E-R | BUR

n.56 del 02.03.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma denominato "Sicuro, verde e sociale. Riqualificazione dell'edilizia residenziale pubblica" parte del Piano nazionale per gli investimenti complementari (decreto legge 6 maggio 2021, n. 59, come convertito dalla legge 1 luglio 2021 n. 101 e D.P.C.M.15 settembre 2021). Approvazione elenco interventi ammessi a finanziamento e di riserva

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamate:

- la legge regionale 8 agosto 2001, n. 24, recante, “Disciplina generale dell’intervento pubblico nel settore abitativo” e s.m.i.;

- il D.L. 6 maggio 2021, n. 59 convertito, con modificazioni dalla Legge 1 luglio 2021, n. 101, (di seguito denominato decreto-legge) recante, “Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti” ed in particolare:

- l’art. 1, comma 2, lettera c) punto 13 che destina alla riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica: 200 milioni di Euro per l’anno 2021, 400 milioni per l’anno 2022 e 350 milioni di Euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026, per un totale complessivo di 2 miliardi di Euro;

- il comma 2-novies dell’art. 1 che demanda ad un apposito D.P.C.M. l’individuazione degli indicatori di riparto su base regionale delle risorse e le modalità e termini di ammissione a finanziamento degli interventi, individuando specifici parametri e le modalità di erogazione dei finanziamenti;

- il Decreto del Ministero delle Economie delle Finanze del 15/7/2021, adottato ai sensi dell’art. 1, comma 7 del citato D.L. 6/5/2021. n. 59, convertito, con modificazioni con L. n. 101/2021, che individua gli obiettivi iniziali, intermedi e finali per ciascun programma, intervento o progetto del piano nazionale per gli investimenti complementari, nonché le modalità relative al monitoraggio, stabilendo altresì all’art. 4 gli adempimenti e le responsabilità delle amministrazioni titolari del programma;

Considerato che in attuazione a quanto previsto dall’art. 1, commi 2-septies e novies del decreto legge sopracitato con il D.P.C.M. del 15 settembre 2021 “Sicuro Verde e sociale: riqualificazione dell’Edilizia Residenziale Pubblica” (di seguito denominato D.P.C.M.), pubblicato sul sito istituzionale del Ministero elle infrastrutture e della mobilità sostenibile (di seguito denominato MIMS) in data 19/10/2021, sono stati individuati gli indicatori di riparto su base regionale delle risorse assegnate, stabilite le modalità e i termini di ammissione a finanziamento degli interventi e le modalità di erogazione degli stessi;

Dato atto che con il sopracitato D.P.C.M. nella Tabella A, sulla base degli indicatori di riparto indicati all’art. 2 sono state ripartite tra le Regioni le risorse finanziarie destinate al Programma, ed in particolare, ha destinato a favore della Regione Emilia-Romagna il finanziamento complessivo pari a € 123.813.471,53;

Considerato inoltre che l’art. 3 del D.P.C.M. prevede che:

le Regioni,

- entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore dello stesso procedano alla pubblicazione delle procedure per l’individuazione delle proposte di intervento da parte dei soggetti individuati ai sensi dell’art. 1, comma 2-septies del decreto-legge, concedendo almeno 30 giorni per la presentazione delle proposte da parte degli stessi;

- entro il 31/12/2021 predispongano il Piano degli interventi ammessi a finanziamento, costituito da interventi ordinati sulla base delle priorità indicate dagli enti con l’indicazione del soggetto attuatore e del CUP, e lo trasmettano al MIMS entro il 15/1/2022; le proposte eccedenti il limite delle risorse assegnate possono essere trasmesse in elenco separato al fine di agevolare l’utilizzo di eventuali economie di gara a conclusione degli interventi o di ulteriori risorse che si rendono disponibili allo scopo;

il Ministero,

- entro il 31/3/2022 approvi, con apposito decreto, il Piano degli interventi comprendente, per ciascuna Regione, l’elenco di quelli immediatamente finanziati in base alle risorse assegnate;

