E-R | BUR

n.83 del 29.03.2017 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso di mobilità volontaria esterna per la copertura di n.1 posto a tempo pieno ed indeterminato nel profilo di "Coordinatore amministrativo-contabile" area funzionale C

Il Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di Bologna: 

  • Visto l’organico dell’Ente;
  • Visto l’art. 30 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i., che disciplina il passaggio diretto di dipendenti appartenenti alla stessa qualifica in servizio presso altre pubbliche amministrazioni ed in particolare il comma 2-bis che obbliga l’ente pubblico, prima di procedere all’espletamento di procedure concorsuali per la copertura di posti vacanti in organico, ad attivare le procedure di mobilità volontaria
  • Ritenuto, anche per motivi di urgenza, di avviare detta procedura nelle more dell’esito del procedimento di cui al comma 2 dell’articolo 34-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
  • Vista la Delibera del Consiglio Direttivo del 27 febbraio 2017 con cui ha autorizzato il procedimento per la copertura, mediante selezione, di n. 1 posto a tempo pieno ed indeterminato di area C, posizione economica 3, di profilo amministrativo-contabile con compiti di coordinamento, con contestuale approvazione del presente avviso

rende noto

che è indetta procedura di mobilità volontaria per titoli e colloquio, rivolta al personale assunto a tempo pieno ed indeterminato appartenente ai ruoli delle amministrazioni pubbliche di cui all’articolo. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, per la copertura di n. 1 posto nel profilo professionale coordinatore amministrativo-contabile Area Funzionale C, Posizione economica C3, del C.C.N.L. Enti Pubblici non Economici.

Si avvisa che la procedura oggetto del presente avviso rimane subordinata all’esito del procedimento di cui al comma 2 dell’articolo 34-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i. ed è da intendersi estinta all’esito positivo di detta procedura.  

E’ garantita, ai sensi del D.Lgs.vo 11 aprile 2006, n. 198, “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna” e s.m.i., pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso all’impiego e per il trattamento sul luogo del lavoro.

Sono garantiti, altresì, ai sensi della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992 e s.m.i., Legge 12 marzo 1999, n. 68, D.P.R. 10 ottobre 2000, n. 333 e s.m.i Legge 24 dicembre 2007, n. 247 e s.m.i. l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone disabili ed il diritto al lavoro dei disabili.

Possono presentare domanda i dipendenti in servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso Enti Pubblici non Economici, interessati ed in possesso dei seguenti requisiti da dichiarare ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000, quali:

a) inquadramento nella Categoria “C” posizione economica “C3” con contratto di lavoro a tempo indeterminato;

b) essere in possesso dello stesso titolo di studio richiesto per l’accesso dall’esterno (diploma di laurea);

c) non aver subito, negli ultimi cinque anni, procedimenti penali con sentenza passata in giudicato e non essere stati, nello stesso arco di tempo, oggetto di sanzioni disciplinari di grado superiore a quello della censura;

d) non aver procedimenti penali in corso e di non aver vertenze in corso con il Collegio stesso;

e) essere in possesso del nulla osta dell’Ente di appartenenza.

La domanda di partecipazione alla procedura di mobilità deve essere redatta utilizzando esclusivamente il modulo allegato al presente avviso pena la irricevibilità della domanda.

Nella domanda il candidato dovrà espressamente dichiarare sotto la propria responsabilità:

  • cognome e nome;
  • luogo e data di nascita;
  • luogo di residenza;
  • il nominativo della Pubblica Amministrazione di appartenenza ed il relativo indirizzo della sede legale;
  • la titolarità di un rapporto di lavoro subordinato di pubblico impiego a tempo indeterminato con inquadramento nel profilo professionale corrispondente;
  • l’avvenuto superamento del periodo di prova;
  • di non avere in corso procedimenti penali e le eventuali condanne riportate; in caso negativo, deve espressamente dichiararne la assenza;
  • di essere o di non essere in possesso dei titoli di cui all’art. 5 del D.P.R. n. 487/94 da fare valere ai fini di eventuali precedenze o preferenze nella nomina, a parità di punteggio, nella formulazione della graduatoria;
  • il consenso all’utilizzo dei dati personali per le finalità strettamente connesse con l’espletamento delle procedure concorsuali. La mancata dichiarazione verrà ritenuta come silenzio assenso.

I candidati dovranno apporre in calce alla domanda, a pena di nullità della stessa e conseguente loro esclusione dalla procedura, la propria firma non autenticata, in conformità a quanto disposto dall’art. 39 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 e s.m.i., allegando fotocopia di un documento di identità in corso di validità.

