 quali risorse allocate sulla Misura 121 nella tabella finanziaria del PSR e risultanti libere dal monitoraggio dell'andamento degli impegni e della spesa tramite il Sistema Operativo Pratiche;

4) di dare atto che resta confermata ogni altra disposizione dell'avviso pubblico di cui all'Allegato 1 alla deliberazione n. 1121/2013;

5) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Aiuti alle imprese provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it