Richiamata la propria deliberazione n.1851 dell’8 novembre 2021 avente per oggetto “APPROVAZIONE DELL'AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE AL PROGRAMMA DENOMINATO "SICURO, VERDE E SOCIALE. RIQUALIFICAZIONE DELL'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA" PARTE DEL PIANO NAZIONALE PER GLI INVESTIMENTI COMPLEMENTARI (DECRETO-LEGGE 6 MAGGIO 2021, N. 59, COME CONVERTITO DALLA LEGGE 1 LUGLIO 2021 N. 101 E D.P.C.M.15 SETTEMBRE 2021)”, ed in particolare l’ALLEGATO “A”,Criteri e modalità per la realizzazione del Programma Sicuro Verde e sociale: riqualificazione dell’Edilizia Residenziale Pubblica” (di seguito denominato Avviso), che:

- ha stabilito di attribuire, in conformità a quanto previsto dalla citata L.R. n.24/2001 e s.m.i. e dalla deliberazione della Giunta regionale n.528/2014 e n. 879 del 13/7/2015, ai Tavoli Territoriali di concertazione delle Politiche Abitative e alla Conferenza metropolitana della Città Metropolitana di Bologna (nella sua funzione di tavolo territoriale di concertazione delle politiche abitative) il compito di individuare l’elenco degli interventi prioritari per i quali si chiede l’ammissione a finanziamento;

- ha definito i criteri, i requisiti e le condizioni di valutazione che i Tavoli Territoriali di concertazione delle Politiche Abitative e la Conferenza metropolitana della Città Metropolitana di Bologna devono considerare nella selezione delle proposte di intervento;

- ha stabilito di garantire, quale clausola di salvaguardia, che almeno il 50% delle risorse disponibili (pari ad € 61.906.735,77) siano distribuite agli ambiti provinciali in relazione all’entità del patrimonio di alloggi di edilizia residenziale pubblica a tutto il 2020 (dati Osservatorio Politiche Abitative), che secondo le percentuali indicate al punto 4. fornisce come risultato la seguente ripartizione:

Patrimonio alloggi ERP 2020

Risorse garantire per ambito provinciale

33%

20.429.222,80

12%

7.428.808,29

8%

4.952.538,86

11%

6.809.740,93

11%

6.809.740,93

5%

3.095.336,79

8%

4.952.538,86

8%

4.952.538,86

4%

2.476.269,43

61.906.735,77

Dato atto che le risorse complessive pari a € 123.813.471,53 saranno allocate al capitolo di spesa n. 32000 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A AMMINISTRAZIONI LOCALI PER L'ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA "SICURO VERDE E SOCIALE: RIQUALIFICAZIONE DELL'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA", FINANZIATO DAL PIANO NAZIONALE PER GLI INVESTIMENTI COMPLEMENTARI AL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA (ART. 1, COMMA 2, LETTERA C) PUNTO 13 D.L. 6 MAGGIO 2021, N.59, CONVERTITO CON L. 1 LUGLIO 2021 N.101, D.P.C.M. 15/9/2021) - MEZZI STATALI”, del bilancio regionale, sulla base della ripartizione annuale 2021-2026 di cui alla tabella A allegata al D.P.C.M. del 15 settembre 2021;

Preso atto che i Tavoli Territoriali di Concertazione delle Politiche Abitative e la Conferenza metropolitana della Città Metropolitana di Bologna hanno inviato entro i termini previsti la documentazione indicata al punto 6. dell’Avviso, acquisita agli atti del Servizio regionale competente: verbale con allegato l’elenco territoriale delle proposte di intervento, ordinate secondo i punteggi attribuibili in base ai criteri di cui all’Allegato 1 all’Avviso;

Dato atto che:

- i suddetti elenchi sono stati raccolti in un unico elenco regionale, e le relative proposte di intervento riordinate in base al relativo punteggio, ed a parità di punteggio, ordinati dando priorità ai Comuni con minore dimensione (calcolata sul numero di abitanti al 31/12/2020);