I candidati dovranno allegare alla domanda, a pena di esclusione, la seguente documentazione:

a) un curriculum vitae dettagliato preferibilmente in formato europeo, dal quale si evincano le esperienze professionali e formative;

b) il nulla osta rilasciato dalla Amministrazione di appartenenza;

c) copia fotostatica non autenticata di un documento di identità personale in corso di validità;

d) tutti gli altri titoli ritenuti utili al fine della valutazione di merito;

e) gli eventuali documenti costituenti titoli di precedenza e/o preferenza e comunque i documenti comprovanti il possesso dei titoli di cui all’art. 5 del D.P.R. n. 487/94, modificato dal D.P.R. n. 693/96 ed integrato dall’art. 3, comma 7, della Legge n. 127 del 15/05/1997, da cui risulti il possesso del requisito alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso.

La domanda di ammissione alla procedura di mobilità esterna, redatta in carta semplice, utilizzando il modulo allegato, corredato da curriculum formativo professionale e fotocopia del documento d’identità, dovrà essere presentata in busta chiusa recante la dicitura, “Domanda di partecipazione alla procedura pubblica di mobilità esterna volontaria, ai sensi dell’art. 30, comma 2 bis, del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i., per la copertura, mediante selezione per titoli e colloquio, di n. 1 posto a tempo indeterminato e pieno nel profilo di Coordinatore amministrativo-contabile Area funzionale C, posizione economica C3”, all’Ufficio Amministrativo del Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Bologna, o inviata mediante raccomandata A/R entro il termine perentorio di quindici giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso di mobilità nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna - Concorsi ed Esami. Non saranno prese in considerazione le domande e i documenti pervenuti successivamente a tale termine.

ll Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di Bologna non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o, comunque, imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Valutazione dei candidati

1. Alle operazioni di valutazione procederà apposita Commissione nominata con altro provvedimento del Collegio.

2. La Commissione procederà alla valutazione dei candidati ammessi attraverso l’esame dei curricula di carriera e professionale ed i documenti presentati nonché l’espletamento di un colloquio.

3. Il punteggio complessivo a disposizione della Commissione è pari a 40 punti così suddiviso:

- 10 punti per i titoli

- 30 punti per il colloquio

Valutazione dei titoli:

Il punteggio attribuibile è fissato in massimo punti 10 che verranno assegnati con le seguenti modalità:

a) Servizio prestato presso Amministrazioni Pubbliche (massimo punti 7).

b) Qualificazione culturale (massimo punti 3).

Gli argomenti del colloquio saranno riferiti alla specifica posizione di lavoro che il candidato sarà chiamato a ricoprire in caso di assunzione.

L’esito della valutazione è pubblicato sul sito internet del Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Bologna.

Tale pubblicazione sostituisce ogni altra diretta comunicazione agli interessati.

Ultimata la procedura di valutazione, la Commissione selezionatrice formula la graduatoria di merito.

Si procederà poi all’approvazione dei verbali e della graduatoria e se ne disporrà la pubblicazione sul sito web dell’ente.

Il Collegio si riserva la più ampia autonomia discrezionale nella valutazione dei candidati e nella verifica della corrispondenza delle professionalità possedute con le caratteristiche dei posti da ricoprire.

Il Collegio si riserva comunque la possibilità di non procedere alla copertura dei posti, qualora dalla procedura selettiva non si rilevi la professionalità necessaria per l’assolvimento delle particolari funzioni che l’Ente intende assegnare allo specifico profilo professionale messo in mobilità.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi di legge, il trattamento dei dati personali forniti dai candidati avviene nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. I dati sono trattati, anche mediante strumenti informatici idonei a garantirne la sicurezza, per le finalità di gestione della presente procedura di mobilità e conseguente assunzione dell’avente titolo nei limiti prescritti.

Disposizioni finali

La partecipazione alla presente procedura di mobilità esterna implica l’accettazione esplicita ed incondizionata delle disposizioni stabilite dal presente avviso.

Il Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Bologna si riserva il diritto di modificare o revocare il presente avviso, nonché prorogarne o riaprirne i termini, senza che, in alcun caso, i candidati possano vantare diritti di sorta. Costituisce, tra gli altri, legittimo motivo di revoca/sospensione del presente avviso di mobilità o di non assunzione del candidato la sopravvenuta soggezione a norme imperative di legge volte alla limitazione delle possibilità di assunzione o della spesa di personale nonché per emergenti esigenze organizzative.

Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso si rinvia alle disposizioni regolamentari, per quanto applicabili, e alle norme legislative e contrattuali vigenti in materia.

Il presente avviso viene pubblicizzato:

  • Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna - Concorsi ed esami
  • Sul sito internet del Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Bologna.

Il Responsabile del Procedimento è la Dott.ssa Maria Grazia Zobboli. Per ulteriori chiarimenti, nonché per ottenere copia del presente avviso, gli interessati potranno contattare la Dott.ssa Zobboli al 051/6350944 nelle ore di ufficio.

Il Presidente

Mauro Grazia

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it