E-R | BUR

n.170 del 09.06.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Art. 20, L.R. n. 4/2018: Provvedimento Autorizzatorio Unico comprensivo del provvedimento di VIA, relativo al progetto "Realizzazione di un nuovo impianto di recupero di rifiuti plastici, situato in Via dell'Oasi - Zona Industriale Beni Comunali di Crevalcore" in comune di Crevalcore (BO)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera

per le ragioni in premessa, e con riferimento anche alle valutazioni contenute nel Verbale Conclusivo della Conferenza di Servizi sottoscritto in data 30/4/2021, che costituisce l’Allegato 1 ed è parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, che qui si intendono sinteticamente richiamate:

a) di adottare il Provvedimento Autorizzatorio Unico, che comprende il provvedimento di VIA, sulla base del quale sono stati rilasciati i titoli abilitativi necessari per la realizzazione e l’esercizio del progetto “Realizzazione di un nuovo impianto di recupero di rifiuti plastici, situato in via dell’Oasi – Zona Industriale Beni Comunali di Crevalcore”, proposto da FADEBE SpA, localizzato nel comune di Crevalcore (BO), costituito dalla determinazione motivata di conclusione positiva della Conferenza di Servizi, ai sensi dell’art. 20, comma 2, della L.R. n. 4/2018;

b) di dare atto che il progetto esaminato risulta ambientalmente compatibile e realizzabile, nel rispetto della condizione ambientale riportata nel Verbale conclusivo della Conferenza di servizi, che costituisce l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, di seguito riportata:

  1. si chiede di presentare, prima dell’avvio dei lavori, un progetto di mitigazione paesaggistica relativo all’intero impianto, che minimizzi la visibilità dello stesso dalle aree aperte a nord verso la campagna, mediante la realizzazione di fasce arboreo - arbustive di specie autoctone. Inoltre sul fronte di via dello Zuccherificio si chiede di proporre il completamento e potenziamento della fascia vegetativa esistente;

c) di dare atto che la verifica di ottemperanza della condizione ambientale del Provvedimento di VIA, nel rispetto delle modalità riportata nella condizione, spetta al Comune di Crevalcore;

d) di dare, inoltre, atto che il Provvedimento Autorizzatorio Unico, come precedentemente dettagliato nella parte narrativa del presente atto, comprende i seguenti titoli abilitativi necessari alla realizzazione e alla gestione del progetto, che sono parte integrante e sostanziale della presente deliberazione:

1. il provvedimento di Valutazione di impatto ambientale compreso nel Verbale del Provvedimento Autorizzatorio Unico sottoscritto dalla Conferenza di Servizi nella seduta conclusiva del 30/4/2021 e che costituisce l’Allegato 1;

2. l’Autorizzazione Unica ai sensi dell’art. 208 del D.Lgs. n. 152/06 e s.m.i., rilasciata da ARPAE AAC Metropolitana con DET-AMB-2021-2088 del 29/4/2021; tale provvedimento costituisce l’Allegato 2, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

3. la Deliberazione di Consiglio Comunale di Crevalcore n. 31 del 27/4/2021, parere favorevole alla proposta di variante urbanistica al PSC e al RUE, che costituisce l’Allegato 3, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

4. l’Autorizzazione alla perforazione di pozzi ad uso industriale, rilasciata da ARPAE AAC Metropolitana con DET-AMB-2021-2068 del 28/4/2021, che costituisce l’Allegato 4, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

5. la valutazione sul progetto prevenzione incendi del Comando dei Vigili del Fuoco, acquisita agli atti con PG/2021/60793 del 20/4/2021, che costituisce l’Allegato 5, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

e) di dare atto che i titoli abilitativi compresi nel Provvedimento autorizzatorio unico regionale (PAUR) sono assunti in conformità delle disposizioni del provvedimento di VIA e della relativa condizione ambientale e che le valutazioni e le prescrizioni degli atti compresi nel Provvedimento Autorizzatorio Unico sono state condivise in sede di Conferenza di Servizi; tali prescrizioni sono vincolanti al fine della realizzazione e gestione del progetto e dovranno quindi essere obbligatoriamente ottemperate da parte del proponente; la verifica di ottemperanza di tali prescrizioni deve essere effettuata dai singoli Enti secondo quanto previsto dalla normativa di settore vigente;

f) di precisare che i termini di efficacia degli atti allegati alla presente deliberazione decorrono dalla data di approvazione della medesima deliberazione;

g) di stabilire l’efficacia temporale per la realizzazione del progetto in 5 anni; decorso tale periodo senza che il progetto sia stato realizzato, il provvedimento di VIA deve essere reiterato, fatta salva la concessione, su istanza del proponente, di specifica proroga da parte dell’autorità competente;

h) di trasmettere la presente deliberazione al proponente;

i) di trasmettere la presente deliberazione per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza ai partecipanti alla conferenza di servizi:

  • ARPAE;
  • Città Metropolitana di Bologna;
  • Comune di Crevalcore;
  • Consorzio della Bonifica Burana;
  • SorgeAqua S.r.l.;
  • ATERSIR;
  • Comando Provinciale Vigili del Fuoco;
  • AUSL - Dipartimento di Sanità Pubblica;
  • AS Retigas S.r.l.;
  • E-Distribuzione;

j) di pubblicare integralmente la presente deliberazione sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

k) di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

l) di rendere noto che contro il presente provvedimento è proponibile il ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 (sessanta) giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 (centoventi) giorni; entrambi i termini decorrono dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

m) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it