- le proposte di intervento sono state finanziate seguendo la loro collocazione nella graduatoria unica, tenendo conto della clausola di salvaguardia sopra citata, finanziando pertanto, limitatamente alle suddette risorse spettanti per ambito provinciale, le proposte di intervento con il punteggio più elevato indipendentemente dalla loro posizione in graduatoria;

Ritenuto, pertanto, sulla base dell’elenco unico regionale di procedere, con il presente atto, all’approvazione dei seguenti allegati, parti integranti e sostanziali del presente atto:

- ALLEGATO 1, costituito dall’elenco degli interventi ammessi a finanziamento in relazione alle risorse finanziarie disponibili, pari a € 123.813.471,53, con indicato per ciascuna proposta di intervento: il soggetto beneficiario, il soggetto attuatore, il Codice Unico di Progetto (CUP), il contributo richiesto; elenco che costituisce il Piano degli interventi di cui all’art. 3, comma 1 del D.P.C.M. 15/9/2021, da comunicare al MIMS entro il 15 gennaio 2022;

- ALLEGATO 2 costituito dall’elenco degli interventi di riserva eccedenti il limite delle risorse assegnate;

Ritenuto inoltre di stabilire, come previsto dall’art. l’art. 3 del D.P.C.M. 15/9/2021, di trasmettere il presente atto al MIMS per i provvedimenti di competenza;

Ritenuto di confermare che con proprio successivo provvedimento, saranno disciplinate le modalità e procedure finanziarie ed amministrative, comprese quelle inerenti alla concessione, impegno, liquidazione, revoca e decadenza dei finanziamenti, le modalità del monitoraggio relativo alla attuazione degli interventi e le modalità di controllo in conformità alle disposizioni previste nel D.P.C.M. 15/9/2021;

Valutato altresì che negli elenchi pervenuti alcuni interventi risultano coperti solo parzialmente dalla quota di finanziamento riservata ai singoli ambiti provinciali, e che quindi è necessario verificare ulteriormente con i rispettivi Comuni la disponibilità alla rimanente copertura per l’intero ammontare;

Valutato inoltre l’opportunità di esperire ulteriori controlli in merito alla piena sussistenza delle condizioni dichiarate per ciascun singolo intervento per l’ottenimento dei punteggi, considerata la impossibilità di farlo entro i ristretti termini previsti per l’approvazione del Piano degli Interventi, in funzione della eventuale predisposizione di interventi sostitutivi dall’elenco degli interventi di riserva;

Ritenuto quindi di proporre che con successivo provvedimento della Giunta regionale siano definite le modalità di verifica riguardo gli elenchi pervenuti e gli interventi ammessi a finanziamento di cui all’Allegato 1, al fine di pervenire ad una eventuale riformulazione aggiornata del Piano degli Interventi da comunicare al MIMS prima del termine del 31/03/2022;

Visti per gli aspetti amministrativi di natura organizzativa e contabile:

- il Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 e ss.mm.ii., avente ad oggetto “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la legge 6 novembre 2012, n. 190 recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità”;

- la L.R. del 26 novembre 2001, n. 43 “Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e s. m.;

- la deliberazione del 29 dicembre 2008 n.2416 “INDIRIZZI IN ORDINE ALLE RELAZIONI ORGANIZZATIVE E FUNZIONALI TRA LE STRUTTURE E SULL'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DIRIGENZIALI. ADEMPIMENTI CONSEGUENTI ALLA DELIBERA 999/2008. ADEGUAMENTO E AGGIORNAMENTO DELLA DELIBERA 450/2007”, così come integrata e modificata dalla delibera di Giunta regionale n. 468 del 10 aprile 2017;

- la deliberazione n. 111 del 29 gennaio 2021 avente ad oggetto “Piano Triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza anni 2021-2023”;

- il D.lgs. 23 giugno 2011, n.118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss. mm. ii.;

- la L.R. n.40 del 15 novembre 2001 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n.31 e 27 marzo 1972, n.4”, per quanto applicabile;

- la L.R. n.43 del 26/11/2001, “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss. mm. ii.;

- la L.R. n.12 del 29 dicembre 2020 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2021-2023 (legge di stabilità regionale 2021)”, pubblicata nel B.U.R.E.R.T. del 29 dicembre 2020, n. 448;

