E-R | BUR

n.28 del 11.02.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Impatto Ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni. Titolo III – progetto denominato: Istanza di concessione preferenziale per l’utilizzo di acque pubbliche da pozzi esistenti nel Comune di Caorso

L'Autorità competente per la Valutazione di Impatto Ambientale: Regione Emilia-Romagna – Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che ai sensi del Titolo III della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, nonché ai sensi del R.R. 20 novembre 2001 n. 41, del RD 1775 dell’11 dicembre 1933, del DPR 327 dell’8 giugno 2001 e della L.R. 37/2002 sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, elaborati progettuali per l’effettuazione della procedura di VIA, relativa al progetto:

  • progetto: Istanza di concessione preferenziale per l’utilizzo di acque pubbliche da pozzi esistenti nel Comune di Caorso;
  • localizzato: Via Enrico Fermi n.5/A - 29012 Caorso (PC);
  • presentato da: Sogin S.p.A.

Il progetto appartiene alla seguente categoria: A.1. 1) utilizzo non energetico di acque superficiali nei casi in cui la derivazione superi i 1.000 litri al minuto secondo e di acque sotterranee, ivi comprese acque minerali e termali, nei casi in cui la derivazione superi i 100 litri al minuto secondo.

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: Caorso (PC)

e delle seguenti province: Piacenza (PC).

Il progetto si riferisce all’istanza di concessione per l’utilizzo preferenziale di acque pubbliche ad uso industriale per gli esistenti pozzi della Centrale nucleare di Caorso e contiene le informazioni tecniche relative al campo pozzi a servizio della Centrale, nonché l’analisi degli impatti potenziali indotti sulle componenti ambientali prodotti dall’esercizio degli stessi.

Il campo pozzi della centrale di Caorso è costituito da 18 pozzi ed il loro utilizzo è così suddiviso:

  • 8 pozzi utilizzati per il funzionamento del sistema di “dewatering”;
  • 2 pozzi ad uso civile ed industriali, ovvero per servizi igienici e per la produzione di acqua demineralizzata ad uso interno;
  • 4 pozzi originariamente utilizzati per il reintegro delle vasche delle torri di raffreddamento RHR, attualmente utilizzati sporadicamente allo scopo di verificarne l’efficienza;
  • 4 pozzi facenti parte del sistema antincendio, utilizzati in occasione delle prove mensili di operabilità delle quattro pompe.

In ragione di una riduzione del diametro delle tubazioni del sistema di emungimento utilizzato per il reintegro delle vasche delle torri di raffreddamento RHR, la cui portata di esercizio delle pompe deve essere inferiore a 43 l/s, la massima quantità prelevabile ad oggi risulta di 504.404 mc/anno.

Il SIA, il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1, può presentare osservazioni all’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna (BO).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna (BO);
  • Provincia di Piacenza (PC);
  • Comune di Caorso (PC). 

Tali elaborati sono inoltre disponibili al seguente indirizzo web:

http://www.ermesambiente.it/wcm/ermesambiente/Pagine/valutazioni_ambientali/procedure/sitoricerca/DESCRIZ.htm

Ai sensi della L.R. 9/99 e secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale conclusione positiva del procedimento autorizzativo comprende e sostituisce i seguenti atti di assenso ed autorizzazioni necessari alla realizzazione ed esercizio dell’opera:

  • Concessione di derivazione di acqua pubblica (RR 20 novembre 2001, n. 41;
  • Il progetto ricade parzialmente all’interno di una area naturale protetta “Fiume Po da Rio Boriacco a Bosco Ospizio” codice IT4010018. In relazione a quanto sopra indicato, ai sensi dell’art.17, comma 4 della L.R. 9/99 e s.m.i. la procedura in oggetto comprende la procedura di valutazione d'incidenza di cui all'articolo 5 del DPR 357/1997 e s.m.i., pertanto lo studio preliminare ambientale trasmesso contiene gli elementi di cui all'allegato G del DPR 357/1997 e s.m.i. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it