- la L.R. n.13 del 29 dicembre 2020 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023”, pubblicata nel B.U.R.E.R.T. del 29 dicembre 2020, n. 449;

- la L.R. n. 8 del 29 luglio 2021 “Disposizioni collegate alla legge di assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023”, pubblicata nel B.U.R.E.R.T. del 29 luglio 2021, n. 226;

- la L.R. n. 9 del 29 luglio 2021 “Assestamento e prima variazione al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023”, pubblicata nel B.U.R.E.R.T. del 29 luglio 2021, n. 227;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1891 del 15 novembre 2021 avente ad oggetto: "ASSEGNAZIONI DELLO STATO IN MATERIA DI RISTORI COVID, INCLUSIONE SOCIALE, EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E PER L'ATTUAZIONE DI PROGRAMMI COMUNITARI. VARIAZIONE DI BILANCIO”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2004 del 28 dicembre 2020 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023”;

- la determinazione n.10256 del 31 maggio 2021 avente ad oggetto “Conferimento incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente”;

Attestato che il sottoscritto dirigente, Responsabile del procedimento, non si trova in alcuna situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

1) di approvare, preso atto dei verbali dei Tavoli Territoriali di concertazione delle politiche abitative e della Conferenza metropolitana della Città Metropolitana di Bologna, i seguenti allegati parti integranti e sostanziali di questo atto:

- l’ALLEGATO 1 costituito dall’elenco degli interventi ammessi a contributo, in relazione alle risorse finanziarie disponibili pari a € 123.813.471,53, con indicato per ciascuna proposta di intervento: il soggetto beneficiario, il soggetto attuatore, il Codice Unico di Progetto (CUP), il contributo richiesto; elenco che costituisce il Piano degli interventi di cui all’art. 3, comma 1 del D.P.C.M. 15 settembre 2021, da comunicare al MIMS entro il 15 gennaio 2022;

- l’ALLEGATO 2 costituito dall’elenco degli interventi di riserva eccedenti il limite delle risorse assegnate;

2) di dare atto che le risorse complessive pari a € 123.813.471,53 saranno allocate al capitolo di spesa n. 32000 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A AMMINISTRAZIONI LOCALI PER L'ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA "SICURO VERDE E SOCIALE: RIQUALIFICAZIONE DELL'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA", FINANZIATO DAL PIANO NAZIONALE PER GLI INVESTIMENTI COMPLEMENTARI AL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA (ART. 1, COMMA 2, LETTERA C) PUNTO 13 D.L. 6 MAGGIO 2021, N.59, CONVERTITO CON L. 1 LUGLIO 2021 N.101, D.P.C.M. 15/9/2021) - MEZZI STATALI”, del bilancio regionale, sulla base della ripartizione annuale 2021-2026 di cui alla tabella A allegata al D.P.C.M. del 16 settembre 2021;

3) di trasmettere, come previsto dall’art. l’art. 3 del D.P.C.M. 15/9/2021, il presente atto al MIMS per i provvedimenti di competenza;

4) di confermare che con proprio successivo provvedimento, saranno disciplinate le modalità e procedure finanziarie ed amministrative, comprese quelle inerenti alla concessione, impegno, liquidazione, revoca e decadenza dei finanziamenti; le modalità del monitoraggio relativo alla attuazione degli interventi e le modalità di controllo in conformità alle disposizioni previste nel D.P.C.M. 15/9/2021;

5) di proporre, per le motivazioni indicate in premessa, che con successivo provvedimento della Giunta regionale siano definite le modalità di verifica riguardo gli elenchi pervenuti e gli interventi ammessi a finanziamento di cui all’ALLEGATO 1, al fine di pervenire ad una eventuale riformulazione aggiornata del Piano degli Interventi da comunicare al MIMS prima del termine del 31/3/2022;

6) di disporre l’ulteriore pubblicazione prevista dal Piano triennale di prevenzione della corruzione, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D. Lgs. n. 33 del 2013.

7) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

Il Responsabile del Servizio

Marcello Capucci

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it